Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 6

Quanto è pericoloso e dolorosa un'operazione simile?

Scritto da fabiano / Pubblicato il
Salve, il 18 agosto 2012 sono stato operato per un fibroma ossificante benigno posto sulla mandibola (staccato dall'osso mandibolare) a distanza di pochi giorni la zona sotto mascellare ha ripreso ad ingrossarsi. Inizialmente il mio dottore mi ha detto che era un gonfiore post-operatorio ma a distanza di un mese avevo una palla di 5 cm x 4 cm sotto la mascella, e giorno dopo giorno tale gonfiore cresceva salendo verso l'orecchio e la parte superiore della mascella. Quindi abbiamo rifatto l'esame istologico, ma è stato confermata la diagnosi benigna, e uno specialista dell'istituto di ricerca contro i tumori mi ha detto che il gonfiore basso era dovuto ad una sacca di sangue che non si era vascolarizzata, mentre il gonfiore nei pressi della parte superiore della mascella era dovuto ad un dente del giudizio infiammato. Quindi cura antibiotica e successiva estrazione. A distanza di 4 settimane pero' gli antibiotici (macladin, bacagil, piperillina e rocefin) non hanno funzionato, e si vuole procedere cmq all'estrazione dell'ottavo in quanto causa principale dell'infiammazione. Quanto è pericoloso e dolorosa un'operazione simile? e soprattutto di fronte ad una cura antibiotica che non funziona...cosa si deve fare?
Caro Signor Fabiano, una cura antibiotica così potente ed articolata, non funziona solo se le dosi sono troppo basse e per periodi troppo brevi o se la Diagnosi che è stata fatta è sbagliata! Temo di propendere per quest'ultima ipotesi perchè antibiotico simili, in particolare il Rocefin, hanno sempre il sopravvento su ascessi e flemmoni. Forse non si sono accorti della trasformazione dell'ascesso in Flemmone che andava inciso e drenato! Inoltre mi sembra strana la "teoria2 della raccolta ematica sottomandibolare. Sarebbe bastato aspirarla chirurgicamente e "aprire" per cauterizzare o legare il vaso da cui prendeva origine! Ovvio che su una raccolta ematica non faccia effetto l'antibiotico perchè non è infettiva ma è una emorraggia interna in pratica! Una terapia prechirurgica con coagulanti o aggreganti piastrinici non le è stata data? Una terapia locale intraoperatoria con gli stessi farmaci non è stata fatta? Una ricerca dei vasi potenzialmente sanguinanti e un loro isolamento intraoperatorio non è stato fatto? Troppe cose non quadrano! Certo il Dente del Giudizio va estratto, dopo però aver risolto "la tumefazione", Diagnosi Prognosi e terapia! Non ci si inventa niente in Chirurgia e non ci si improvvisa chirurghi! Ripeto mi sembra improbabile e strana questa diagnosi di raccolta ematica!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Anch'io penso che ci siano carenze nella diagnosi, nella seconda intendo, perche' su quella istologica dovremmo star tranquilli che e' tutto benigno quello che le stato escisso. Io credo che sia il caso di verificare cosa e' veramente quella tumefazione, calcolando che l'antibiotico, che ha anche una funzione di antiedema, non ha funzionato al meglio.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gent. Fabiano, Se il dente del giudizio causa della tumefazione è il superiore, di solito l'estrazione non è difficile nè traumatica; se è l'inferiore, va vista la panoramica per poter esprimersi circa la sua difficoltà. Riguardo agli antibiotici che non funzionano, credo che questo sia molto improbabile, specialmente col "cocktail" che hai preso tu; piuttosto penso che il gonfiore non fosse relativo ad un'infezione ma a qualcos'altro, come d'altronde è anche stato detto (raccolta ematica). Comunque io procederei all'estrazione del dente sospetto sotto copertura antibiotica, poi si chiariranno forse le cose. Comunque avresti bisogno di una visita odontoiatrica accurata e di un esame attento delle radiografie. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Sig. Fabiano, mi pare molto strano che gli antibiotici non hanno fatto effetto, decisamente è un'associazione di farmaci potente. Mi sembra inappropriato dire che vi è una raccolta di sangue di quelle dimensioni e non fare nulla. Chiederei una ulteriore visita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Fabiano, si faccia mettere sempre tutto per iscritto altrimenti rischia grandi confusioni e poi si affidi alle mani del suo odontoiatra, il dolore se ci fosse, passa in secondo piano rispetto alla patologia e poi è facile da dimenticare.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se mi permetto, e non voglio fare pubblicità ad alcuno, per quanto riguarda la patologia orale, il n°1 in Italia è il prof. Favia del policlinico di Bari.... Consiglierei una visita.

Scritto da Dott. Valerio Pierpaolo Fiore
Barletta (BT)