Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 4

Posso cementare il nuovo ponte in ceramica con cemento provvisorio?

Scritto da elisabetta / Pubblicato il
Salve, a causa del canino purtroppo troppo cariato, devo rifare il ponte che ho appunto da canino a canino, estraendo quest ultimo, la domanda è, posso cementare il nuovo ponte in ceramica con cemento provvisorio? faccio ogni 6 mesi curettage x paradontite, sicché potrei controllare meglio lo stato di salute dei monconi, evitando di perdere un altro come è successo con canino, che se ne è andato... caput, e ne le visite ne le radiografie hanno evidenziato nulla..... grazie
Poster di una protesi in oroplatinoporcellana telescopica per riabilitazione completa in casi clinici complessi per Parodontite. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Elisabetta, buongiorno. No, la protesi definitiva deve essere cementata definitivamente. Con un cemento provvisorio, si infiltra sempre umidità che provoca malacia (rammollimento) della dentina e carie sul moncone. Poi è difficile accorgersi di lievi scementazioni che possono creare fratture perché mentre la struttura portante della protesi definitiva è in metallo prezioso o non prezioso che sia e quindi capace di assorbire leggerissime deformazioni traumatiche, la ceramica sopra, è indeformabilem rigida e si frattura con la deformazione del metallo! Se proprio volesse una protesi supersicura da questo punto di vista bisognerebbe fare una "telescopica", ossia una protesi metallica, cementata definitivamente e costituita da corone singole su singoli monconi, su cui viene avvitata la protesi definitiva suddetta. UN domani che succedesse qualche cosa , si può svitare la protesi, lavorare terapeuticamente sul moncone eventualmente compromesso e riavvitare la protesi. Il problema è che costa veramente molto e deve essere fatta solo in oroplatinoporcellana, per motivi di elasticità e durezza particolari con un aumento incredibile dei costi! Le lascio un Poster di una protesi in oroplatinoporcellana telescopica per riabilitazione completa in casi clinici complessi per Parodontite. Riguardo alla Parodontite, mi auguro che il Curettage e Scaling che fa periodicamente sia per il mantenimento della guarigione ottenuta dopo una Chirurgia Parodontale Ricostruttiva o Rigenerativa ossea e non sia la terapia stessa, che sarebbe accettabile solo per tasche piccole sui 4-5 mm ma non più profonde che richiederebbero appunto la Chirurgia Ossea Parodontale per ricostruire e rimodellare i difetti ossei e la chiusura delle tasche parodontali! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

In teoria sarebbe meglio di no, cioè sarebbe meglio cementare definitivamente una protesi definitiva (con il cemento provvisorio viene a mancare quel sigillo marginale che impedisce indiltrazioni, con i relativi problemi). In alcuni casi limite, dove la prognosi degli elementi pilastro è altamente incerta e non si vuole ricorrere alla protesi combinata telescopica (bellissima, ma carissima), il collega, spiegando,o al paziente, chiude un occhio e non cementa con il definitivo.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Elisabetta, solo l'odontoiatra che le ha applicato il ponte può decidere il tipo di cementazione, lei non ha voce in capitolo perché non possiede alcuna conoscenza della materia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

E' probabile che il canino sotto al ponte che si è rovinato si sia danneggiato proprio perchè non era ben cementato (oppure perchè la corona non era ben fatta come chiusura) e lei non se ne è accorta ed il dentista nel tempo ha omesso di controllare.. In altre parole, il dente sotto al ponte non si sarebbe dovuto rovinare assolutamente. Perchè si è rovinato?? Capita purtroppo troppo spesso che igienisti e dentisti non controllino nelle sedute periodiche lo stato di cementazione dei ponti esistenti da tempo. Perchè non è affatto detto che la cementazione ceda su tutti gli elementi pilastro: il ponte quindi continua a star su, non si stacca in toto, e invece nel dente in cui si è scementato si infiltra la placa e tutto va a rotoli. Senza sintomi, specie se il dente di cui ipotizzo era devitalizzato... Tutto questo per dire che non è una buona pratica tenere troppo a lungo i ponti col cemento provvisorio: dopo un periodo iniziale di osservazione, vanno rimossi per cementarli più saldamente possibile. E poi va controllato due tre volte l'anno che stiano sempre attaccati bene su tutti i denti pilastro... I trattamenti parodontali curettage etc, si fanno benissimo anche col ponte su.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia