Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 15

Il dentista mi ha trovato le gengive molto recesse.

Scritto da valentina / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei farvi una domanda in merito all'esito di una panoramica che ho fatto perchè il dentista mi ha trovato le gengive molto recesse. L'appuntamento dal dentista ce l'ho tra due settimane ma nel frattempo mi sto preoccupando molto perchè dalla radiografia risulta che ho il dente 28 ipoplasico (è il dente del giudizio vero?) Cosa significa? Mi devo preoccupare? quali sono le cause dell' ipoplasia? In attesa di una vostra gentile risposta, vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti, Valentina
Vuol semplicemente dire che il dente del giudizio è più piccolo del normale. Le cause sono ancestrali, per cui pare che i denti del giudizio oggi non servono più, qualche volta non si formano nemmeno o sono di forma o dimensioni differenti dalla norma. Molto più spesso l'ipoplasia non riguarda tutto il dente ma solo lo strato più superficiale, quello dello smalto. In tal caso l'anomalia si presenta come difetto o erosione dello smalto e può provocare la distruzione per carie dello strato più profondo, che è quello della dentina. Inoltre le ipoplasie si accompagnano ad altri difetti dell'eruzione o della forma dei denti ed alle agenesie, per cui le consiglio di far valutare dal suo dentista tutti gli altri denti, se sono ben presenti e se hanno forma e posizione normali: dalle malposizioni deriva la malocclusione, con conseguenti parodontiti e recessioni gengivali. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Valentina, non devi assolutamente preoccuparti su quello che trovi scritto nel referto della radiografia in quanto si tratta di termini scientifici che a primo acchito possono sconvolgere i non addetti ai lavori; cmq, il termine "ipoplasia" stà a significare poco sviluppato e nella fattispecie degli ottavi, soprattutto superiori, è un'evenienza normalissima e non esiste una vera e propria causa ma è la lamina dentaria, da cui si formano i germi dei denti, che geneticamente è predisposta in tal senso. Tieni presente che, giacché, i denti del giudizio non partecipano alla funzione masticatoria come avveniva secoli addietro quando l'alimentazione era costituita da cibi duri e consistenti, oggi si tende ad una involuzione filogenetica per cui gli ottavi molto più spesso non si formano neppure. Data la tua giovane età, invece, ti consiglio di non sottovalutare il fatto che il tuo dentista ha riscontrato una forte recessione gengivale e, pertanto, segui pedissequamente i controlli periodici di igiene professionale e le tecniche da utilizzare per l'igiene quotidiana a livello domiciliare. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Valentina, l'ipoplasia del dente del giudizio è molto frequente. Significa che l'ottavo dente è più piccolo del normale. Non sempre questo è un problema, anzi spesso è un vantaggio perchè ne rende più facile l'eventuale estrazione. Quindi stia tranquilla. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Valentina, non deve preoccuparsi, ma il referto dovrà essere interpretato dal suo odontoiatra che le fornirà tutte le spiegazioni del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Idem come sopra. Piccola nota di Filogenesi umana. le razze africane o negroidi hanno tutte i denti del giudizio perfettamente erotti e sviluppati. in certi casi presentano i "noni" cioè ulteriori denti dietro a quelli del giudizio in percentuale statistica superiore al normale (il 12%). Le razze arabe medio-orientali o asiatiche mostrano una assenza genetica del dente del giudizio o come nel caso dei cinesi dimensioni radicolari estremamente ridotte rispetto al normale. La razza caucasica è una via di mezzo per cui alcuni hanno denti del giudizio e altri no altri ancora come lei li hanno poco sviluppati. In linea di massima queste variazioni identificano una "antichità" genetica maggiore o minore e un maggiore o minore livello evolutivo in rapporto al mondo circostante. saluti Dr. Pierluigi Avvanzo Prof. a c. di Chirurgia Orale Università di Foggia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pierluigi Avvanzo
Foggia (FG)

Cara Valentina, la presenza di un dente del giudizio ipoplasico (cioè più piccolo della norma )è un evento non frequente ma non deve preoccupare più di tanto se non ci sono patologie connesse come ad esempio la formazione di cisti. Più attenzione porrei invece alla forte recessione gengivale anche in considerazione della giovane età. Le cause di una recessione che è comunque una forma di parodontopatia, sono varie ed è pertanto difficile dare una risposta senza alcun dato obbiettivo.Sicuramente il dentista che la segue ha più elementi per farlo potendo effettuare delle radiografie e anche un sondaggio parodontale. Se lo desidera può scriverci per aggiornarci sugli sviluppi del suo caso. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Innesto libero di Gengiva. DR.Gustavo Petti
Valentina...ipoplasico significa più piccolo...le recessioni non si vedono dalla OPM od OPT che dir si voglia...ma si diagnosticano con una visita clinica Parodontale...ma visto che parla di Recessioni,.....:.....la terapia è solo CHIRURGICA ... ed intuitivo...MANCA un tessuto = si RICOSTRUISCE quel tessuto che manca (OGGI ESISTONO ANCHE TESSUTI PARTICOLARI OMOLOGHI CHE RIsparmierebbero il prelievo dal palato ma essendo omologhi, sono pericolosi per infezioni tipo HIV e Epatite C...per esempio). Il punto è: non tutte le recessioni vanno trattate e questo lo si decide con una visita Parodontale fatta da un Parodontologo....IN OGNI CASO....:.....è indispensabile ricostruire la gengiva persa per ricoprire la recessione ma soprattutto per ridare una banda sufficiente di gengiva aderente intorno al dente....questo lo possiamo fare con diversi interventi da valutarsi in sede di visita e preparazione iniziale parodontale della bocca e seconda visita di rivalutazione parodontale (legga nei miei articoli cliccando il mio nome: Visita Parodontale poi sotto Casi clinici tutti quelli che iniziano col nome RECESSIONI GEMGIVALI (ce ne sono tanti)...........le spiego qualcosa sulle recessioni gengivali: La classificazione più comune è quella di MILLER, che prende in considerazione l’aspetto clinico e lo stato osseo interprossimale, in particolare delle piramidi ossee sottopapillari: ��� prima classe ; recessioni che non si estendono fino alla giunzione mucogengivale e nelle quali non vi è perdita di osso e di tessuti molli interprossimali. ��� seconda classe ; recessioni che raggiungono o superano la giunzione mucogengivale, non vi è perdita di osso e di tessuti molli interprossimali ��� terza classe ; recessioni che superano o raggiungono la giunzione mucogengivale con perdita di osso o tessuto molle apicalmente alla giunzione amelocementizia, ma coronale all’estremità apicale della recessione ��� quarta classe ; recessioni che superano la giunzione mucogengivale con perdita ossea interprossimale fino ad un livello apicale rispetto alla base della recessione. La scelta del trattamento Ogni recessione ha il suo intervento d'elezione: i parametri più importanti da valutare, a tale proposito, sono l'integrità dell'osso alveolare e la qualità del tessuto aderente. E' ovvio che se non esiste deiscenza alveolare, la condizione è senz'altro più stabile che non se esista invece la deiscenza. Condizione più labile e da considerare poi quella in cui si sia "perduta" la gengiva aderente e sia rimasta solo la mucosa alveolare, cedevole, elastica e quindi non perfettamente idonea a fungere da attacco epiteliale. E' quindi di primaria importanza accertare se la recessione abbia creato un difetto funzionale dovuto alla perdita totale della gengiva aderente. Il trattamento dovrà tendere a ottenere la completa ricopertura della radice denudata, senza venir meno però allo scopo principale dell'intervento stesso, che è quello di creare una zona di gengiva aderente intorno alla recessione. Gli interventi di elezione sono molti, tra questi: • Innesto Libero di Gengiva • Il riposizionamento coronale del lembo (CAF) e sue varianti • Lembo Peduncolato Ruotato • Il riposizionamento laterale del lembo • Lembo con doppia papilla • Innesto bilaminare e sue varianti. • Il lembo semilunare secondo Tarnow • lembo coronale posto a copertura di una membrana secondo i principi della GTR • amelogenine sulla superficie radicolare ………….(veda nei miei Casi Clinici, ci sono tanti lavori… sulle RECESSIONI. cliccando il mio nome ed entrando nel mio profilo) ...............le lascio una foto molto esplicativa, anche se di un settore frontale....(legga nei miei casi clinici tutti quelli che iniziano con RECESSIONE.......……………………… Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo dente del giudizio superiore sinistro è più piccolo e ciò non è preoccupante, il suo curante(dentista) valuterà la causa delle recessioni e la istruirà sull'igiene e sui controlli periodici.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Valentina, Il suo dente del giudizio è un pò più piccolo del normale ma tutto finisce li. Il problema delle gengive va valutato invece molto attentamente e soprattutto monitorato nel tempo. Tenga presente che tutte le gengive si ritirano di una certa entità col passare del tempo, ma queste velocità possono però essere enormemente accelerate da fattori causali quali presenza di depositi di tartaro, traumatismo allo spazzolamento, e fattori di squilibrio in fase di masticazione, ma ho riportato solo i primi tre che mi venivano in mente. Scelga un professionista serio e capace, che le sappia spiegare che cosa ha e come può risultare la sua bocca a fine cura, questo è molto importante. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Una volta era lo stesso dentista che aveva l'apparecchio per fare le radiografie panoramiche, ed ancora se era un radiologo che scattava la radiografia in uno studio medico separato consegnava la radiografia con un generico referto: "si rinvia al collega dentista per la diagnosi del caso. In tal modo si evitava ogni preoccupazione al paziente. Ora i radiologi vogliono esprimere tutta la lor professionalità e possono indurre il paziente a preoccuparsi. La definizione di dente "ipoplasico" significa che il dente è più piccolo che di norma. Questa è senza meno una notizia confortante perché vuol dire che il dente del giudizio ha bisogno di minor spazio per erompere sia pure tardivamente e che se si dovrà estrarre creerà minori difficoltà. Quindi è una notizia positiva e non sconfortante. Considero invece la radiografia panoramica un elemento non essenziale per una accurata diagnosi di parodontopatia; meglio sarebbe una radiografia endorale copmleta per ogni singolo dente, che permette di esaminare con maggiori dettagli lo spazio tra osso alveolare e radice del dente. Può chiedere al suo dentista dieseguirgliela personalmente con un apparecchio radiografico endorale, comunemente in uso presso tutti gli studi odontoiatrici.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)