Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 9

Qualche mese fa ho riscontrato un sapore orrendo che mi si formava in bocca

Scritto da Giorgia / Pubblicato il
Buongiorno, Avrei bisogno di un consiglio in merito ad una situazione che mi sta creando parecchio disagio. Si tratta di un dente del giudizio. Ho tutti e 4 i denti del giudizio in posizione corretta e con le punte che fuoriescono dalle gengive senza che mi creino problemi. Dalle lastre risultano sani. Qualche mese fa ho riscontrato un sapore orrendo che mi si formava in bocca e che si ripresentava nonostante la mia attenzione nell'igiene orale (colluttorio, filo interdentale e pulizia con lo spazzolino). Analizzando bene ho scoperto che questo odore terribile arriva da un dente del giudizio. Ho pensato che la causa può essere il cibo che va a depositarsi nella gengiva creando cattivo odore e sapore. Come posso risolvere questo problema? Il dentista mi consiglia di rimuovere il dente, io non vorrei perchè sarebbe un intervenendo un po' delicato dato che il dente si trova vicino al nervo e quindi ci sarebbero dei rischi. Ho letto che senza dover togliere il dente si può fare un piccolo intervento di rimozione della gengiva in maniera tale che il dente possa essere pulito meglio... Vorrei davvero risolvere questo problema perchè ovviamente condiziona molto la mia vita sociale. Grazie mille a chi mi dedicherà qualche minuto.
Cara Signora Giorgia, buongiorno. Mah! "in posizione corretta e con le punte che fuoriescono dalle gengive" forse vorrà dire che sono in posizione corretta perché allineati (detto dal Dentista, però) ma se all'età di 30 anni ci sono solo le cuspidi, i denti sono in Disodontiasi e quindi qualcosa di non "corretto" che ne impedisca l'eruzione completa, ci deve essere! Probabilmente manca spazio. Forse sono incarcerati tra la branca montante della mandibola ed il secondo molare che è a loro mesiale (davanti). Il sapore che sente è probabile che sia dovuto proprio alla disodontiasi che forse ha creato una o più pericoroniti essendoci false tasche parodontali per mancata eruzione attiva ed incompleta eruzione passiva(la prima è il dente che "erompe", la seconda è la mancata od incompleta retrazione della gengiva. Lo "scappucciamento " chirurgico avrebbe senso solo se ci fosse lo spazio per fare completare l'eruzione, spazio anche occlusale tra le corone antagoniste! Solo il suo Dentista può valutare, fare la Diagnosi ed impostare la terapia che può essere anche l'avu8lsione dei quattro Denti del Giudizio. Il fatto che abbiano stretti rapporti col canale mandibolare ed il nervo alveolare inferiore che vi transita è superabile , se il suo Odontoiatra lo Ritenesse opportuno, far fare l'avulsione chirurgica ad un Chirurgo Maxillo Facciale od Semplicemente Orale che procederebbe in tutta "sicurezza"! Una Gengivectomia pericoronale per eliminare la falsa tasca parodontale non sempre è attuabile, ci deve essere gengiva aderente sufficiente ed un fornice profondo che in questa zona spesso manca e bisogna localizzare il nervo linguale che transita proprio lingualmente proprio in questa zona. Cari saluti e ne parli col suo Dentista, via web non è possibile fare e dire altro :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Giorgia, Purtroppo non può decidere lei la sorte del dente del giudizio, se davvero è causa di questo problema. Può farsi spiegare dal collega che l'ha in cura le ragioni che conducono alla scelta dell'estrazione, con le relative complicanze, e le conseguenze negative che questo dente può avere se non lo estrae. Se il collega ritiene che sia opportuno estrarlo per consentire una miglior detersione, si fidi di lui. Quanto alla vicinanza del nervo alveolare, se il collega ritiene di saper procedere all'estrazione senza danneggiarlo avrà le sue ragioni, altrimenti sarebbe necessario richiedere l'ausilio di un bravo chirurgo orale. Auguri e stia tranquilla.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Buongiorno, solo il suo dentista è in grado di poterle dire correttamente cosa fare...l'estrazione anche se "complicata" una volta pianificata e gestita da mani esperte è routine...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Giorgia, un dente del giudizio che provoca cattivo sapore non può essere in posizione corretta. Ammesso che sia dritto, probabilmente è troppo vicino alla branca montante della mandibola. Questa situazione non è correggibile con una semplice gengivectomia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Giorgia, grazie per averci scritto. Da quanto ci espone parrebbe proprio che Lei sia gravata dai classici problemi parodontali tipicamente legati all'eruzione dei terzi molari (ecco perché sono noti come "denti del giudizio" ...). Tuttavia, per poterLe fornire (almeno) qualche "indirizzo" specifico ..., servirebbe (quanto meno) visionare una radiografia panoramica, o OrtoPanTomografia (OPT), attuale della Sua bocca, altrimenti rischierei di fuorviarla rispetto alle reali condizioni del Suo caso di specie. Suggerisco in ogni caso di richiedere serenamente un colloquio al Suo odontoiatra di fiducia, al fine di rivolgergli tutte le domande necessarie a disperdere i Suoi dubbi (vantaggi, svantaggi, possibili complicanze, strategia di gestione delle complicanze, ecc.). Solo così potrà (eventualmente) meglio 'accogliere' le proposte terapeutiche che Le offre come soluzioni. Con l'auspicio di una pronta risoluzione del Suo caso!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Scala
Brescia (BS)
Collaboratore di Dentisti Italia

L'Ufficio Complicazioni Affari Semplici ha riaperto i battenti. Un dentista anche inesperto con un poco di buona volontà può scoprire la causa del suo disagio. Se la gengiva intorno al dente sospetto ha una ritenzione di sostanze organiche in putrefazione o in fermentazione (le due cose si escludono a vicenda) basta un giretto di laser senza anestesia non necessaria, da ripetere eventualmente dopo 48 ore, e l'eroe dell'impresa farebbe una bellissima figura con poca spesa. Se il suo dentista non dispone della scatoletta del laser, ci sono rimedi quasi equivalenti. Cose piccoline, costo irrisoria, gran bella figura sicura! Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giorgia, se alla sua età il dente del giudizio non è ancora uscito completamente significa che la formazione di una tasca è quasi scontata. E' un problema di origine infiammatoria che si ripeterà nel tempo, si chiama pericoronarite. La rimozione del tessuto pericoronale non è una terapia risolutiva, ma palliativa. La terapia di elezione è chirurgica, ovvero l'estrazione, che se fatta in mani esperta diventa semplice. Se il nervo è vicino alle radici di notevole utilità è la tac. Si lasci consigliare dal suo medico di fiducia. Buona guarigione
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Denys Bergamini
Pianiga (VE)

Come specificato dai miei colleghi, il suo sembra essere un classico caso di pericoronite - infiammazazione gengivale a carico dei tessuti molli che circondano la corona (solo parzialmente erotta, da quello che capisco, del suo ottavo). Se c'è la possibilità di intervenire solo sulla gengiva stessa, asportandone una parte, per "liberare" (almeno parzialmente) la corona del suo dente del giudizio, la procedura è semplice ma spesso non risolutiva nel tempo; se la condizione è più grave, l'unica strada è l'estrazione. Vero che, soltanto il suo Dentista, con visita clinica diretta e panoramica, può essere in grado di valutare quale opzione applicare al suo caso clinico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giorgia, lei in internet può leggere di tutto, ma quello che indicato nel suo caso lo può dire solo il suo odontoiatra.......................................................................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)