Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 5

Devo cambiare dentista e farmi riaprire il dente otturato?

Scritto da gabriella / Pubblicato il
Salve, mi servirebbe un aiuto per capire come mi devo muovere riguardo il mio problema! A luglio il mio dentista mi ha otturato un dente dopo aver tolto una carie... il dente ha continuato a farmi male (o meglio fastidio), infatti dopo 10 giorni sono tornata e lui mi ha detto che il dente era a posto, che non era da devitalizzare perchè quella è l'ultima via (mi ha fatto delle prove con un getto di aria, ma a me non dava fastidio per cui ha deciso che non era da devitalizzare), mi ha detto solo che la caria era profonda e aveva toccato il nervo e di usare un dentifricio per denti sensibili...inizialmente funzionava... intanto sono passati 2 mesi, tra periodi di fastidio e giorni di tregua, fin quando a ottobre, per 4 buone settimana ho avuto mal di denti (non solo quello otturato, ma anche quelli accanto o addirittura nell'arcata opposta), mal di orecchio, fastidio alle ghiandolette che ci sono sotto la lingua e fastidio ai linfonodi della gola.. (ma in particolar modo mi faceva male il dente otturato in precedenza)... Il dentista mi ha detto che è il dente del giudizio che sta uscendo e spinge e quindi mi porta tutti questi fastidi... Il mio problema è che il dente del giudizio (che vedo io stessa che sta per uscire fuori) non mi fa mai male, invece il dente otturato è quello che mi da fastidio + degli altri!! E' a periodi, ci sono settimane senza dolore, altre con tutti questi fastidi... Devo cambiare dentista e farmi riaprire il dente otturato, o devo fidarmi del mio e della tesi del dente del giudizio?
Sig. Gabriella, semplicemente quando il dolore non passa, basta ritornare dall’odontoiatra per accertamenti, poi se è il terzo molare o l'otturazione o un altro dente a distanza non lo possiamo sapere. Carie è femminile ma il singolare non è caria.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Gabriella, se fosse esatto tutto quello che ha scritto, sarebbe a dir poco "allucinante"! Ma scherziamo? Le prove termiche non si fanno con un getto d'aria ma col caldo (guttaperca flambè)e appositi "Spray" di liquidi che portano instantaneamente la temperatura da 37° a -4 e la risposta agli stimoli termici locali chiariscono sempre tutto, se si tratti di una iperemia attiva che è reversibile o di una iperemia passiva, che è irreversibile e porta alla pulpite o una sintomatologia radicolare della polpa o una necrosi della stessa! Poi sentire che il suo Dentista avrebbe detto "che la caria era profonda e aveva toccato il nervo e di usare un dentifricio per denti sensibili" (si dice per sua informazione culturale di base, Carie non Caria) e che addirittura "non era da devitalizzare perchè quella è l'ultima via" farebbe porre seri sospetti sul fatto che il suo Dentista sia Laureato o Specializzato! Si informi ed in ogni caso cambi dentista perchè se fosse vero quello che ha detto, non merita la sua Fiducia!Auguri!!!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente se esegue una ortopanoramica forse riusciremo a eliminare i suoi dubbi via web, il consiglio è quello di parlare con il suo medico e che la aiuti a risolvere i suoi problemi, altrimenti è costretta a cambiare medico. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gentile Sig.ra Gabriella, una prova di vitalità non si fa mai con un getto d’aria, ma tramite il calore o il freddo. Pertanto non sappiamo quale sia la reale situazione. La tentazione di consigliarla di rivolgersi ad un altro dentista è molta………….. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Gabriella, c'è poco da aggiungere a quanto detto dai colleghi. Servirebbe una visita dettagliata, una radiografia e altro per potere rispondere al suo quesito. Resto a sua disposizione, cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia