Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 5

Cosa potrei fare oltre che a prendere antidolorifici quando il dolore è insostenibile?

Scritto da Stefania / Pubblicato il
Salve, sono Stefania e molto probabilmente mi stanno crescendo i denti del giudizio. Nella parte sinistra l' ultimo dente (Non sono sicura sul nome), l' ho tolto, e quindi il dente del giudizio stà già spuntando, mentre nella parte destra, sul penultimo dente ho una capsula. Ora, il mio problema è questo: Circa tre mesi fa, il dente (non so quale), ma tutta la parte destra della bocca, mi faceva malissimo, e non riuscivo nemmeno a dormire. Andai dal mio dentista che mi fece un anestesia (che non fece effetto), e mi prescrisse un antibiotico, che io presi e tutto andò bene fino a circa un mese fa, che ricominciò tutto, allora feci altri 5 giorni d' antibiotici e antidolorifici, e andò bene fino a due settimane fa, che ricominciai a prendere l' antibiotico previo anche guardia medica, che mi disse avrebbero fatto più effetto. Nel frattempo, per sicurezza dal dentista abbiamo iniziato a levare la capsula (nella prossima seduta dovrei arrivare al perno e vedere se la causa di dolore è quella, oppure il dente del giudizio che stà crescendo storto). Il problema è che ora mi stà tornando il dolore.. mi batte nella parte subito sotto l' orecchio e l' ultimo dente mi fa male. Il dente visto ad occhio nudo è perfetto ( non ci sono graffi o depositi di tartaro ). Ora io chiedo a voi.. cosa potrei fare oltre che a prendere antidolorifici quando il dolore è insostenibile? Altri antibiotici so che non li posso prendere, e a questo proposito volevo sapere perché l' effetto è durato così poco, dato che dopo una settimana dal termine dei 5 giorni, già mi stà tornando il dolore? Grazie in anticipo per le risposte.
Sig. Stefania, controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici e gli richieda, meglio ancora farselo scrivere, diagnosi e diario clinico, poi con tutto questo in mano, tutto è più semplice e lei potrà essere correttamente curata. Si ricordi che stiamo parlando della sua salute.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Stefania, buongiorno, anestesia? Non capisco perchè ameno che non volesse procedere a qualche terapia di cui lei non parla. Beh, da come racconta almeno l'anamnesi, non si rimuove una corona protesica per vedere se il dente in oggetto è in causa nella etiopatogenesi della patologia che causa il dolore. Lo si valuta Clinicamente e con una Rx endorale. Si valuta il dente protetizzato ed il molare del giudizio che evidentemente è in disodontiasi e potrebbe avere una pericoronite. Tutto qui. Normalissima semplicisima routine Odontoiatrica di tuti i giorni. Sono molto perplesso! Che fare quindi? Deve fare il Dentista , non Lei gentile Stefania. Se con l'antibiotico il dolore scompare, come racconta, è palese che è in atto un fatto flogistico la cui diagnosi è semplice. O è una iperemia attiva o passiva (pulpite) o una sindrome radicolare della polpa o una necrosi della stessa con o senza osteolisi periapicale o una endoparodontite o una parodontite se ci fosse una tasca parodontale a livello del settimo o una pericoronite o una disodontiasi dell'ottavo! Non è difficile! Il suo Dentista deve fare la Diagnosi prima o non la sa fare? Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sinceramente non è molto chiaro il quadro che lei descrive, si capisce solo che ha molto dolore (tutto il resto è vago). Comunque, come giustamente ha scritto il collega dott.Petti, le opzioni in linea generale non sono moltissime (considerando che, di fatto, con l'antibiotico c'è stata una regressione dei sintomi): pericoronite - infiammazione gengivale a carico del dente del giudizio (malposizionato); parodontite con tasca parodontale sul settimo, conseguente all'ottavo ed alla sua posizione scorretta; carie in prossimità della polpa dentaria sull'ottavo (se erotto); infezione peri-apicale acuta a carico del settimo (che avendo un perno moncone è già stato trattato con endodonzia, ma questa cura potrebbe essere incongrua). È sufficiente una visita dettagliata, per fare diagnosi ed identificare il problema, e quindi trattarlo e risolverlo. Accanirsi con i farmaci è illogico, il suo Dentista deve fare diagnosi!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

L'unico consiglio utile è ..... Cambiare dentista!

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig.ra Stefania, un perno è un pezzo di metallo, pertanto non può far male. Piuttosto una frattura, una lesione endodontica, un problema parodontale può far male. Mi pare non vi sia ancora una diagnosi, la parte più importante. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia