ricerca nel sito Cerca il Dentista nella tua città Cerca in

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

(area promo)

domande di odontoiatria

Ricerca nelle domande di Odontoiatria

   
Ricerca per categoria:  Ricerca parole chiave:

Domanda di Denti del giudizio


Gonfiore dopo avulsione ottavo inferiore incluso

ileana
Gentili dottori sono una ragazza di 26 anni e ho subito venerdì mattina (5 giorni interi fa) l'asportazione chirurgica dell' ottavo inferiore incluso. Ho tenuto il ghiaccio sulla parte lesa ad intermittenza tutto il giorno e anche il giorno seguente quando il gonfiore è aumentato a dismisura. Ho avuto forti dolori (non alla ferita ma un dolore diffuso e non pulsante all'osso)e un gonfiore crescente...stavo assumendo amoxicillina 1 g ogni 12 ore ma da lunedì sono passata, sotto consiglio medico, ad augmentin 1 g ogni 8 ore più 1 amoxicillina (1/2 al mattino e mezza la sera) più due bentelan al giorno. L'edema alle parti molli si sta attenuando ma continuo ad avere una massa durissima e grossa più di una noce sull'osso all'altezza del dente che ho fatto togliere...temo che si sia formato un ascesso e non so come fare a curarlo (il dentista dell'ospedale che mi ha tolto il dente dice di aspettare che sgonfi o al massimo di fare una panoramica): ormai sono 5 giorni e non accenna a sgonfiare nonostante le dosi massicce di antibiotico. Inoltre, non sono certa, ma durante l'estrazione ho visto un tamponcino imbevuto di disinfettante entrare nella mia bocca ma non l'ho mai visto uscire...all'inizio ho pensato ad una mia distrazione ma visto il decorso sto iniziando a credere che possano averlo chiuso per sbaglio all'interno della gengiva. Secondo voi è possibile che si sia verificata una cosa simile? Quali possono essere le cause di un ascesso del genere (prima di togliere il dente non c'era nulla e non avevo alcun fastidio)e come posso fare per facilitarne la guarigione? Vi ringrazio infinitamente per le risposte che mi darete e scusate la prolissità. Ileana


Le risposte dei medici

Pagine: 1
Risultati trovati: 6
28-07-2009  
Sig.ra Ileana, questo tipo di avulsione possono dare queste complicanze, che normalmente, con le opportune cure, regrediscono nel tempo. Quasi sicuramente, le è stato inserito nell'alveolo post-estrattivo del materiale spugnoso riassorbibile, che aiuta a stabilizzare il coagulo e non deve essere rimosso. Attenda, recandosi frequentemente a dei controlli, dove è possibile rivalutare il quadro clinico.

Dott. D. Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
28-07-2009  
Gent.le sig.na, le consiglio di effettuare una radiografia panoramica, continuare la cura e farsi rivedere dal suo odontoiatra per seguire il decorso postoperatorio ed escludere che non si tratti di niente di più che un ritardo di guarigione. Cordiali saluti

28-07-2009  
Ileana..stia tranquilla ...5 giorni sono ancora pochi...in ogni caso l'amoxicillina non va bene per le infezioni ossee...è troppo blanda ..il secondo antibiotico va molto meglio...ma anche esso non è l'ideale...l'ideale per queste infezioni è il ceftriaxone bisodico (uno dei pochissimi che agiscono anche a livello osseo contro gram negativi e anaerobi...i microbi più "cattivi" in fiale intra muscolari da 1Gr. (una al di per tutto il trattamento e proseguire oltre di almeno 4/5 giorni. (ovviamente è solo un suggerimento ...non posso prescrivere antibiotici per via web senza neanche averla vista e fatto una anamnesi accurata...lo farà il suo medico Dentista )!!!! Inoltre il suo Dentista deve visitarla accuratamente clinicamente e radiologicamente...dato che si tratta di postumi di una avulsione chirurgica resistente agli antibiotici più blandi ... almeno!...Cordialmente

Dott. G. Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia
29-07-2009  
Mi sento profondamente d'accordo con i colleghi.. Gli antibiotici in questi casi si fanno intramuscolo. Fai anche una rx. Fattela fare da chi ti ha operato, anche se è di medicina pubblica. Dopo il massacro di forte apache, che fa, si lava le mani??? Lui deve fare personalmente la rx e la deve interpretare.

29-07-2009  
Vada dal suo dentista per opportuni controlli anche radiografici. Per la terapia antibiotica così fatta non sono d'accordo, ma le terapie farmacologiche le prescrive il medico che visita. Nel peggiore dei casi che la sintomatologia continui, si rivolga ad un chirurgo maxillo-facciale o a un chirurgo orale preparato.

Dott. C. Romano
Palermo (PA)
Consulente di Dentisti Italia
30-07-2009  
A volte dopo interventi particolarmente indaginosi, si possono verificare complicanze (alveoliti batteriche e/o da surriscaldamento osseo) che si risolvono nel tempo...per fortuna. Ha avuto punti di sutura dopo l'estrazione? Lo chiedo perchè non l'ha specificato. Mi chiedo inoltre come mai non si è rivolta al suo dentista per l'estrazione chirurgica...forse pensa che non sia abbastanza qualificato?

Pagine: 1
Risultati trovati: 6