Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 8

SEGUITO ALLA DOMANDA: E' da considerare una conseguenza 'normale' post estrattiva o una complicanza?

Scritto da Francesca / Pubblicato il

Salve ho scritto qualche giorno fa per un problema relativo ad una presunta recessione gengivale tra settimo e sesto molare in seguito a un' estrazione di un ottavo incluso. Dalle risposte che mi avete dato ho dedotto che non si può dare un parere senza conoscere la tecnica usata, e che è stata ipotizzata uno scollamento di lembo mucoso di accesso al dente del giudizio. Infatti nel foglio che mi è stato consegnato posso leggere " estrazione dentale con elevazione di lembo muco-periostatale incluso" Si riferisce alla stessa cosa? In tal caso non ho capito se in questo caso è una situazione "normale" che deve guarire? Ho un po' difficoltà a reperire il mio dottore perchè sono stata operata in una struttura pubblica, però in tal caso se c'è motivo di preoccuparsi provvederò subito a farmi un controllo. Cordiali Saluti e buon lavoro.

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/denti-del-giudizio/6656_recessione-gengivale.html

Diversi tipi di Chirurgia Mucogengivale Parodontale per la Terapia delle Recessioni Gengivali. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Francesca, è proprio quello che le ho detto il 30.10 cm, ossia "evidentemente è stato fatto un lembo che partiva mesialmente ai molari ed ora sta ancora guarendo!" avevo scritto. Per sua informazione, "lembo mucoperiostale" è un modo di dire non proprio ortodosso di Lembo Mucoperiosteo ossia a Spessore totale. Quello che importa è che è proprio il lembo che viene scolpito in queste situazioni chirurgiche! In questo tipo di interventi si ha sempre una stimolazione degli osteoclasti che fanno per così dire riassorbire un po' l'osso! Di regola si ha col passare dei mesi un miglioramento per la attività invece degli osteoblasti che sintetizzano l'osso ricostruendolo! Dia il tempo al tempo. Poi se ci dovesse essere sempre una recessione fastidiosa, esistono interventi di chirurgia mucogengivale per ricostruire la gengiva. Questo in linea di massima però perchè questa zona della bocca è anatomicamente particolarmente ostica dal punto di vista di questa chirurgia parodontale e potrei esprimermi solo dopo accurata visita clinica Parodontale a distanza di qualche tempo!Le lascio un Poster per farle vedere il tipo di chirurgia eventualmente necessaria.Spero le sia cosa gradita il vedere ed il sapere!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

E' difficile stabilire quello che e' successo; vedere una lastra potrebbe aiutare. Si potrebbero fare ipotesi su come era la situazione precedente, sul perche' è stato messo materiale da rigenerativa o sulla conformazione anatomica della gengiva prima dell'intervento. Certo è che se c'e' una recessione sarà molto difficile che "torni su".

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Signora Francesca, quando deve estrarre un dente del giudizio in inclusione ossea, la procedura chirurgica prevede lo scollamento della gengiva per visualizzare e poi accedere al dente “nascosto”. La recessione che lei evidenzia non è possibile valutarla senza una visita perché potrebbe essere lieve (pochi decimi di millimetro), che lei nota per una scopertura minima delle radici dei denti contigui, oppure più importante (qualche millimetro), con conseguente ampia scopertura delle radici dentarie. Nel suo caso, poiché Lei parla di «presunta recessione», suppongo che si tratti del primo caso: se fosse così non vedo motivo di preoccupazione ma Le consiglio comunque un controllo parodontale dallo specialista, non prima di due-tre mesi dall’estrazione, per valutare che non ci siano tasche ossee attorno ai denti vicini. Infatti è importante che, dopo un’estrazione chirurgica come la Sua, non si verifichino perdite di osso attorno ai denti (tasche parodontali perché queste eventuali lacune ossee portano ad un accumulo di placca tra osso-gengiva-radice del dente con conseguente infiammazione della gengiva. Questa infiammazione, se non trattata in tempo, può potenzialmente peggiorare con il passare del tempo e portare ad una ulteriore perdita ossea (si crea così un circolo vizioso) e quindi ad una diminuzione del supporto del dente. Invece, se l’infiammazione è riconosciuta e trattata precocemente, si risolve in molti casi, con corrette pulizie sottogengivali (indolori!) che permettono una guarigione delle gengive e senza arrecarLe ulteriori e fastidiosi problemi. Nell’eventualità che si tratti invece del secondo caso, solo il consulto diretto dello specialista può valutare, attraverso le radiografie e il sondaggio parodontale, la situazione creatasi e la possibilità di risoluzione che è variabile da caso a caso a seconda dello stato dell’osso residuo, della gengiva e della morfologia dei denti. Cordialmente Dott. Paolo De Carli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Io credo possa trattarsi dell'esito di una incisione di svincolo. È inutile ripetere che senza vederla è impossibile dare un parere corretto.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Al di là della reale o meno complicanza del suo intervento, la cosa più strana è la difficoltà nel reperire il collega che ha operato. In caso di malattia, ferie, o di qualsiasi altra sospensione dal servizio ci deve essere un sostituto. Di solito funziona così, e funziona anche bene. Chieda quando e dove il collega riceve e si sottoponga ad un controllo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent.le sig FRANCESCA la descrizione del suo intervento può corrispondere all'ipotesi che le ho fatto nella mia risposta precedente.. la retrazione gengivale può essere conseguenza del lembo; è necessario attendere la cosiddetta "maturazione dei tessuti gengivali" poichè la zona è ancora in via di guarigione.. si faccia comunque controllare.. cordiali saluti, dottor Francoo Tarello, dentista in Torino

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Gentile sig.ra Francesca, la recessione gengivale in seguito a intervento estrattivo con lembo la considero una "conseguenza normale" per due motivi: il primo è l'abbassamento dell'osso dovuto all'estrazione del dente, il secondo è dovuto dal fatto che ogni volta che si esegue un intervento con lembo muco periostale si paga sempre un prezzo biologico che comporta una perdita di gengiva di circa 2mm Dr. Salaris Stefano Roma

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Sig. Francesca, chieda alla struttura un appuntamento con il medico che l'ha trattata.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)