Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 12

Rischio parestesia facciale per estrazione denti del giudizio con radici vicine al nervo.

Scritto da Petra / Pubblicato il
Salve sono una ragazza di 25 anni. Devo estrarre entrambi i denti del giudizio inferiori, ma le radici sono molto vicine al nervo. Il mio dentista mi ha detto che c''è il rischio di una parestesia. Volevo chiedervi quali sono i rischi in base alle tecniche odierne e se è il caso di fare l''operazione o aspettare le eventuali conseguene, tenendo conto che le radici non sono ancora completamente sviluppate. Ho sentito parlare anche di disinclusione odontoiatrica, ma avendo io uno dei denti cresciuto in orizzontale, (tanto che per estrarlo dovranno tagliare l''osso) mi chiedo se sia attuabile. Grazie mille
Gentile Petra, qualunque manovra chirurgica è gravata da possibili complicanze. L'estrazione del dente del giudizio inferiore incluso è gravato da due possibili complicanze: - la parestesia del nervo alveolare inferiore - la parestesia del nervo linguale Inoltre bisogna distinguere le parestesie in - temporanee - definitive Le variabili in questione sono molte: l'esperienza del chirurgo, la posizione del dente, la conformazione della radici, ecc. Comunque le percentuali medie di parestesia definitiva ad uno dei due nervi, come riportato in letteratura medica, oscillano intorno allo 0,1% ovverossia 1 caso su 1000. In ogni modo il rapporto rischi/benefici va sempre effettuato. Se i denti sono in inclusione totale e non hanno mai dato problemi, può essere una saggia scelta quella di farli rimanere lì dove sono. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Nel correedo professionale di un chirurgo orale esiste sempre un fagotto in cui è riposta la saggezza. Valutando con una tac la reale posizione del dente del giudizio incluso, il chirurgo può valutare il reale rischio che il paziente corre, come brillantemente esposto dal collega Venuti. Riducendo tale rischio a zero se usa la saggezza. La manovra per disincludere il dente del giudizio non trova applicabilità laddove il dente sia orizzontale o quasi. Non ci sarebbe nessun vantaggio e nessuna possibilità che il dente erompa (nasca) una volta che gli sia stato resecato l'osso che lo include. Si rivolga con fiducia al suo dentista, magari portandogli una tac, qualora non l'abbia ancora fatta. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Come evidenziato dai colleghi in precedenza, qualora la posizione dei denti sia in prossimità di strutture nobili come l'alveolare inferiore può non bastare l'ortopantomografia ma occorre integrare con una tac dentascan che chiarisce i rapporti tra radici e nervo...Comunque, oggi, la tecnologia ci viene ulteriormente incontro con la chirurgia piezoelettrica che consente di tagliare l'osso e clivare il dente senza ledere tessuti molli e senza sequele di disestesie o parestesie. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Iaderosa
Marcianise (CE)

Non conoscendo l'eventuale sintomatologia e senza esame radiografico risulta difficile esprimere un giudizio. Una dentalscan per valutare gli esatti rapporti risulta consigliabile per la precisa pianificazione dell'intervento. Tale esame spesso può evidenziare rapporti meno intimi di quelli che appaiono dall'ortopantomografia sul cui piano si proiettano strutture di sovente situate a profondità diverse. Un saluto.

Scritto da Dott. Giuseppe Maiellaro
Paderno Dugnano (MI)

Sig.ra Petra, mi trova in accordo con la splendida risposta del collega Venuti, consigliata una tac dentascan con una ricostruzione tridimensionale delle immagini se non già eseguita.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sicuramente, oltre all'esame Opt, un dentalscan potrà dare l'esatta posizione delle radici dal nervo. Pertanto sarebbe opportuno eseguire l'esame per una corretta valutazione del caso. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Elio Chello
Roma (RM)

Prima di procedere all'estrazione bisogna eseguire altri esami radiografici quali tac o dentalscan per valutare l'effettiva vicinanza con il nervo dopo di che si decide

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Salve, per valutare i rischi legati all'intervento di disinclusione chirurgica degli ottavi inferiori e' consigliabile eseguire preventivamente un dental-scan, ossia una indagine radiologica, sostanzialmente una t.a.c limitata alla mandibola, in grado di dirimere ogni dubbio circa il coinvolgimento del nervo mandibolare. Ti consiglio di eseguire tale indagine e solo dopo valutare il tipo di intervento da eseguire. Cordialmente

Scritto da Dott.ssa Antonella Pantaleo
Marsala (TP)

Cara paziente, data l'importanza dell'intervento da farsi io e la mia equipe abbiamo fatto un protocollo per questi casi. Si tratta di fare un lembo nella zona del terzo molare> identificare la corona> liberare da eventuali adesioni ossee>attaccare un brackett o attacco ortodontico> inserire una legatura intreccata> chiudere il lembo>inserire una minivite in titanio nella branca montante della Mandibola>e disincludere il dente fuori dalla prossimità del canale e poi estrarre in sicurezza. Questa procedura può farsi solo se si preveda una estrazione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Tieni presente che un dentista che si approccia a fare un piccolo intervento facile facile come devi fare tu, é obbligato a.. metterla giù parecchio dura, nel senso che per i mille aspetti medico legali (ben giustificati per la tutela dei pazienti verso una categoria, la nostra, che per secoli ha avuto una vera.. licenza d'uccidere) ed anche morali, deve bene evidenziarti tutti i rischi possibili. Ma in realtà spesso si tratta solo di chiacchiere per mettere bene le mani avanti. Un vero parere di quanto e quale sia realmente il rischio te le potremmo dare con una bella OPT o un dental scan da fare eseminare agli illustri chirurghi orali di questo sito, ma come fai a mandarci queste documentazioni???
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia