Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 13

Ho un problema alla mandibola che perdura da più di 2 settimane

Scritto da Francesco / Pubblicato il
Gentili Dottori, ho un problema alla mandibola che perdura da più di 2 settimane. Dunque, 3 settimane fa mi sono tolto il dente del giudizio più nono dente, 3 ore di operazione. Ho risposto bene, la ferita è guarita subito, e dopo 2 giorni stavo benissimo. Al sesto giorno, masticando qualcosa di duro, ho sentito un rumore, e da lì è iniziato il dolore alla mandibola che non va via da settimane. Il dentista mi ha prima prescritto cura antibiotica, ma non è servita a niente. Poi si è sospettato un premolare incrinato (in seguito alla masticazione, dalla stessa parte dei denti estratti), che mi è stato devitalizzato venerdì, ma niente, il dolore è costante, e da sabato ho anche tutto il lato dx gonfio. Cosa può essere? Il dentista potrebbe aver sbagliato la diagnosi e avermi devitalizzato inutilmente un dente sano? Cosa posso fare? Grazie in anticipo
La domanda presenta lati oscuri. Comunque se c'è gonfiore vuol dire che è presente una infezione e quindi bisogna stabilire da dove parte (può essere benissimo, a distanza, il sito della estrazione) con l'aiuto di visita e rx, e prendere antibiotici, e vedere se c'è da fare qualcosa..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Da quello che riferisce potrebbe essere un'alveolite secca, dovuta a fattori quali: la traumaticità dell'intervento, il fumo di sigaretta e l'eventuale presenza di infezione odontogena che ha preceduto l'avulsione del dente interessato.

Scritto da Dott. Graziano Giorgini
Bari (BA)

Sig. Francesco, può essere di tutto dopo 3 ore d'intervento la complicanze sono dietro l'angolo, ora occorre una nuova diagnosi, una Cone Beam potrebbe aiutare. Se il premolare era incrinato doveva essere curato in qualunque caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Francesco, Per il dolore bisogna effettuare una visita e capire quale sia l'origine; per il dente che Le è stato devitalizzato questo immagino di sua reso necessario per un problema al dente.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Buon giorno Signor Francesco, l'evento del sesto giorno nel masticare sostanze dure, potrebbe far dedurre ad una espressione traumatica del ramo mandibolare. Una rx panoramica Le darà modo di escluderlo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Se fosse un dente alla percussione darebbe sintomatologia. Potrebbe essere legato al sito estrattivo come un piccolo sequestro osseo o una linea di frattura. Io farei una TCV (tac volumetrica)nel caso non passasse con terapia antibiotica.

Scritto da Dott. Paolo Terrachini
Reggio Emilia (RE)

Tre ore di intervento a bocca molto aperta traumatizza il complesso ligamentare dell'articolazione ed i ligamenti stirati ed allungati, non contenendo fibre elastiche, non possono ricuperare la loro posizione e funzione.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Difficile azzardare ipotesi senza indagini cliniche e strumentali alla mano, Le consiglio, se possibile di allegare quantomeno una ortopanoramica, ovviamente recente.

Scritto da Dott. Emanuele Santi
Roma (RM)

Caro signor Francesco, intanto specifica "Il dentista mi ha prima prescritto cura antibiotica, ma non è servita a niente", senza dire se prima o dopo l'intervento, che antibiotico, che via di somministrazione, le dosi e il tempo di assunzione! Poi parla di "incrinatura" e di "Devitalizzazione" senza precisare la diagnosi! Mi sembrano se si fosse espresso bene, maldestri tentativi "ad occhio" senza una vera ed adeguata DIAGNOSI e quindi corretta Visita Odontoiatrica totale delle unità dentali ossia denti e parodonto anche prossimali ed antagoniste! Per spiegarmi meglio deve sapere che esistono dei sintomi detti Sinalgie, ossia una serie di Sintomi che sembra che ora partano da un punto ora da un altri e così via. Le Sinalgie sono sintomi che, praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa ed accurata. Poi una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita Parodontale e stia certa che si arriva ad una diagnosi. Tenga inoltre presente che la visita Odontoiatrica deve essere totale. Questa plurispecialità, ripeto e non mi stancherò mai di ripeterlo, della visita che comprenda anche un sondaggio parodontale totale e completo, deve essere parte costante in qualsiasi Visita anche solo Generica Odontoiatrica per qualsiasi motivo sia stata fatta e che in genere non viene mai fatta, invece, purtroppo, specie nei centri Low Cost! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, Endodontia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gent. sign. Francesco, il fatto che il dolore sia comparso durante la masticazione di cibo consistente ed accompagnato ad un rumore, mi fa sospettare che possa essere avvenuta una frattura mandibolare, è un evento possibile in una mandibola indebolita dall'estrazione di un ottavo più un sovranumerario. Farei sicuramente una OPT per iniziare ed eventualmente una TAC.

Scritto da Dott. Ernesto Fasan
Oderzo (TV)