Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 6

Potrebbe essere un problema di malocclusione?

Scritto da sandro / Pubblicato il
Buongiorno, ho 31 anni e sono attualmente in cura dal mio dentista. Da premettere che ho denti soggetti ad erosione in prossimità del colletto (probabilmente tecnica di spazzolamento errata) e, vista l'usura dei denti stessi, il mio dentista mi ha consigliato di incapsularli con capsula in ceramica su moncone costituito da dente ancora "vivo"( solo limato e poi coperto). Abbiamo fatto l'operazione al momento x 6 denti (molari e incisivi nella parte bassa della bocca) ed uno di questi lo abbiamo dovuto devitalizzare per il dolore (ci stava perchè mi faceva proprio male rispetto agli altri), ma sento cmq sempre una certa sensibilità agli altri denti e, a volte, qualche fitta di dolore. Per la parte dove ho devitalizzato posso capire che faccia ancora male (l'ho devitalizzato da 10 giorni circa) ma i restanti? Ho fatto anche un trattamento desensibilizzante con l'applicazione del teethmate desensitizer kuraray ed un pò è migliorato ma non come mi aspettavo. Le mie domande sono: 1) il dentista mi ha detto che la ceramica ha una conduttività diversa del caldo e freddo e le capsule sono più "ruvide" rispetto a due impianti che già avevo (molto più lisci al tatto con la lingua), ma non avevo il diritto di saperlo prima? 2) Il dentista mi ha detto che nella peggiore delle ipotesi bisogna devitalizzarli tutti ma vorrei evitare se possibile....se facessi un altro trattamento desensibilizzante si potrebbe migliorare? 3) Potrebbe essere un problema di malocclusione? 4) Non era possibile una ricostruzione con materiale composito o roba simile? siccome dovrei farlo anche per altri 5 o 6 denti mi sono un pò raffreddato a riguardo perchè sono 4 mesi e non vedo una fine.....vorrei solo non preoccuparmi del dolore e della sensibilità quando mangio o bevo. Grazie anticipatamente per le risposte. Buona giornata e buon lavoro a tutti.
Caro signor Sandro, rispondere così senza visitarla è purtroppo molto azzardato e non corretto. Cercherò di darle delle informazioni in senso lato in base a quanto scrive. Innanzitutto, per curare delle erosioni dello smalto non sono necessarie di regola delle corone di protesi fissa ma basta e avanza la terapia conservativa, ossia delle otturazioni in materiale estetico delle erosioni stesse! Poi, anche se fossero necessarie per motivi particolari, ipoteticamente delle corone, queste, nei denti posteriori che "masticano" e sono soggetti a forze occlusali enormi, infatti nella riabilitazione protesica se deve tenere presente non solo l'occlusione e la gnatologia ma anche che tipo di Masticatore lei sia, se Masseterino o Temporale. Il primo crea forze occlusali veramente molto forti. Se fossero necessarie, dicevo, si devono realizzare manufatti protesici in metallo ceramica, per quanto mi riguarda, in metallo prezioso come oro e ceramica. Sappia solo che ci sono Leghe Auree a basso contenuto d'oro e altre ad alto contenuto d'oro! Ce ne sono altre a bassissimo contenuto ed altre ad altissimo contenuto! Dipende da cosa si vuole avere come risultato protesico! Volendo proprio fare i pignoli, in metallurgia protesica si definisce una lega aurea se ha una percentuale di oro dal 50,01% in su e più si avvicina al 100% e più è alto il suo contenuto. Di solito il Platino c'è in leghe con percentuali di oro dal 90% in su, ma non sono regole "legali"!Poi si può dire che più oro giallo c'è e più tenere ed elastica è la lega, con l'oro bianco è già meno tenera ma con l'aggiunta di platino diventa più elastica e con invece l'aggiunta all'oro bianco senza platino, di Palladio , la lega diventa più rigida e dura! Spero di averle fatto cosa gradita e risposta a quanto è nelle sue capacità di paziente, recepire! Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti". Per quanto riguarda la sensibilità e la eventuale terapia canalare, non si va "a naso" ma si deve fare una accuratissima Diagnosi di ogni patologia di ogni dente e programmarne la terapia. Si devono sondare le eventuali tasche parodontali, valutare l'occlusione e soprattutto la Vitalità dei denti con prove termiche al caldo ed al freddo e Rx Endorali per confermare la Clinica! Mi spiego. il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo porta, dovuto ad un meccanismo di difesa nei confronti dello stimolo irritativo, questo maggior afflusso causa una pressione dentro il dente che è inespandibile e comprime le terminazioni nervose causando dolore esacerbato dallo stringere i denti o dal "picchiettarvi sopra" o dagli stimoli termici in questo caso (che si chiama iperemia attiva) il processo è reversibile, la polpa si abitua ed in qualche giorno o settimana tutto scompare, se invece il danno causato dalle tossine dei microbi continua si ha una alterazione della vena che fa uscire il sangue dal dente e succede che il sangue arriva con l'arteria e non esce più con la vena danneggiata,si ha pressione che può anche scatenare dolori forti formando la cosiddetta pulpite acuta,o essere talmente leggera da non causare dolori in questo caso anche molto lenta, formando una pulpite cronica o meglio cronicizzata e le cellule della polpa del dente, arterie, vene, linfatici e tessuto nervoso, se non curata, muoiono = necrosi,e si può formare una zona di osteolisi periapicale (pallina nera alla Rx) intorno all'apice della radice = granuloma, cisti. Basta saggiare la risposta del dente o denti agli stimoli termici al caldo ed al freddo, portati sul o sui denti per valutarne la vitalità e quindi fare diagnosi! Il dolore e il gonfiore sono sintomi di flogosi (infiammazione ed infezione) che possono provenire dall'endodonto (necrosi del canale della radice) o dal periapice (tessuto osseo intorno all'apice, il più comune, il granuloma) o da tasche parodontali, che vanno quindi misurate con un sondino (estrinsecazione di una Parodontite o di una Endoparodontite) e tanto altro! Tra l'altro preciso cosa sia una erosione. Le erosioni, sono zone prive di s malto, al colletto del dente, con la Dentina scoperta che espongono all'ambiente orale i tubuli dentinali dove transita un assone che è un filamento nervoso singolo, privo di guaina mielinica e causa della sensibilità che sente! Questo tubulo ed assone e ce ne sono una infinità nella dentina esposta, sono in comunicazione con la polpa endocamerale ed endocanalare che si infetta col tempo, se non trattata conservativamente la erosione o recessione se è invece una recessione! Solo il suo Dentista può deciderlo con visita clinica! Cari saluti e ne parli col suo Dentista
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Sandro, controlli se lei si è rivolto a un odontoiatra iscritto all'ordine dei medici; lei è un caso comune che può essere trattato facilmente, passare da un odontoiatra all'altro le creerà solo tanta confusione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo pienamente con il collega dr. Ruffoni, il caso non è complesso ma probabilmente non ben pianificato. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Orietta Pasdera
Vicenza (VI)

