Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 5

Devo semplicemente attendere oppure posso fare qualcosa?

Scritto da hilary / Pubblicato il
Buongiorno, ho subito circa un mese fa un'estrazione del dente del giudizio nel lato destro inferiore. E' stato un intervento difficile e lungo (circa 2 ore) per problemi dati dalla radice del dente, leggermente ad uncino. Ho avuto anche un lento recupero ed è ancora leggermente gonfio ma la cosa più fastidiosa è il dolore su tutti i denti inferiori del lato destro, non riesco a mangiare da quel lato e ho molto dolore, anche quando uso lo spazzolino. Inoltre il labbro e il mento (parte destra) non hanno ripreso la completa sensibilità dopo l'intervento, e la zona è rimasta insensibile al tocco. A questo punto come procedere? Devo semplicemente attendere oppure posso fare qualcosa? Grazie mille
Cara Signora Hilary, buongiorno. "il labbro e il mento (parte destra) non hanno ripreso la completa sensibilità" Questo è il punto "focale di tutto"! Quanto riferisce è il sintomo della Parestesia che è a sua volta sintomo di sofferenza del nervo alveolare inferiore. Bisogna che venga fatta al più presto una Diagnosi differenziale tra una semplice lesione o compressione del nervo ed una interruzione dello stesso. La prima è reversibile molto lentamente, magari anche dopo un possibile intervento di decompressione, ossia in molti mesi o anche anni. La seconda no, a meno che non sia attuabile una raffia chirurgica del nervo con ristabilimento della continuità anatomica. Ha consultato un Chirurgo Maxillo Facciale ed un Neurochirurgo che misuri la differenza di potenziale a monte ed a valle della lesione visualizzata con anche una Cone Beam 3D ed eventualmente con una Risonanza magnetica? Cosa che si sarebbe dovuta fare subito preferibilmente, ovviamente dietro consiglio ed indicazione del suo Dentista per un Nome di sua fiducia! i farmaci più attivi sono l'associazione di Vitamina B12, B6, B1 che sono neurotrope e quindi tendono a ristabilire la continuità dell'impulso nervoso ma solo se il nervo è integro e quindi solo debolmente e parzialmente lesionato o altri farmaci come Neuramide o altri ancora ma solo dietro prescrizione medica dopo Diagnosi! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Hilary, non a caso prima di togliere questi denti occorrono delle indicazioni ben precise e motivate, valutando molto bene i costi biologici rispetto ai benefici e i pazienti sono correttamente informati delle possibili complicanze. Ora nel suo caso, lei non ci descrive l'attuale rapporto con il suo odontoiatra, se non ci fosse richieda una visita di controllo con relativa valutazione specifica dei denti dell'emiarcata interessata; attendere senza corretta attuale diagnosi non è conveniente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Potrebbe aver avuto, durante l'intervento, una compressione del canale mandibolare e quindi del nervo alveolare inferiore (mi auguro non una lesione, piuttosto rara e molto complessa da gestire), che, di per sè, è recuperabile quasi sempre completamente anche se con tempi piuttosto lunghi (da settimane a mesi). Deve però parlarne con il collega che l'ha operata, anche se di fatto l'attesa è l'unica cosa da fare in questi casi piuttosto spiacevoli (nell'immediato possono essere utili vitamina b e cortisone, ma non particolarmente dopo diversi giorni dall'intervento come nel suo caso).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Mi congratulo con lei per la sua robustezza fisica, avendo resistito a bocca aperta per circa due ore. Al momento abbia ancora pazienza, perché - stando solo alla sua descrizione - si tratta di affare che pretenda tempo e ulteriore pazienza per il recupero integrale. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Quanto lei riferisce è segno di una lesione del nervo mandibolare, se il suo dentista è esperto chirurgo orale deve darle informazioni precise, nel consenso informato da lei firmato era indicata questa possibilità'? GLIELO CHIEDA

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)