Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 11

Martedì 17 mi è stato estratto il dente del giudizio sx in basso incluso

Scritto da Emiliano / Pubblicato il
Buonasera, martedì 17 mi è stato estratto il dente del giudizio sx in basso incluso, l'operazione è durata circa mezzora, sotto anestesia locale, ed è finita con 3 punti di sutura. In giornata ho avuto un gran gonfiore che mi è durato anche il giorno dopo, ma oggi con l'uso di colluttorio e di impacchi caldi è diminuito parecchio. Preciso che sto prendendo augmentin da domenica due pastiglie al giorno. Questa mattina ho notato una certa sensibilità a qualche dente, soprattutto a quello dell'arcata superiore sopra al dente del giudizio estratto, dovuta al contatto con cibi freddi, come se i denti fossero cariati. Un paio di mesi fa ho sistemato qualche carie e mi chiedevo se con gli attrezzi usati durante l'operazione sia possibile che l'otturazione fatta precedentemente sia stata in qualche modo tolta o danneggiata. Inoltre mi sembra di percepire un fastidio in un po tutti i denti quando li stringo, una sorta di piccolissimo male che mi da la sensazione che debbano cadere. In questo caso vi chiedo gentilmente come dovrei agire a riguardo. Se invece non è possibile vorrei sapere se è normale questa sensibilità che ho avvertito e se passerà con il tempo. p.s. Questi piccoli problemi non si erano presentati durante la prima estrazione dell'inferiore dx del avvenuto parecchi mesi prima. Vi ringrazio in anticipo.
Caro Emiliano, contatta il tuo dentista di fiducia ed esponi i tuoi problemi.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Si tratta con tutta probabilità della conseguenza del fatto che non ha più masticato dal lato della estrazione, e le gengive si sono infiammate. Le sensazioni che prova sono tutte compatibili con la situazione conseguente l'estrazione, e tornerà tutto a posto. Si faccia vedere da chi la operato e appena possibile faccia una seduta di igiene. Nel frattempo, spazzolino al massimo!

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Emiliano, sarà che il dente è stato avulso il 17 ;) Naturalmente scherzo. Stia tranquillo. Poichè c'è una zona della sua bocca che lancia per l'intervento subito, segnali di dolore al cervello è possibile percepire sensazioni "strane" o dolorose in altre parti omolaterali.Esistono dei sintomi, detti sinalgie, che praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa ed accurata poi una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita parodontale e stia certo che si arriva ad una diagnosi. Ci chiede come deve agire al riguardo: andando dal suo Dentista! Ci penserà lui a visitarla!E' talmente logico e scontato che rimango "allibito" che non lo abbia già fatto. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Emiliano, prima di tutto non è possibile che le manovre che sono state fatte per estrarre il dente abbiano danneggiato le otturazioni. La sintomatologia che accusa probabilmente è causata dai postumi dell'intervento. Il fatto che mesi fa non ha avvertito questi sintomi non significa nulla. Purtroppo ogni estrazione è un evento a se e il post-intervento può ogni volta essere differente. Comunque contatti il suo dentista, una accurata visita è consigliabile. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Emiliano, avere dei piccoli disturbi a soli 3 giorni dall'estrazione di un dente per di più in inclusione ossea è assolutamente normale. Purtroppo non esistono estrazioni, che sono atti chirurgici, senza alcuna sintomatologia postuma anche minima come nel suo caso. Abbia pazienza e si risolverà tutto in poco tempo. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Non e' frequente ma succede che lo stress dell'intervento provochi un aumento del serramento dei denti con conseguente ipersensibilita' della zona coinvolta. Puo' essere un 'ipotesi per il suo caso escludendo carie o problemi parodontali

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentmo Emiliano, intanto è da escludere che le manovre messe in atto per l'estrazione del giudizio (emiarcata inferiore), abbiano danneggiato le otturazioni dei denti (emiarcata superiore). Detto questo: è difficile stabilire a cosa possa essere dovuta l'ipersensibilità che attualmente denuncia. Le consiglio di rivolgersi al suo dentista che le ha già risolto, brillantemente, il problema relativo al giudizio. Cordiali Saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Caro Emiliano, forse non ti rendi conto che hai fatto un'estrazione di un ottavo incluso appena 3/4 giorni fa!!! Non lambiccarti il cervello su questi piccolo fastidi che accusi, passeranno presto e ringrazia il tuo dentista per la perizia con cui ha effettuato l'intervento limitando le complicanze a zero nella prima estrazione e a questi piccoli fastidi nella seconda!!! Buona guarigione

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile Emiliano, direi che rientra tutto nella norma, ci vuole solo un po' di pazienze ed entro qualche giorno rientrerà tutto nella norma, io stesso ho dovuto estrarre un giudizio inferiore a Luglio di quest'anno ed ho avuto gli stessi problemi per più di un mese, nonostante la bravura del collega, si faccia rivedere dal suo dentista, ma sono sicuro che non ci siano danni ai denti vicini e tanto mano a quelli dell'arcata superiore. Cordialmente Dr. Formenti Paolo

Scritto da Dott. Paolo Formenti
Senago (MI)

Sig. Emiliano, dopo un’avulsione chirurgica di norma segue una visita di controllo, dove il paziente racconta le sue perplessità e l’odontoiatra pone i giusti corretti consigli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)