Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 8

Scenderanno questi due canini?

Scritto da Concetta / Pubblicato il
Premetto che non so se la categoria è giusta, in ogni caso sono una ragazza di 22 anni e ho "scoperto" di recente di avere 2 canini da latte, proprio perché uno dei due si muoveva. Su consiglio del dentista ho fatto una panoramica (ho messo l'allegato), e successivamente ho tolto i due denti da latte. Ora vorrei sapere, ma scenderanno questi due canini? Dato che a 22 anni restare senza denti, i canini per di più, non è il massimo. Il mio dentista a riguardo non è stato molto chiaro. Prima ha detto che non si sa se e quando scenderanno, mi ha fatto un affarino da tenere in bocca alcune ore al giorno per evitare che gli altri denti si muovano. Poi però ha detto che ho il palato piccolo e che difficilmente i canini scenderanno da soli, necessito di un'operazione con annesso apparecchio per tirarli giù. Voi cosa ne pensate?
Cara Signora Concetta, buongiorno. "Il mio dentista a riguardo non è stato molto chiaro" ed allora, faccio questa considerazione: perché mai ha proceduto alla avulsione dei canini decidui se prima non ha pianificato il loro riposizionamento chirurgico-ortodontico? Se aspetta che scenderanno da soli e se non crea lo spazio per riallinearli in arcata, addio! Poi da una OPT (panoramica) non si può capire la posizioni spaziale dei canini inclusi, ossia se sia no vestibolari (davanti) o linguali (dietro) agli altri denti erotti! Personalmente di fronte ad un canino incluso la prima cosa è stabilirne la posizione, ossia se esso sia vestibolare o palatale rispetto agli incisivi ed altri denti. Ci sono varie tecniche, come fanno notare due colleghe studiose dei Canini Inclusi, in un bellissimo lavoro le Dr.sse Alessandra Marino e Patrizia Massaro e, dico, l’OPT ( la panoramica che ha fatto non serve a niente). Una Rx occlusale Evidenzia i contorni del canino incluso che, se posizionato all'interno della linea che idealmente unisce gli apici degli altri denti, è palatale, mentre, se posto all'esterno, è vestibolare. Regola della Posizione Vestibolare: Se l'angolazione verticale del cono cambia di circa 20° in due lastre successive, il Canino vestibolare si sposterà in direzione opposta alla fonte di radiazioni. In caso contrario di canino palatale, esso si sposterà nella stessa direzione della fonte di radiazioni. Rx endorali con incidenza diversa (regola di Clark o tecnica dello spostamento del tubo). Se il canino si sposta nella stessa direzione del tubo radiogeno, la diagnosi è quella di inclusione palatale. Se il canino si sposta in direzione contraria a quella del tubo radiogeno è in inclusione vestibolare. Infine, se il canino non cambia posizione, è in posizione intermedia, in senso vestibolo-palatale. A questo punto della diagnosi si interviene ortodonticamente, dopo ovviamente diagnosi cefalometrica e ceck up ortodontico, come detto sopra, qualora non vi sia nell'arcata lo spazio sufficiente al suo riposizionamento, prima dell’esposizione chirurgica. Se questo spazio invece ci fosse lo si sposta ortodonticamente previo intervento chirurgico per agganciarlo e "trascinarlo" in sede L’eruzione chirurgica può essere "chiusa", utilizzando un lembo ribattuto e posizionato e liberando nel modo giusto il dente dal tessuto osseo che lo ricopre ,oppure può essere portato in sede con escissione dei tessuti duri e molli limitrofi alla corona del dente che viene ancorata al dispositivo ortopedico. Personalmente pratico una alveolectomia conduttrice di Chatelier, che facilita il riposizionamento chirurgico-ortodontico del canino (in pratica faccio un canale osseo in cui guidare il canino in posizione La legatura che preferisco è quella fatta con un filo di acciaio inossidabile sotto al cingolo del canino incluso o se l’equatore fosse poco pronunciato o assente, faccio una banda, o un intarsio o un perno nella corona del canino! Sempre personalmente faccio tutto questo in una sola fase e tutto è molto "veloce", sempre entro certi limiti che dipendono da una infinità di problemi clinico-anatomo-chirurgici e ortodontici! Ovvio che lo deve fare chi lo sa fare! Per il resto che posso dire se non che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può e Deve e se non sapesse, la dovrebbe inviare a chi è capace ad affrontare questo "problema"! Lasciarla così, senza fare niente ma "aspettando" non si sa cosa, è veramente incredibile! Poichè i canini decidui sono stati avulsi, ora ha urgenza nel far portare a termine la terapia, non può aspettare, come avrebbe potuto invece fare, se i canini decidui non fossero stati estratti, non essendoci diagnosi e piano di terapia preliminari. Non c'è niente di male se non lo sapesse affrontare. Non si può mica sempre "conoscere tutto"! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

I canini permanenti devono essere portati al loro posto sull'arcata: con le buone naturalmente oppure trascinandoli dopo averli agganciati chirurgicamente. Non si possono lasciare al loro destino perchè possono evolvere lesionando le radici dei laterali. Se non ne conosce di molto bravi le segnalerò un ottimo ortodontista di Bari Dott Ditolve. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Concetta, non mi pare che il suo dentista ha avuto con lei un approccio corretto. Prima bisognava fare uno studio del caso con cefalometria e poi al momento giusto togliere i canini. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Concetta controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici, se lo trova iscritto segua le sue indicazioni, se non lo trova iscritto i suoi dubbi sono leciti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

I canini scendono o si aiuta a farli scendere ortodonticamente

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Gentile Signora, io non penso che i suoi canini scenderanno da soli. Le segnalo anche il fatto che le corone di questi canini sono in prossimità delle radici dei laterali, c'è rischio che possano danneggiarli. Pertanto è necessario ed indispensabile un intervento chirurgico per agganciare i canini con un attacco ed un intervento ortodontico finalizzato a creare lo spazio per i canini e nel contempo tirarli giù in basso.

Scritto da Dott. Floriano Petrone
Torino (TO)
Collaboratore di Dentisti Italia

L'obbiettivo, chiarissimo, è quello di portare i due meravigliosi canini al loro posto. Questo per un migliaio di motivi, fra cui l'estetica, il fatto che i canini sono importantissimi per la salute della bocca intera. Proteggono, con la loro forza formidabile gli altri denti da usure e danni parodontali nel corso del tempo etc. E servono per far funzionare bene l'articolazione temporo mandibolare evitando possibili complicazioni come mal di testa, schiena muscoli rumori articolari, blocchi etc etc. INCREDIBILE come mai vi siete (paziente, famiglia, "dentisti" precedenti etc) solo a 22 anni che quelli che stavano in bocca erano canini da latte e nessuno abbia indagato prima. Ora cosa bisogna fare??? Non un intervento chirurgico (forse si forse no) ma un trattamento ortodontico: i canini stanno ancora lassù perchè non hanno spazio, perchè il palato è stretto o peggio ci sono altri guai nella occlusione che hanno impedito loro di crescere a 12 anni come di norma... Quindi bisognerà, presumo, fargli spazio con un apparecchio. Togliere (immediatamente) quelli da latte e vedere se proprio non vogliono scendere da soli, agganciarli dentro e tirarli giù al loro posto. Una cosa completa per raggiungere una perfezione assoluta che è l'unica cosa che merita (se raggiungibile ancora) una ragazza di 22 anni che ha dinnanzi a se' tutta la vita...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

I canini in "disodontiasi" sono la conseguenza di una mancanza di spazio imputabile a cause varie. Come al solito non è difficile correggere le conseguenze se si interviene, dove possibile, sulle cause che hanno provocato il problema. Al solito è quindi un problema di diagnosi che può essere chiarita solo da un esperto ortognatodontista. Si regoli in questo modo e non cerchi scorciatoie che oltre a farle perdere denaro non le garantiranno un risultato già complicato dalle sua età.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Sullo stesso argomento