Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 8

Nelle ultime settimane ho subito tre estrazioni di denti del giudizio

Scritto da Giovanni / Pubblicato il
Buonasera, ho quasi 27 anni e nelle ultime settimane ho subito tre estrazioni di denti del giudizio. Per i due superiori quasi nessun problema tranne una leggera difficoltà con il primo che ha creato qualche grana nel venir via ma che comunque alla fine ha desistito. Il sinistro inferiore invece si è spezzato praticamente subito e le radici sono rimaste dentro. Il dottore ha preferito non intervenire ulteriormente, già a una piccola pressione nonostante l'anestesia ho avuto una fitta, e dopo una radiografia localizzata ha quindi rimandato al mese prossimo che a detta sua potrebbero essere espulse. Al di là del merito se intervenire subito o dopo il mio problema principale è che io al momento ho addirittura molte difficoltà a mangiare con fitte di dolore che fino a ieri mi venivano a tratti, ieri sera sono andato a chiedere se fossero normali la risposta è stata affermativa e mi ha fatto una medicazione con una pomata credo cortisonica. Il risultato è che oggi anziché a fitte il dolore è continuo mi prende tutta la parte sinistra dal dente fino alla bocca e perfino dietro l'orecchio. L'unica soluzione che mi allevia completamente il dolore è il ketoprofene ma è un sollievo che dura solo quelle 4 ore per cui fa effetto poi torno a vedere le stelle. Possibile che a una settimana dalla parziale estrazione abbia un dolore del genere? Che posso fare per non continuare a imbottirmi di antidolorifico fino a data da destinatarsi?
Caro Signor Giovanni, mah! Se le radici si fratturano, non le si lasciano certo dentro, ma le si estraggono nella stessa seduta iniziata per l'avulsione del dente! Lei dice "Al di là del merito se intervenire subito o dopo", ma il problema è proprio qui. Non si lascia un intervento a metà per una frattura, ma scherziamo veramente? Bisogna avere onestà intellettuale e professionale. Se non si è capaci ad estrarre delle radici ed in questo non c'è niente di male, si invia il paziente a chi lo sa fare! Altrimenti il "Normale" diventa "Non Normale"! Chiaro?! Se non la invia il suo Dentista da un collega esperto in chirurgia Orale, vada Lei da un Dentista Chirurgo Orale o vada in Ospedale in Chirurgia Maxillo-Facciale per farsi estrarre le radici! Non può aspettare. Sono un Focus infettivo causa possibile di malattie Focali a distanza, di organi Sistemici importanti! Non esageri coi farmaci che deve comunque prescriverle solo il Dentista! Vada! Cari saluti ed in bocca al Lupo!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Se non si estrae al più presto (non tra un mese), quel che resta del dente, non risolve il problema...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giovanni, dubito che le radici vengano espulse spontaneamente, per cui controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici, se lo trova iscritto ritorni dall'odontoiatra dichiarando la sua sintomatologia, facendogli leggere le nostre risposte, ricordandogli che in questo portale c'è un forum a lui riservato dove potrà trovare molti colleghi disposti a dei buoni consigli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

L'estrazione di un qualunque dente deve essere completata, praticamente sempre, nell'immediato o se, per ragioni particolari non è possibile, al più presto. Se il collega non è in grado, deve "passare la palla" ad un collega più esperto specializzato in Chirurgia Orale: molto difficilmente a 26 anni, su osso mandibolare sano, le radici di un ottavo verranno espulse spontaneamente; mantenendo le radici rotte all'interno dell'alveolo, rischia infezioni locali (il dolore che ha è legato ad un'infezione cin forte flogosi già in atto) e anche sistemiche (a carico cioè di altri organi dell'organismo); così si sovraccarica di farmaci e basta. Faccia completare l'estrazione da un Chirurgo!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con i colleghi

Scritto da Dott. Roberto Rigano
PAVIA (PV)

Gent.mo Giovanni, il rimedio è assolutamente chirurgico: bisogna terminare ciò che si è iniziato, lo chieda al suo dentista che sicuramente, se non è in grado di farlo la indirizzerà da un collega con pratica in questa disciplina. Buona serata

Scritto da Dott. Luigi Piola
Legnano (MI)

Caro Giovanni sono d'accordo con il dottorato. Piola la risoluzione è chirurgica e va fatta quando prima ma stai tranquillo che è risolvibile.

Scritto da Dott. Cuono Erpete
Acerra (NA)

Con tutta probabilità lei è incappata in un falso dentista non laureato. Chieda all'ordine dei medici se questa persona è un vero dottore.. Se dovesse uscir fuori che non è un laureato, lo deve senza dubbio denunciare.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia