Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 19

Quali rischi si hanno se viene asportata solo la corona di un dente del giudizio incluso?

Scritto da Gilda / Pubblicato il
Quali rischi si hanno se non viene asportata la radice ma solo la corona di un dente del giudizio incluso? Il chirugo che ha asportato il dente ha tolto solo la corona perchè la radice era vicino al nervo e quindi mi ha detto che rischiavo una paresi. Ma la radice nel tempo può causare problemi?
E' stata eseguita una tac preventiva? le era stata comunicata preventivamente questa possibilità o la difficoltà dell'estrazione a causa della vicinanza del nervo? Si anche le radici possono dare problemi, però è possibile che il medico si sia trovato in difficoltà ed abbia deciso di non toglierle. Le consiglierei il consulto da un chirurgo orale più esperto. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Gilda.. bisogna capire quale sia stato il motivo per cui estrarre il dente. Se per nevralgia causata dalle radici o perchè la corona stava intaccando il secondo molare.. comunque sia, un dente si estrae tutto... perchè si corre il rischio di avere infezioni radicolari.. a volte le radici "riemergono" spontaneamente, ma molto di rado.. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile signora, sono alquanto perplesso per la sua domanda. Un chirurgo orale che voglia dirsi tale, valuta prima dell'intervento se l'estrazione del dente può provocare una lesione del nervo, che, anche se avvenisse, non può darle una paresi perchè il nervo trasmette sensazioni tattili e dolorifiche. Le possibili conseguenze di questa lesione sono una perdita (il più spesso temporanea eccezionalmente definitiva) di sensibilità in un'area del labbro di dimensione non prevedibile. La scelta di non estrarre le radici durante l'intervento per il timore di lesioni al nervo è molto molto discutibile. Le conseguenze che possono comparire non avendo rimosso le radici sono essenzialmente di tipo infettivo visto che verosimilmente non è stato possibile sigillare l'alveolo e quindi si possono configurare tre quadri: 1) infezione dell'alveolo residuo, 2) pulpite del moncone, 3) nessuna conseguenza (per un colpo di fortuna). spero di esserle stato utile Alvise Cappello Padova
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Cara Gilda, la radice deve essere tolta insieme alla corona. Nel caso in cui le radici siano a contatto con il nervo, si possono valutare altri tipi di estrazione, come quella ortodontica. Ma tutto ciò deve essere valutato con una tac. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Simone Miccio
Cusano Milanino (MI)

Cara Sig.ra Gilda, non è ortodosso togliere solamente la corona di un dente e lasciare le radici in sede perchè queste costituiscono sempre un potenziale focolaio d'infezione. Per quanto riguarda poi l'avulsione dei denti del giudizio inclusi, totalmente e/o parzialmente, ed in particolare quelli inferiori, sarebbe prudente e diligente prima di procedere all'intervento pianificarlo con esame rx ed eventualmente anche con una tac ed affidarsi ad un chirurgo orale esperto per non trovarsi in corso d'opera in difficoltà e lasciare l'opera incompiuta. Oggi,comunque,con la piezosurgery l'intervento è semplificato perchè non c'è nessun rischio di ledere STRUTTURE DELICATE QUALI IL NERVO ALVEOLARE INFERIORE. Le consiglio, pertanto, di rivolgersi presso un centro specializzato in chirurgia orale. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sono pienamente in accordo con i colleghi: non si può con una semplice OPT dire che le radici intersecano il canale mandibolare, è necessaria una TAC , comunque una "Dental Scan". Se le radici sono veramente nel canale, e si infettano, il rischio di paresi è comunque molto alto (si può avere una paresi conseguente ad un ascesso). Infine, vorrei dire che un'estrazione "lenta" del tipo ORTODONTICO è un'ipotesi da prendere in considerazione PRIMA dell'intervento. Infatti, una volta asportata la corona, quest'ultima diventa una tecnica praticamente inapplicabile. Anch'io Le consiglierei il consulto da un chirurgo orale più esperto, e penso che a Milano non manchino.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Cara Signora Gilda...allucinante...ogni giorno si impara qualcosa (= si disimpara)... 1- Si fa prima una diagnosi poi si decide se si è in grado di estrarre chirurgicamente un molare con stretti rapporti col canale mandibolare dove transita il nervo alveolare inferiore... 2- Se non si è in grado di far fronte all'avulsione suddetta, si invia il paziente da un Chirurgo Maxillo Facciale od Orale conosciuto personalmente (per non aver sorprese)... 3- È per me assurdo lasciare le radici dentro l'osso...1 su mille potrebbe non succedere niente...ma le altre 999 volte avrebbe una infezione o eruzioni tardive della radice o anchilosi della stessa, insomma problemi e problemi anche grossi se la possibile infezione coinvolgesse anche il nervo alveolare inferiore dato che sembra essere a contatto con la radice stessa...4- A prescindere da tutto, siamo Medici Chirurghi ed Odontoiatri e questo non è un comportamento Medico Chirurgico Odontoiatrico....QUYINDI?...si faccia vedere da un buon Chirurgo Maxillo Facciale od Orale o Semplicemente da un Dentista che sappia quello che fa e sappia prendere decisioni professionali...sembra una di quelle decisioni prese solo per non perdere il paziente...non per agire per il suo bene...se tutto quello che ha detto è così come lo ha detto.....Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Ma lei è proprio sicura di essere andata da un professionista? la valutazione di un dente con radici a contatto o in prossimità del dente del giudizio andava fatta, tramite tac, prima di intervenire, in modo da programmare correttamente l'estrazione del dente interessato. Con l'uso di un bisturi piezoelettrico le possibilità di creare danni neurologici si riduce praticamente a zero ed in ogni caso il collega(?) avrebbe dovuto informarla preventivamente del rischio che poteva correre e doveva lasciarle la scelta se effettuare o meno l'estrazione solo dopo averla compiutamente informata (per iscritto) dei possibili rischi ed averle suggerito tutte le possibilità terapeutiche, ivi incluso la possibilità di una trazione ortodontica pre- estrattiva. Adesso consulti un'altro specialista, perchè le radici vanno tolte al più presto per evitare eventuali, possibili, ulteriori complicazioni. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Gentile Gilda, l'estrazione deve essere programmata in anticipo con adeguate radiografie e informazioni su quanto si intende fare da parte dell'odontoiatra. Vanno indicate anche le possibili opzioni che ci si può trovare a scegliere nel caso in cui le cose non vadano come previsto. Credo che lasciare le radici dopo la coronotomia, non sia una cosa buona. Consiglierei di rivalutare il quadro. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra Gilda,le radici vanno estratte completamente insieme a tutta la corona per evitare la formazione nel tempo di infezioni secondarie.Per quanto riguarda la vicinanza con il nervo alveolare inferiore e' difficile diagnosticarla con una semplice ortopanoramica. E' preferibile pianificare l'intervento con un dental scan preliminare per valutare la posizione delle radici nei confronti delle strutture viciniori ed in particolare,per la mandibola,con il nervo alveolare inferiore.Questo va assolutamente salvaguardato infatti la sua lesione accidentale puo' portare ad estese parestesie particolarmente invalidanti.Cordialmente Dott.Savino.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia