Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 5

SEGUITO ALLA DOMANDA: Il problema è che ho sempre questo presunto ascesso sotto il dente

Scritto da MICHELE / Pubblicato il

Buongiorno, scusate tanto se approfitto di voi in questi giorni ma con le vostre risposte mi avete APERTO GLI OCCHI e mi state dando veramente un aiuto. Questa RX è stata fatta un mese fa prima di iniziare il lavoro del famoso dente 46 con 9 sedute per devitalizzato con successivo ascesso ( come raccontato in 2 domande tra ieri ed oggi )! Vi chiedo un ultimo consiglio in base alle RX che vi ho inviato .. perchè ho sentito pareri discordanti sul fatto di togliere o no il dente del giudizio incluso che vedete ( lo studio che mi ha in cura è del parere di toglierlo ) e non so che fare!?? e poi Il molare 46 era così preso male che può starci la mal riuscita della devitalizzazione ?? e un'ultima cosa .. a vostro parere mi date una consulenza sullo stato attuale della mia bocca e su come procedere.... grazie mille

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/implantologia/4373_ascesso-sotto-il-dente.html

Gentile Michele, se il 4.8 non le dà alcun problema soprassederei dal toglierlo anche perchè è in una posizione poco felice. Per gli altri quesiti la rimando al mio precedente post. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se il dente incluso è sondabile distalmente all'ultimo molare ( 47 ) è consigliabile l'estrazione altrimenti è probabile che nel tempo si cari la radice del 2 molare. Per il resto è difficile dire di più in quanto non è chiara un panoramica già normalmente per fare diagnosi a maggior ragione è più difficile una volta inviata via web discriminare eventuali patologie. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Il 48 è da estrarre!

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Michele, occorre un solo vero odontoiatra, solo cosi saprà cosa fare.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Difetti ossei con tasche parodontali infraossee e loro terapia chirurgica. Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Caro signor Michele, le ho già risposto il 22-07-2011 , aggiungo, visto che lo chiede, che il 48 va estratto assolutamente, ma attenzione ai suoi rapporti che sembrano stretti col canale mandibolare inferiore dove passa il nervo alveolare inferiore ed attenzione che non le estraggono anche il 47 per estrarre il 48. Devono essere mani abili! Da una lastra non si può fare certo diagnosi di Parodontite, ma vedo dei difetti ossei, un cratere tra 47 e 46,un emisetto tra 45 e 46, una difetto osseo circumferenziale a 4 pareti, misto nel gruppo frontale inferiore e così via. Questo fa sospettare la presenza di tasche parodontali e quindi di una Parodontite. Deve quindi fare una accurata visita Parodontale oltre che gnatologica e protesica ed odontoiatrica generale per rilevare le misure delle tasche parodontali se ci fossero, ripeto non si può giudicare da una OPT, ma dai difetti ossei presenti sembrerebbe di si, poi una preparazione iniziale parodontale con ablazione tartaro, cuettage e scaling e root planing, Rx complete endorali parodontali, modelli di studio da montare su articolatore e una seconda visita di rivalutazione parodontale per ri prendere le misure delle tasche dopo aver rimosso da esse il tessuto di granulazione che falsava la prima misurazione, ora solo, si può fare diagnosi e impostare corretta terapia. Legga sul mio profilo:"Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e "Terapia chirurgica della parodontite".La visita va fatta da un Parodontologo o anche solo da un Dentista molto colto perchè la visita e la eventuiale preparazione iniziale con seconda visita fanno parte del bagaglio culturale di ogni Dentista, ovviamente il modo descritto è quello che adotto io personalmente e mia figlia Claudia e quindi si può discostare un po' da questo modello in altri Dentisti secondo le proprie preferenze, ma la sostanza è questa.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia