Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 8

Quanto può durare un'alveolite?

Scritto da Mara / Pubblicato il
Buongiorno Gentili Dottori, mi chiamo Mara ho 26 anni. Dieci giorni fa ho subito l'estrazione di un dente del giudizio inferiore semi-incluso. Operazione nella norma, in seguito avrei dovuto prendere l'antibiotico Velamox ogni 12 ore per 4 giorni. Purtroppo però, siccome il dolore è ricomparso più forte di prima, tre giorni dopo il mio dentista ha deciso di togliermi i punti di sutura. Altri tre giorni dopo il dolore post operatorio aumentava, così sono tornata nuovamente dal dentista, che mi ha diagnosticato un'alveolite e mi ha detto di prendere Augmentin per 4 giorni ogni dodici ore. Ormai è il 4 giorno di Augmentin, ma il dolore persiste, anche se diminuisce. La cosa però più fastidiosa ora è un saporaccio terribile in bocca, mi sembra che provenga proprio dalla ferita e non c'è modo di farlo andare via. Dipende dall'antibiotico o dall'infezione? Quanto può durare un'alveolite? Nelle vostre risposte precedenti ho letto che gli antibiotici non servono in questi casi, è corretto che io ne stia prendendo da 10 giorni? Ringrazio tutti in anticipo.
Alveolite Secca Cruentata Localmente vedere testo. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Mara, la terapia è chirurgica. Non basta pulire gli alveoli, bisogna fare una revisione chirurgica ben fatta dell'alveolo stesso.Esistono poi sostanze efficacissime locali da inserire nell'alveolo revisionato e soprattutto cruentato, ossia fatto sanguinare! Gli antibiotici prescritti, in particolare il primo sono troppo blandi. Raggiungono con difficoltà l'osso alveolare. Deve essere prescritto un antibiotico potente per i gram negativi anaerobi e per almeno 7-14 giorni. Personalmente in avulsioni chirurgiche li prescivo da due o tr5e giorni prima. C'è un aforisma Francese che recita:" Gli antibiotici si prendono o non si prendono, ma se si prendono, si prendono bene" Qiesto per sottolineare che assumendoli per pochi giorni o dosi piccole o antibiotico troppo blandi, non si uccidono i microbi, ma si tramortiscono e così figliano ceppi resistenti a quell'antibiotico. Questa è la sensibilizzazione. Quindi contrariamente a quel che si crede, ci si sensibilizza agli antibiotici se non adatti alla situazione e se prescritti per periodi troppo brevi o adosi troppo basse!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Mara, il saporaccio è dato dall'alveolite. Purtroppo gli antibiotici in questo caso danno scarsi risultati perché la zona è poco vascolarizzata. Miglior risultati si possono avere con sostanze che vanno inserite nell'alvelo. Purtroppo una alveolite può durare per parecchi giorni. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Sig.ra Mara, l'alveolite post estrattiva è una complicanza molto spiacevole per il dentista e soprattutto per il paziente!!! la terapia deve essere principalmente chirurgica, nel senso che l'alveolo deve essere ripulito chirurgicamente sotto anestesia locale inducendolo a sanguinare affinchè si riformi un coagulo stabile: la guarigione è assicurata ed anche il dolore scompare immediatamente dopo. Cordialmente Antonio Scura Specialista in Odontoiatria Perugia

Scritto da Dott. Antonio Scura
Perugia (PG)
San Venanzo (TR)

Si, bisogna fare come teste' detto dai colleghi; io prenderei comunque anche antibiotici

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Mi accodo alla risposta del collega Dott. Scura, l'antibiotico è necessario ma non sufficiente e un curettage dell'alveolo sotto anestesia per stimolare il sanguinamento, alternato a lavaggi con soluzione fisiologica, è immediatamente risolutivo della sintomatologia. Le faccio i miei auguri.

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile Mara, se il suo racconto è veritiero l'approccio è stato sbagliato e, ritengo, che, se il suo dentista è specialista abilitato, conoscerà molto bene la terapia medica e chirurgica da praticare in tali CASI CLINICI SEMPLICI. Le consiglio, pertanto, di riparlarne con il suo dentista oppure di rivolgersi ad un altro Collega.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Mara, ritorni dal suo odontoiatra e riferisca la sintomatologia, poi valuterà lui se occorre una revisione chirurgica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

L'antibiotico deve essere usato non meno di sei sette giorni.Poi se si presenta un'alveolite,sempre sotto copertura antibiotica,si fa una revisione chirurgica dell'alveolo e il successo è garantito anche con l'uso di lavaggi e sostanze che possono essere introdotte nell'alveolo cruentato. Personalmente ritengo che, una volta raschiato, applicato un antibiotico intraoperatorio, e fatto sanguinare basti la presenza del sangue per assicurare la risoluzione migliore.

Scritto da Dott. Stefano Trinchieri
Roma (RM)