Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 5

Ho l'ottavo inferiore sinistro in Disodontiasi

Scritto da Erika / Pubblicato il
Gentili dottori, innanzitutto complimenti per il Vostro lavoro su questo sito. Già in passato, tra l'altro non molto tempo fa, ho usufruito di questo servizio e mi sono trovata molto bene..grazie alla vostra velocità nelle risposte, precisione e competenza. Prima di recarmi dal mio dentista avrei piacere ad avere un vostro parere. Ecco la mia situazione: ho 32 anni ed ho l'ottavo inferiore sinistro in disodontiasi completamente incluso orizzontalmente sotto l'osso. Finora nessun dolore, ma da qualche giorno ho incominciato ad avvertire un leggero fastidio, soprattutto sulla gengiva sottostante il quinto e il quarto dente che precedono il dente del giudizio, infatti se premo sulla gengiva con il dito mi fa parecchio male. Stranamente sul punto esatto dove al di sotto si trova l'ottavo in disodontiasi non provo dolori forti. Ho inoltre un pò di tensione alla spalla sinistra e talvolta alla mandibola. Non so se questi dolori siano riconducibili a ciò, è una mia deduzione solo perchè so di avere il dente del giudizio in quella posizione un pò complicata. Potrebbe trattarsi di una nevralagia riconducibile o no ala dente del giudizio? Gli altri denti del giudizio li ho estratti in passato, ma erano in parte fuoriusciti e dritti. Inoltre volevo sapere in cosa consisterebbe l'intervento di estrazione, se deve essere effettuato in una struttura ospedaliera o in uno studio dentistico ovviamente attrezzato per questo tipo di interventi,se occorre anestesia totale o locale e quali sarebbero eventualmente i rischi postoperatori. Scusate per le tante domande, è solo che questa cosa mi desta un pò di preoccupazione. Grazie ancora e buon lavoro.
Gentile Signora Erika, la ringrazio per le sue belle parole, fa piacere vedere riconosciuto il proprio impegno soprattutto quando il motore è la passione per questa meravigliosa specialità Medico-Chirurgica che è l'Odontoiatria con tutte le sue "sfaccettature"! Grazie! Difficile rispondere senza una valutazione Clinica e Radiologica. Lei descrive fastidi dolorosi a livello del quarto e quinto dente, ossia, se dice bene, a livello dei due premolari. Il dente del giudizio è molto più distale (posteriore) perché tra i denti citati ed esso ci sono ancora il primo molare ed il secondo molare, ossia il sesto ed il settimo dente. Probabile quindi che sia in atto una patologia a livello dei premolari o di un premolare solo, come carie, tasca parodontale, gengivite o altro. Potrebbe però essere anche una Sinalgia dovuta al Dente del Giudizio, ossia una serie di Sintomi che sembra che ora partano da un punto ora da un altri e così via. Le Sinalgie sono sintomi che, praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca e del massiccio cranio-facciale, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano o da altri organi. Ha bisogno di due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. Vada quindi tranquilla dal suo Dentista e le verrà Diagnosticato e spiegato tutto! Cari saluti e stia tranquilla, l'avulsione del dente del giudizio incluso, valutato il suo rapporto esatto col canale mandibolare dove transita il nervo alveolare inferiore, lo può fare qualsiasi Dentista in qualsiasi Studio Privato! Ancora cari saluti :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

In assenza di esame clinico e radiografico resta l'ipotesi di patologie a carico di altri denti (premolari?) come è possibile che il problema origini dal dente del giudizio...se così fosse consideri che tale intervento può essere fatto in anestesia locale presso strutture private previo attento studio e programmazione (visione rx+CB3D).

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Un dolore riferito alle aree apicali dei premolari è raramente riconducibile al corrispondente dente del giudizio (fa più che altro pensare ad una patologia a carico degli stessi, dentale o parodontale), ma non è comunque impossibile (inquadrandolo in un dolore sinalgico riflesso). Detto questo, se lei è consapevole di avere un ottavo incluso in disodontiasi, significa che ha una panoramica (si presuppone recente) in mano, a cui dovrebbe aggiungere una Tac dentale per identificare correttamente la posizione dell'ottavo stesso (in rapporto con il NAI sopratutto). Insieme a questi esami, una visita clinica completa e parodontale le permetterà di avere una diagnosi certa sul suo problema. Nel caso effettivamente il suo ottavo incluso sia da estrarre (e probabilmente lo è), si tratta di un intervento di chirurgia Orale eseguibile senza problemi ambulatorialmente ed in anestesia locale, ovviamente nelle mani di un dentista specializzato in Chirurgia Orale. I rischi post - operatori sono da ricondursi a potenziali errori di chi la opera (essenzialmente lesioni del nervo alveolare inferiore), comunque minimi perchè chi opera si presuppone sia preparato ed esperto ed abbia in mano tutti gli esami diagnostici radiografici necessari (opt e Tac dentale); per il resto sono previsti tutti i sintomi classici del post - estrattivo (ematoma, gonfiore, edema, dolore, nevralgia etc etc), trattabili e risolvibili senza problemi con adeguata terapia farmacologica (profilassi antibiotica, terapia antibiotica ed anti - infiammatoria).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Erika, l'ansia le sta giocando brutti scherzi, presto avrà tutte le risposte corrette dall'odontoiatra che le aveva tolto gli altri molari

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Senza visitarla non riesco a darle una risposta. Penso che tutto ciò che deve sapere lo apprenderà dal suo dentista. Non serve una struttura protetta per farlo, basta che il collega sia abile in quella data operazione (concetto questo applicabile a qualsiasi branca dell'odontoiatria. Altrimenti sarà il collega ad indicarle una struttura adatta allo scopo.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia