ricerca nel sito Cerca il Dentista nella tua città Cerca in
(area promo)

domande di odontoiatria

Ricerca nelle domande di Odontoiatria

   
Ricerca per categoria:  Ricerca parole chiave:

Domanda di Denti del giudizio


Scritto il 24-10-2008


Anestesia ed estrazione denti

Francesca
Sono molto anni che mi consigliano di estrarre i denti del giudizio inferiori e finalmente mi sono decisa. I denti si trovano nella seguente posizione INCLUSIONE OSSEA DI ENTRAMBI GLI OTTAVI. 38 e 48 si trovano in "posizione verticale perpendicolare all'asse centrale della mandibola ed al canale mandibolare. Contatto fra terzo apicale e canale mandibolare. Sia a carico di 38 che di 48 sono presenti iniziali segnali di pericoronite". La mia dentista decide di fare l'intervento in studio con anestesia locale. Dopo un ora e mezza di lavoro, isolamento del dente azione sento molto dolore per cui si fa un altra anestesia, il dente non si muove e i tentativi di tirarlo verso l'alto non vanno a buon fine poichè sento sempre molto dolore. Alla fine si decide di richiudere la gengiva con i punti e attendere qualche tempo per riprovare con un esperto di chirurgia orale. La causa della mancanza di copertura dell'anestesia è addebitata ad una infezione batterica sotto la radice. Vorrei chiedere se è pericoloso restare con il dente semi lavorato e la gengiva comunque richiusa con i punti? Sto sentendo i dolori penso normali post intervento, ma mi chiedo se l'anestesia ambulatoriale non mi ha fatto effetto succederà anche la prossima volta, allora sarebbe preferibile risolvere il problema con l'anestesia totale, magari estrendo insieme tutti e due i denti. Grazie


Le risposte dei medici

Pagine: 1
Risultati trovati: 6
Pubblicato il 24-10-2008
Cara Francesca, intanto trovo assurdo che si debba "tentare" un intervento per poi rimandarlo a tempi migliori. Dovevi rivolgerti subito a chi ha esperienza in ch orale. Da quanto, dici i tuoi denti sono inclusi ma verticali, ed hanno intimo rapporto con il nervo mandibolare. Prima domanda:La tua dentista ti ha fatto fare un tc scann? Perchè solo con questo esame puoi verificare l'esatto rapporto tra le varie strutture anatomiche. Ed è solo se sai esattamente dove si trova il nervo che puoi eseguire un intervento garantendo massimo comfort al paziente e soprattutto non fare nessun danno. Immagino Si sia basata solo sull esame ortopanoramico. Probabilmente continuavi a sentire dolore perchè il dente poggia sul canale mandibolare. Allora o fai una buona anestesia prima, o non riuscirai piu ad addormantarlo. L'intervento in se è molto semplice, ma chiaro, bisogna saperlo fare. Il consiglio che ti do, visto che ormai hai soprasseduto, aspetta un bel po. Non si riaprono mai ferite fresche. Fai una terapia antibiotica, in modo che tu possa guarire bene ed arrivare al prossimo intervento senza dolore. In questo modo non corri nessun rischio, ma continuerai a sentire male perchè in ogni caso le strutture anatomiche sono state offese. Attenzione a chi ti opererà perchè se il dente è attaccato al n. mandibolare, senza tac possono crearti problemi permanenti. Se poi ti sei impaurita, e sei interessata, c'è la possibilità di fare l'intervento in sedazione profonda, che è una sorta di anestesia generale ma molto controllata.

