Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 15

Mi è stato estratto il dente del giudizio con non poche difficoltà

Scritto da Antonella / Pubblicato il
Buongiorno, il giorno 3 Ottobre mi è stato estratto il dente del giudizio nella parte superiore destra. L'estrazione è durata tre quarti d'ora senza non poche difficoltà soprattutto per l'emissione dei punti. Ho incominciato la sera stessa, e non qualche giorno prima come penso sarebbe stato meglio, la cura antibiotica (Velamox). Nei giorni successivi un rigonfiamento abnorme, tanto da coinvolgere anche l'occhio destro che le mattine seguenti si presentava semichiuso. Cambio antibiotico dopo 5 giorni (Augmentin) Ad oggi, quindi esattamente 9 giorni dopo, dalla situazione abnorme ho avuto solo un lieve miglioramento! A detta del mio dentista e anche a seguito di una panoramica che, sempre a detta sua non riporta rotture ossee o cmq danni, diagnosi: Sono un soggetto sensibile e il forte trauma comporta una guarigione più lunga del previsto, portare pazienza! La mia pazienza quanto deve durare? E' normale una situazione del genere o cmq secondo Voi devo cambiare nuovamente antibiotico magari penicillina? Grazie
Quella che sta usando è una penicillina e quindi va bene così. Per il gonfiore usi qualche antinfiammatorio tipo AULIN bustine una ogni 6 ore a stomaco pieno ed una buona dose di pazienza che tutto andrà a posto. Cordialmente

Scritto da Dott. Maurizio Pedone
Caronno Pertusella (VA)

Sig. Antonella, effettivamente, non è la zona più semplice da suturare. Purtroppo i tempi di guarigione sono indicativi in quanto ognuno di noi presenta tempi di guarigione diversi. Lei sta gia assumendo una molecola derivata dalla penicillina ( amoxicillina + ac, clauvanico ). Consiglio nuova visita e terminare terarapia antibiotica o sostituirla.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non sono certo i punti in quanto tali a determinare il gonfiore e neppure il loro utilizzo è correlabile alla complessità dell'intervento che invece può determinare edemi post-operatori anche di notevole entità. Nella quasi totalità dei casi dopo una fase di aumento dei sintomi in terza - quarta giornata si assiste ad una progressiva riduzione degli stessi, e mi riferisco in particolare al gonfiore, dopo 7 -10 gg. Entro 15 giorni direi che tutto deve essere risolto. Il lieve miglioramento che ha notato puo essere proprio l'inizio della risoluzione di tutti i suoi problemi nei successivi 5-7 gg. In caso contrario si rivolga nuovamente al suo dentista per una visita di controllo. ATTENZIONE ! Molti decorsi post-operatori sono cosi drammatici semplicemente perchè non è stato utilizzato correttamente il più importante tra tutti i presidi: il ghiaccio! Nelle prime 24-36 ore è di fondamentale importanza. Adesso ovviamente è troppo tardi. Ci tenga informati Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Buda
Napoli (NA)

Concordo con il parere dei colleghi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

Lei dice di vedere dei lievi miglioramenti. Le consiglio di attendere ancora qualche giorno per vedere come va. Se la cosa dovesse persistere occorre una nuova valutazione ed ulteriori esami.

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

La disamina dei fatti da parte del collega Buda é esattissima. Attenda ancora qualche giorno, ma non cambi antibiotico. Sta già usando una penicillina (amoxicillina) ed ha solo creduto di cambiare farmaco. Se non ha usato il ghiaccio in prima giornata, può essere ora utile assumere per qualche giorno un cortisonico antiedemigeno insieme all'antibiotico. Cordiali saluti.

Scritto da Prof. Vito Antonio Tomasicchio
Bari (BA)

Gentile Antonella, il gonfiore non è causato dai batteri ma è una reazione edemigena infiammatoria legato all'intervento. On-line non mi sembra corretto prescrivere farmaci, almeno la dovrei visitare. Comunque parli col suo dentista o col suo medico curante che le diranno cosa fare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Antonella, i colleghi che mi hanno preceduto le hanno dato risposte assolutamente esaurienti. Il problema dell'edema che persegue anche dopo 6/7 giorni dalla avulsione anche sotto copertura antibiotica, va valutato dal suo dentista, che sa che tipo di problemi, se ci sono stati, ha trovato durante l'avulsioe. I punti non c'entrano molto nel perdurare del gonfiore, anzi presuppongono un corretto approccio terapeutico. L'unico dubbio, avendo già cambiato o meglio solo migliorato l'antibiotico, usando una associazione ( AUGMENTIN ) di Amoxicillina e Acido Clavulanico invece della sola Amoxicillina ( VELAMOX), e non vedendo grandi miglioramenti, potrebbe essere quella di aver avuto una alveolite postestrattiva per la ridotta formazione del coagulo postestrattivo, oppure per manovre estrattive particolarmente cruente. In questi casi permane un dolore molto forte, continuo, profondo a volte anche lancinante, poichè l'alveolo ove c'era il dente rimane a contatto dei liquidi buccali e si possono creare infezioni e sequestri ossei e a volte un cattivo sapore/odore che fioriesce dalla bocca. Se così fosse il mio consiglio è di farsi controllare ancora da suo dentista, che la potrà rassicurare ed eventualmente porre rimedio alla situazione. Se invece il problema è solo l'edema, probabilmente tutto scomparirà in pochi giorni. Tenga informato il suo medico che sicuramente saprà come seguirla correttamente. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

L'avuolsione dell'ottavo superiore in casi particolarmente indaginosi può dare edemi anche a volta imponenti. I presidi post-operatori con terapia antiedemigena è cosa fondamentale il ghiaccio, aiutano una risoluzione più rapida del problema che, in fin dei conti è eminentemente estetico. Se invece il problema perdura è indispensabile reimpostare la terapia antibiotica di supporto sostituendola, eventualmente con quella di tipo iniettivo. Ovviamente, queste considerazioni le può prendere il suo clinico di fiducia poichè noi, da questa tribuna, senza conoscenza diretta del caso e del paziente possiamo solo formulare ipotesi. Resto a disposizioni per approfondimenti. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Cara Antonella, quello che le è sucesso è abbastanza normale per quel tipo di estrazione, porti molta pazienza e ci faccia sapere.

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)