Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 10

Anche dopo alcune anestesie provavo molto dolore mentre il dentista tirava il dente

Scritto da barbara / Pubblicato il
Buongiorno, sono Barbara e ho bisogno di una vostra opinione. 3 settimane fa mi sveglio alla mattina con dolore ai denti, arcata superiore sx, nessun dente in particolare. Il giorno dopo vado per un controllo dal dentista, mi dice che il dente del giudizio è cariato e bisogna toglierlo, mi ha dato appuntamento oggi. In queste 3 settimane mi è venuto ancora quel dolore, sempre dopo aver dormito...un dolore che parte dalla mandibola estendendosi all'arcata sx inferiore; toccando i denti con la lingua li sento sensibilissimi... oggi vado per togliere il dente, dopo alcune anestesie provavo molto dolore mentre tirava forte...e quindi il dente non è stato tolto!L'anestesia è stata fatta bene credo perchè la guancia la inizio a sentire normale solo adesso... c'è da dire che non mi è stata fatta nessuna panoramica perchè, ha detta del dentista, il dente del giudizio in questione è piccolissimo e tutto fuori dalla gengiva. Infezione dice che non ce ne sono...ma allora perchè continuavo a sentire dolore? ero super super agitata, può incidere qualcosa? ora...io vorrei curarlo questo dente e non lo voglio più togliere...anche se tra un anno dovrò ricurarlo!!dopo l'esperienza negativa di oggi non lo voglio togliere! si può curare questo dente? e secondo voi perchè l'anestesia non mi faceva effetto corretto?? grazie
Gentile sig.ra Barbara, quando un dolore è da causa imprecisata o essenziale è molto importante dimostrare che nelle ossa mascellari non c'è alcuna causa importante, quindi sono dell'avviso che la panoramica vada eseguita e anche studiata. Che poi il dente sia esposto in arcata può essere di conforto,ma non esclude la presenza per esempio di una cisti! Le cause odontogene possono essere molteplici, mai essere troppo sicuri. Per quanto riguarda l'anestesia che non prende bene, le cause possono essere diverse. Ricordo un famoso chirurgo orale che ad un corso spiegava come le sue assistenti lamentassero che le sue anestesie a volte " non prendessero". Il prof. in questione ha voluto realizzare un corso per dimostrare che il decorso del nervo alveolare inferiore è quanto mai vario, anche se presenta un percorso prevalente, che è quello che viene studiato e per il quale si insegna dove fare l'anestesia tronculare. C'è anche da dire che è meglio integrare la tronculare con una infra -ligamentosa, specie nelle estrazioni complesse o chirurgiche. La invito per il futuro -se volesse ripetere l'esperienza di un parere su internet, che non è mai perfetto e sempre presuntivo - di accludere la panoramica proprio per darci qualche altro elemento. Auguri,
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Barbara, se "ha tirato forte" per usare il suo linguaggio, il dente è ormai lussato ed il parodonto e il fascio vascolo nervoso danneggiato, quindi è improbabile che lo si possa mantenere in bocca. Tuttavia, basta fare una visita clinica con prove termiche, Rx endorale e percussioni per stabilire il da farsi! Quello che racconta è incredibile. Anche perchè per una carie lo si sarebbe dovuto curare se aveva l'antagonista in ordine! Che dirle, senta il parere di un altro Dentista.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Barbara, se il dente (a suo dire) non ha alcun tipo di infezione è estremamente difficile che l'anestetico non sortisca alcun effetto anche perchè esistono varie tecniche di anestesia che possono essere combinate e comunque l'anestesia per un dente del giudizio superiore è molto più semplice ed efficace che per l'inferiore. Non conoscendo il suo caso non saprei che cosa dire se non di richiedere eventualmente un altro consulto. E' anche possibile che il dente in questione possa essere curato. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Barbara, i denti si possono togliere anche senza pinza e senza tirare, basta conoscere la loro conformazione attraverso un Rx, spesso non occorre forza, molte donne odontoiatra estraggono tutti i denti con facilità, pur non avendo grandi forze. Controlli se chi aveva intenzione di togliere il dente è iscritto all'ordine dei medici, poi questo dente probabilmente dovrà essere curato o tolto senza grandi problematiche da mani esperte.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con le risposte dei colleghi e in particolare condivido i dubbi del dr. Ruffoni sulla iscrizione all'ordine di questo "dentista". In ogni caso la diagnosi è molto facile: se l'anestesia non ha fatto effetto è sicuramente perchè il dente era infiammato e PRIMA di effettuare qualche manovra in bocca bisognava fare un ciclo completo di antibiotici. Il mio consiglio è di fare l'estrazione (del tutto inutile e dannoso mantenere un dente così, che ha già subito delle forze di estrazione e quindi ha avuto un danno anche ai legamenti, certamente irreversibile e quindi impossibile da recuperare) dopo aver iniziato gli antibiotici con sufficiente anticipo. Questa estrazione però va differita di un mese circa perchè ora probabilmente si svilupperà un edema che va smaltito prima di ritentare. Se serve però gli antibiotici vanno presi sin da subito se ci sono questi dolori. Salvo interrompere, fare calmare le acque e ricominciare tutto fra un mese.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Salve signora Barbara.. credo che il dente sia stato ben anestetizzato ma non si sia atteso il tempo necessario alla completa anestesia dell'emimandibola.. Unica cosa che non capisco è perchè non sia stata effettuata una rx di controllo della posizione delle radici. Cordialmente, gianluigi renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile Sig.ra Barbara, la sua versione per la semplice avulsione di un dente del giudizio superiore mi sembra fantascientifica in quanto l'intervento è generalmente semplice e scevro da dolore e, pertanto, non conoscendo la sua reale situazione clinica e non avendo alcun riscontro da parte del collega non mi sento di esprimere alcun giudizio. Le rammento, infine, che non dovrà essere lei a stabilire diagnosi, prognosi e terapia bensì lo specialista odontoiatra. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Barbara, Le risponde un'Odontoiatra che, pur essendo donna, estrae i denti con le pinze e con molta forza, nonostante le assurde affermazioni di qualche collega un pò antiquato. A parte la polemica, di cui mi scuso con Lei, è evidente che esiste un'infezione in sede del molare interessato e dunque il caso andava trattato prima con antibiotici e poi con estrazione. Tutto questo era prevedibile con una ortopanoramica, ed è questo il percorso che adesso Lei deve seguire con tranquillità. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Loredana Lupoli
Frattamaggiore (NA)

Generalmente,l'estrazione di un dente del giudizio superiore non presenta grosse difficoltà. L'anestesia da effettuare è una semplice anestesia locale che chiunque sa eseguire, quindi dubito che il suo dentista non sia stato in grado di effettuarla correttamente.Stessa cosa riguarda la presenza di una ipotetica infezione, generalmente il dentista se ne accorge. La panoramica non serve a nulla al più poteva eseguire una rx endorale per vedere la conformazione delle radici ,ma le ripeto se anche avesse avuto delle radici particolari essendo un terzo molare superiore non comporta grandi problemi. Una cosa mi viene da pensare, che non è stato preso in considerazione dai colleghi, L'anestesia togli il dolore ma non elimina tutte le altre sensazioni che si possono avvertire durante l'estrazione come sentirsi toccare,ma soprattutto si sente la pressione che viene esercitata, talvolta questo viene scambiato per dolore o paura di sentirlo fermando l'azione del dentista. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Cara Barbara punto 1 i denti del giudizio molto cariati non si possono curare perchè si dovrebbe fare una terapia canalare e dato che la posizione e l'anatomia canalare sono molto strane si estrae punto 2 che il suo dentista non le abbia fatto fare la panoramica è alquanto strano in ogni caso ovviamente la tensione incide ma penso che il suo dolore sia più da attribuirsi alla pulpite in atto nel dente che non consente all'anestesia di agire, dovrebbe aprirlo ed eventualmente fare l'antibiotico prima di toglierlo, distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)