Pubblicato il 24-10-2008
Gent.le Sig.ra Francesca, se l'anestesia tronculare ( locoregionale ) è stata eseguita correttamente ( lei doveva sentirsi anestetizzata lungo la parte esterna della guancia, fino all'angolo delle labbra della parte destra o sinistra a seconda del dente che ha tentato di farsi togliere e magari anche un pò a livello di metà lingua )la sua sensibilita alle manovre della collega potrebbereo essere legate ad una forma particolare delle radici dello stesso. Le chiedo un paio di cose : 1) la collega ha eseguito un lembo chirurgico e ha iniziato a "consumare " l'osso attorno e sopra al dente con degli strumenti rotanti ( frese etc ) prima di tentare di muoverlo con leve, pinze o quant'altro? 2) poichè dal referto della OPT risulta un contatto nel terzo apicale delle radici col canale del Nervo Alveolare Inferiore, Le è stata fatta eseguire una TAC dental scan per vedere tridimensionalmente la posizione del l'ottavo ? Sappia che a volte, purtroppo, la panoramica, in presenza di alcuni segni radiografici ( quali deviazione del canale del nervo, assenza di delimitazione del canale del Nervo dalle radici etc ) non può essere sufficiente a descriverci i rapporti che le radici del dente incluso prendono con le struttura anatomiche contigue. Ha comunque ben fatto la Collega, vista la difficoltà e il suo dolore , a fermarsi, richiudere e pensare di rivolgersi ad un chirurgo orale. Non abbia paura per la sofferenza che accusa, probabilmente è solo dovuta alle manovre e dovrebbe passare in qualche giorno. Il dente però andrà estratto entro pochi mesi, poichè ormai è stata creata una breccia ossea, ove dall'esterno possono entrare batteri presenti in bocca, con possibili infezioni . Ci faccia sapere Cordiali saluti

Pubblicato il 24-10-2008
Gent.ma Francesca, gli interventii per l'estrazione degli ottavi inclusi sono tra i più pericolosi poichè se mal condotti possono esitare in bruttissime esperienze per il paziente ( come nel suo caso) ed in lesioni permanenti di vario grado di gravità. Detto questo però per onestà va detto che se il chirurgo e/o dentista è preparato ed esperto su questo tipo di terapia questa diventa prevedibile con rischi controllati ed interventi di durata dai 15- a 45 minuti. Si potrà poi discutere se fare o non fare una TAC prima e se fare o non fare la tronculare e se fare o non fare la sedazione cosciente, ma rimane il fatto che è l'operatore che fa la differenza. E' consigliabile che tali interventi siano effettuati da chi li effettua di routine, ed ha esperienza per un corretto management del pre- e post operatorio. In genere nel mio studio questi pazienti sono mandati da altri colleghi che non si occupano di tali problematiche. Solo in rari casi, per motivi economici e/o per volontà esplicita del paziente stesso, di comune accordo decliniamo l'intervento in strutture pubbliche.

Scritto da Dott. A. Palumbo
Pescara (PE)
Collaboratore di Dentisti Italia
Pubblicato il 24-10-2008
Cara Francesca le dico subito con tutto il rispetto per la collega, ma questo tipo di intervento non va condotto per tentativi. Ma va condotto con decisione e soprattutto da persona qualificata che si occupa di chirurgia, infatti se la collega non le ha richiesto una TAC vista la condizione anatomica di una possibile continuità tra canale mandibolare e radici dentarie forse non si occupa sempre di chirurgia. Comunque la sintomatologia dolorosa eventuale edema sono visto come è andato l'intervento normali, sicuramente l'intervento eseguito da un chirurgo orale non necessita di anestesia totale, ma basta una tronculare (locoregionale),e l'ausilio di attrezzature adeguate e stia tranquilla ke tutto sarà più facile. Cordiali saluti.

Pubblicato il 24-10-2008
Sig. Francesca, brutta esperienza, non posso dirle se è pericolosa la sua situazione perchè non ho elementi per poterla giudicare, la sua odontoiatra le avrà prescritto sicuramente terapia antibiotica e antidolorifica, ci tenga informati. Fermare l’intervento e metterlo in mani più esperte a volte è da approvare, perché evita eventuali danni maggiori.

Scritto da Dott. D. Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 24-10-2008
Gentile Francesca, la scelta della tecnica chirurgica, della anestesia e della stessa accettazione del caso sono legate all'operatore. Io penso che se si inizia un intervento si debba avere tutto sotto controllo. Forse era il caso di non iniziare e programmare l'intervento direttamente con un collega più esperto di chirurgia orale. "Cose che capitano". Comunque non si preoccupi per la ferita, il dolore lo potrà controllare, però si sottoponga ad intervento il prima possibile. Cordiali saluti

Scritto da Dott. C. Romano
Palermo (PA)
Consulente di Dentisti Italia
Pagine: 1
Risultati trovati: 6