Domanda di Denti e bellezza

Risposte pubblicate: 6

E' possibile un ritorno alla posizione originaria dei denti?

Scritto da Domenico / Pubblicato il
Buongiorno dottori, sono un ragazzo di 32 anni e quando ne avevo 24, tra il novembre 2004 e il maggio 2006 ho portato l'apparecchio fisso per i denti dato che avevo gli incisivi superiori palesemente inclinati verso l'interno, il che faceva risultare i canini sporgenti tipo "vampiro"..inoltre gli incisivi centrali e laterali inferiori (per spiegarmi meglio i 4 denti centrali sotto) erano tutti storti o leggermente accavallati. Bene, quando tolsi l'apparecchio in effetti i denti erano in posizione corretta, gli incisivi superiori si erano allineati ai canini e quelli inferiori si erano raddrizzati, nonostante il ridotto spazio a disposizione. L'occlusione era perfetta, perciò il dentista mi prese le impronte per preparare una maschera in silicone da portare la notte per mantenere i risultati. Mi disse che l'avrei dovuta portare tutte le notti per almeno un anno da allora..Io l'ho portata per due anni, però notavo che appena una notte mi dimenticavo di indossarla, la mattina seguente la dentatura dell'arcata inferiore si disallineava, tendendo a ritornare come in origine. Anche gli incisivi superiori con l'uso meno costante della maschera si spostavano verso l'interno come se ricordassero la loro posizione naturale. Qualche tempo dopo mi rassegnai e non indossai più la maschera, e tutti i risultati faticosamente ottenuti sono svaniti quasi del tutto.. Secondo la vostra esperienza è possibile un ritorno alla posizione originaria dei denti nonostante il dentista abbia attuato le giuste pratiche? Volevo chiedere se c'erano gli estremi per rivalermi con il mio dentista visto che alla fine i risultati promessi non sono stati mantenuti, se non a breve termine.. In un messaggio il dott. S. Carpinteri scriveva: "Pretenda "obbligazione di mezzi e di risultato", che rende vincolante la dazione di denaro al risultato, prima promesso e poi mantenuto." Sono rimasto incuriosito di questa formula del diritto che protegge il cliente da eventuali risultati insoddisfacenti. Vi prego di rispondermi, appena potete.. Cortesemente, cordiali Saluti
Sig.Domenico, il carissimo Dott. Carpinteri ha la sua visione, purtroppo la nostra legislazione non sempre la segue, per cui nelle vie legali si deve sempre valutare i costi rispetto ai benefici. Sicuramente il caso può essere rivisto, chiaramente lei dovrà contribuire al costo delle sue dimenticanze ammesse nella domanda. Si ricordi che il mantenimento del trattamento ortodontico prevede visite trimestrali a pagamento ma evita di arrivare a imponenti recidive.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Domenico, Lei non ha seguito la prescrizione datale dal suo Dentista! Lei ha interrotto tale prescrizione! Per di più personalmente almeno, non rispondo mai in questa sede a domande di tipo Medico Legale perché non è questa la sede! Per quanto riguarda il Dr. Carpinteri, eccellente, tra l'altro, Dentista, è molto scorretto da parte sua citarlo a noi perché avrebbe dovuto, nel caso , contattarlo personalmente dato che di quanto scrive Lui, risponde solo Lui e non certo Io! Riveda quindi il suo "atteggiamento" inutilmente aggressivo e di rivalsa e soprattutto non scambi questo meraviglioso sito, in cui rispondiamo per alleviare le "sofferenze delle persone", per un Tribunale! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Consideri che non ha seguito alla lettera le indicazioni datele dal collega, che se avesse avuto dei dubbi sarebbe stato corretto ed opportuno rivolgersi a lui per tempo (senza interrompere "sua sponte" la contenzione) e non attendere di ritrovarsi con questa recidiva. Ora come ora lei necessita di un nuovo trattamento ortodontico, da valutare con estrema attenzione. Se desidera procedere per vie legali, si può rivolgere ad un avvocato e ad un perito medico - legale, questo non è il sito adatto in questi termini.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Domenico, ma da allora non è più andato dal suo dentista? Nel mio consenso informato (non solo ortodontico) è ben specificato che dovrà poi sottoporsi a visite di controllo periodiche. Se questo è il caso anche lei è in difetto. Personalmente le consiglio di ritornare dal suo ortodonzista e discutere della situazione. Parlando spesso si trova una soluzione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Domenico, per ció che riguarda il contesto odontoiatrico hanno giá risposto in modo esaustivo i precedenti colleghi, per ció che concerne il quesito legale, posto che questa non é la sede adatta consiglio a lei e al dott Carpinteri di digitare "obbligazione di mezzi e di risultati " sulla sua tastiera e le sará chiaro della insussistenza della pretesa dichiarazione vantata.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Alle volte è necessario la contenzione a vita perchè qualche cosa è sfuggito nell'affrontare la diagnosi, qualche disfunzione, più frequente della lingua. Deve ritornare dal suo dentista e cercare di rivalutare, prima di un'altra terapia, la diagnosi. Personalmente non faccio pagare i controlli dell'ortodonzia già terminata e se necessario altro trattamento, dopo un periodo lungo dovuto a negligenza del paziente, faccio pagare metà di un costo normale. In finale, l'ultima domanda non è pertinente su questo sito.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento