Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 5

Ho fatto uso di cannabis per una settimana..mi sono sentito la lingua intorpidita e sono finito in ospedale..

Scritto da marco / Pubblicato il
Salve vorrei porvi una domanda che mi sta assillando da quattro mesi ormai nel mese di agosto ho fatto uso di cannabis per una settimana..mi sono sentito la lingua intorpidita e sono finito in ospedale..non sono fumatore e dopo quell'esperienza non ho piu fatto uso..nei primi tempi mi tirava la lingua verso l'interno, poi scosse elettriche ed infine adesso ho una sensazione di intorpidimento sulla parte superiore e una sensazione di durezza come un crampo sotto la punta della lingua..ho fatto risonanza tac e visite neurologiche tutto negativo..adesso da quanto ho letto si tratta di parestesia e vorrei sapere se i miei sintomi sono un segno di compressione o lesione del nervo..ho tanta paura...adesso mi dicono che potrebbero essere i denti perché ho l'arcata dentaria un po storta..e che questi sintomi sarebbero venuti ugualmente..vorrei sapere se è possibile tutto cio e se in caso mi potete indicare un centro dove effettuano la terapia con il laser ..grazie mille
Sig. Marco, deve stare semplicemente tranquillo e dimenticare la cattiva esperienza dimenticando anche di avere la lingua; se non ci riuscisse occorre un supporto psicologico. Pensi anche ai costi che il servizio sanitario nazionale ha dovuto assumersi per una sua debolezza, si ricordi che questi costi sono a carico di tutti i cittadini.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Marco, la Cannabis o Canapa Indiana da cui si estrae la marijuana e l'hashish, ha effetti psicologici di solito transitori ma che tendono a cronicizzarsi pericolosamente se si fa uso di queste sostanze a lungo. Ha anche effetti stomatologici come scialorrea e glossiti. Si faccia "vedere" in un Consultorio apposito per che fa uso di queste droghe sia pur dette leggere! Sottolineo dette leggere perchè hanno i loro effetti, come la sua "Psiche" ben dimostra! Stia tranquillo. Passerà ma ha bisogno di aiuto psicologico e in un centro "uso a questo"! E' proprio sicuro di avere assunto questi "spinelli" solo una settimana ed in dose piccola? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gent sig MARCO l'uso di sostanze stupefacenti saltuario (una volta sola come lei afferma) non induce tutti i sintomi che lei lamenta. come già detto dai miei stimati colleghi credo che lei stia "somatizzando" le sue paure psicologiche.. è comunque doveroso da parte sua un controllo psicologico con l'ausilio di un'equipe esperta nel trattamento di uso di droghe (leggere o pesanti che siano).. cordialmente. doc Frankie Tarello

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Caro Marco, non esistono in letteratura ( scientifica) casi di questo tipo, correlabili alla sua sintomatologia; quindi è evidente che non c'è nessuna connessione, se non di temporalità, tra i suoi sintomi è l' uso di " spinelli", a questo punto o si tratta dell' inizio di una sindrome neurologica da diagnosticare, non con una semplice risonanza, oppure la sua mente è così potente da somatizzare, questa sintomatologia.

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Caro Marco, giocare con le sostanze tossiche insegna che il corpo non è uno scherzo ma un luogo dove si svolgono delicati processi chimici. Mi rallegro che hai capito che lo scherzo si trasforma in tragedia, perché l'interessamento nervoso è sempre imprevedibili, su farmaci che hanno la loro azione principalmente sul sistema nervoso centrale. Tuttavia, è possibile un regresso della sintomatologia a patto di cambiare modo di condurre la vita. Oltre che non toccare più cose del genere - non è vero che non fanno niente, come dice qualcuno che vuole vendere la cannabis o ne fa uso - devi astenerti anche dall'alcool e condurre una vita molto sana e ricca di vitamine. La bocca storta non c'entra niente, non cedere alla tristezza ma sii fiducioso e non somatizzare. Episodio concluso, volta pagine. Tanti cari auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia