Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 8

Esiste un'altra tecnica di anestesia senza essere iniettata?

Scritto da debora / Pubblicato il
Buonasera, oggi sono andata dal mio dentista e a malincuore ho ricevuto la notizia di dover togliere il dente del giudizio in alto a sinistra in quanto l'ho rotto. Il problema è che soffro di varie allergie alimentari non ancora chiare nonostante vari esami pertanto non so se sono allergica all'anestesia. Il mio dentista mi ha proposto di effettuare il test allergico per l'anestesia. La mia domanda è: esiste qualche centro specializzato in cui possono salvarmi in caso di un grave shock anafilattico? Inoltre esiste un'altra tecnica di anestesia senza essere iniettata? (Il mio dentista mi ha chiaramente detto che nel caso avessi una grave reazione allergica non sarebbe facile da gestire nella sua clinica privata) Grazie
Sarebbe da riuscire a documentare che lei è veramente allergica e lo è all'anestetico locale. I soggetti realmente allergici sono molti molti meno di quelli che pensano di esserlo. La questione delle intolleranze (non allergie) alimentari è molto controversa, e sta ai margini della medicina ufficiale. Insomma, c'è da vedere se lei è veramente allergica, cosa rara. E se avesse quella che in medicina si chiama atopia, ovvero la tendenza a dare reazioni allergiche multiple, allora bisognerebbe vedere se l'anestetico locale è fra le sostanze pericolose. Questo è estremamente raro, al punto che se c'è una reazione allergica alla anestesia del dentista, lo pubblicano in cronaca nazionale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Debora, stante al suo dire, prima dell'avulsione dell'ottavo e che necessariamente presuppone l'anestesia, Le consiglio di effettuare in un centro di allergologia i vari test. L'alternativa sarebbe quella di essere seguace di S. Apollonia che si è fatta togliere tutti i denti a vivo sopportando atroci dolori: Lei sarebbe disponibile a ciò? Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Debora, la proposta del suo dentista è giustissima per evitare problemi di allergia da anestetico. Segua i consigli del suo medico e stia tranquilla se tutti i tests risulteranno negativi. Non esiste purtroppo una anestesia di contatto efficace specie per le estrazioni. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Debora, se questa fosse veramente la sua paura, anche se le allergie alimentari (allergie poi o intolleranze?) non centrano nulla con l'anestesia, le direi di farsi visitare e fare il test da un allergologo in ambiente ospedaliero! In caso di grave shock anafilattico il centro più idoneo è trovarsi in un Ospedale dove esiste la rianimazione. Detto questo un buon Dentista privato, che venga dalla Medicina o dall'Odontoiatria , ossia un Medico Specialista in Odontoiatria o un Odontoiatra è praticissimo anche nelle emergenze tra cui lo Shock anafilattico. Insomma in linea di massima è meglio essere in Ospedale ma si ricordi che non è tanto il centro dove è che è importante, quanto il medico nelle cui mani è! Conta più il medico che sappia agire, dell'ambiente in cui ci si trova. Per i test quindi un allergologo ospedaliero di nota capacità, in linea di massima è la situazione migliore!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia ed Endodonzia, la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Debora, le allergie all'anestetico sono molto rare. Comunque è corretto nel suo caso chiedere un consulto ad un allergologo. Siccome parla di allergie alimentari penso ne abbia già uno di fiducia. Può rivolgersi tranquillamente a lui. Per quanto riguarda la tecnica per effettuare l'anestesia vi è solo quella tramite ago. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentma Debora, premesso che l'allergia all'anestetico, per nostra fortuna, è molto rara è necessario accertare se lo è veramente. In quel caso esistono adeguati protocolli che consentono di fronteggiare e ridurre al minimo il rischio di shock anafilattico.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Dubito che vi siano allergie reali all'anestetico, e comunque può far eseguire un test allergologico alle più comuni sostanze usate in odontoiatria presso l'ambulatorio di patologia orale del Prof. Spadari presso gli istituti clinici di perfezionamento a Milano. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Debora e se fosse allergica al lattice? O se fosse allergica alla puntura di un insetto quando si trova a Sharm el Sheik? I rischi ci sono per tutti e tutti i giorni e sono difficilmente prevedibili. Tutti i medici conoscono e sanno gestire le condizioni avverse degli anestetici, le consiglio la lettura del mio articolo “ IL MIO DENTISTA E' UN MEDICO E CONOSCE COME SOMMINISTRARE L'ANESTETICO PER VIA LOCALE E TRATTARE LE EMERGENZE NELLO STUDIO ODONTOIATRICO” che trova su questo portale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)