C'è da verificare molto accuratamente che chi le ha messo le mani in bocca sia un dottore laureato.. Infatti sembra un racconto non del tutto coerente. L'idea di capsulare tutti i denti per le erosioni a 31 anni sembra molto invasiva vista la giovane età: solo se le erosioni o le patologie di partenza erano davvero serie, bisognava fare capsule, sennò forse sarebbe stato meglio usare tecniche meno invasive. In ogni caso una capsula in ceramica se ben fatta non da' nessunissima sensibilità al dente dentro, e ben raramente si deve veramente devitalizzare un dente perchè ci si fa una capsula. Solo in casi molto particolari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Sandro, è stato escluso il Bruxismo. In questo caso manufatti in ceramica non risolvono il problema. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Ovviamente senza visitarla nè quindi avere a disposizione radiografie, posso darle soltanto alcune indicazioni di massima. Sicuramente, di solito, le erosioni cervicali, si trattano con semplici otturazioni in composito e non con corone integrali: non che la corona integrale sia sbagliata concettualmente, ma è una terapia decisamente poco conservativa perquesto tipo di problema. Relativamente alla necessità o meno si devitalizzare, premesso che i trattamenti de-sensibilizzanti contano fino ad un certo punto, ogni dente fa storia a sè: solamente se necessario, si devitalizza, e per necessario intendo sintomatologia importante come per il dente che lei ha già trattato endodonticamente. Sulla malocclusione non posso esprimermi: bisognerebbe capire se c'è effettivamente, ed in che termini, ma correlarla ad una iper-sensibilità dentale è piuttosto improbabile. Spetta solo a lei decidere se continuare dal suo dentista o cambiarlo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia