Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 6

Dovrei estrarre un dente del giudizio inferiore

Scritto da Giuliano / Pubblicato il
Buongiorno, mi sono appena iscritto. Non essendo molto pratico di questo blog proverò ad inviare un paio di domande spero comprensibili e soprattutto professionali. Dovrei estrarre un dente del giudizio inferiore sin. ed il mio dottore mi ha detto di assumere il klacid 500 per 5 giorni. Qualcuno mi ha detto che il klacid è acqua e potrebbe venire febbre e addirittura una setticemia dopo l'estrazione perchè in questi casi ci vorrebbe l'augmentin che io non tollero, ma questo a me non risulta, sarà da prendere in considerazione questa risposta o il klacid è ottimamente valido? Sono allergico all'augmentin dimostrato dai test effettuati. In più tre anni fà per un'altra estrazione fui allergico alla carbocaina con schock anafilattico da forti bruciori interni a quasi soffocamento ( fortunatamente preso in tempo con una puntura di bentelan) ora due settimane fà ho finito di fare i prick test, cutanei ed intradermici all'anestetico mepivacaina con risultati negativi. La domanda è..posso stare tranquillo o quando verrà praticata l'anestesia in bocca c'è differenza rispetto ai test ( che erano negativi) e quindi con un margine di rischio? Grazie mille e Buona Giornata.
Caro Signor Giuliano, buongiorno, la Claritromicina è un Macrolide ed è un derivato semisintetico dell'eritromicina! È attivo sui microbi a lui sensibili, quindi la sua efficacia dipende dalla patologia e dalla sua localizzazione! Questo lo sa solo il suo Dentista, verso il quale dovrebbe dimostrare più rispetto e stima e fiducia! Se glielo ha prescritto, avrà fatto tutte queste considerazioni e le consiglio, se avesse dubbi di parlarne direttamente con lui! Dica a quel "Qualcuno", di farsi "gli affari suoi"! Forse lei parla con un po' "di leggerezza di allergia"! Forse, varrà per l'Augmentin ma forse per la carbocaina è solo stato un episodio di intolleranza! Chiede se può stare tranquillo. Lo deve chiedere al suo Dentista, perchè con un "rischio simile anche se molto remoto perchè non è stata dimostrata nessuna allergia, prima di procedere all'anestesia sarebbe bene preparare una vena del braccio o della mano e preparare i farmaci di urgenza come cortisonici e adrenalina, già nelle rispettive siringhe! Sarebbe bene perfindere la vena con soluzione fisiologica per mantenerla pervia, in caso di "collasso" per qualsiasi motivo, non solo per improbabile ma possibile shock anafilattico ma, poichè lei mi sembra molto ansioso, anche per una crisi di ansia o di panico! Sarebbe bene prevenire queste due patologie con farmaci appropriati. Ne parli col suo Dentista al quale deve chiedere anche se ha tutta l'attrezzatura per le terapie d'urgenza e rianimative quali pallone di Ambu, ossigeno e farmaci! Stia tranquillo! In questo modo non può succederle niente! Scusi se magari avessi aumentato le sue paure, ma lei ha chiesto ed io ho il dovere di rispondere in modo realistico e Professionale! Detto questo non succederà niente! Non ce ne è motivo! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Utente, Lei pone più domande in seno alla stessa domanda; cercando di mettere un pò di ordine : - Il Klacid è un antibiotico della famiglia dei macrolidi e non è acqua come dettoLe da "qualcuno" se usato come e quando và usato . - Lei denuncia una "allergia tre anni fà alla carbocaina"; -Dice di aver fatto test alla mepivacaina risultato negativo; Ciò lascia quanto meno perplesso; carbocaina e mepivacaina sono lo stesso anestetico ... L'unico consiglio è quello di lasciar internet e rivolgersi con fiducia ad un serio Collega, sottoponendogli tutto quanto per aver la migliore programmazione possibile, compreso, se necessario, una preparazione profilattica tesa a ridurre drasticamente il rischio allergico-anestesiologico se realmente ci fosse! Distinti Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giustino De Iorio
Caserta (CE)

Gent.mo Sig. Giuliano, il Kiacid è il nome commerciale di un antibiotico della classe dei Macrolidi, che sono farmaci abbastanza efficaci nelle infezioni del cavo orale. Hanno uno spettro d'azione leggermente inferiore rispetto alle Penicilline (di cui l'Augmentin fa parte) ma comunque sono considerati farmaci di prima scelta nel caso di allergie alle Penicilline stesse (come sembrerebbe il suo caso). Non ho capito se deve assumere questo antibiotico per curare un'infezione già in atto della gengiva circostante il dente del giudizio oppure si tratta solo di una prescrizione farmacologica a scopo profilattico pre-operatorio. Non dovrebbe fidarsi delle voci di "qualcuno" a meno che non si tratti di un medico con particolari competenze in farmacologia clinica. Esprima pure i suoi dubbi al suo dentista per ulteriori chiarimenti. Comunque non mi risulta che la Claritromicina sia "acqua", a meno che non venga prescritta per patologie causate da germi non sensibili alla sua azione (e non credo sia questo il caso). In sintesi, la prescrizione mi sembra ottimale per cui non dovrebbero esserci problemi (tuttavia è il suo medico a dover giudicare tutti i fattori e le controindicazioni). Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marco Gabriele Longheu
Milano (MI)

Sig. Giuliano si fidi di più del suo dentista che sicuramente avrà pianificato l'intervento consapevole in anamnesi dei suoi precedenti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giuliano, quello che sente dire dalla gente vale poco, quello che prescrive un medico rispecchia la scienza e la coscienza; per cui le consiglio di non ascoltare i pareri vari senza alcuna responsabilità, ma si affidi alle buone mani e alle cure di un unico medico che ne sarà responsabile al 100%.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente si affidi al suo medico che le ha indicato il farmaco giusto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)