Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 7

Qual'è la differenza tra il composito e la resina?

Scritto da ester / Pubblicato il
Dovendo rifare due corone provvisorie di due molari, il mio dentista mi ha comunicato che saranno in composito e non in resina come mi sarei aspettata, anche perché ho altre corone provvisorie in resina applicatemi da un altro dentista. Devo accettare questa scelta? Qual è la differenza tra il composito e la resina? Saranno altrettanto resistenti e confortevoli quanto quelle in resina? Attendo un parere e ringrazio. Ester
In resina solitamente sono i provvisori o si parla di leghe nobili come oro resina composito probabilmente vorrà dire completamente rivestite senza metalli che si vedano. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ester, il composito e costituito da una base sempre di resina caricata da particelle vetrose, per cui le differenze di confort e resistenza non sono da lei rilevabili.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Ester sono entrambi monomeri riempiti e miscelati con quarzo , silicio e vetro in polvere. Differiscono per la loro granulometria e per la la loro polimerizzazione, auto o con luce a lunghezza d'onda ben precisa! A lei non deve interessare! Questi sono argomenti molto specialistici. L'importante è che il manufatto sia stato fatto bene! Se vuole informazione dettagliate se le faccia dare dal suo Dentista soprattutto sul perchè usi l'uno e non l'altro e viceversa. Non conosco la sua situazione clinica e quindi non posso rispondere pù di quanto abbia già detto per soddisfare la sua curiosità! Il discorso sarebbe ovviamente molto più lungo ed articolato di quanto lo abbia "condensato e semplificato io, in modo tra l'altro impreciso e forse improprio" Ma della chimica molecolare dei materiali dentali specifici come resine e compositi a lei cosa importa, mi scusi? Qui si parla di Medicina per alleviare le sofferenze di voi pazienti, non di Chimica dei materiali! Spero comunque che la risposta l'abbia gradita lo stesso. :) Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il composito è sempre una resina di base, però ha caratteristiche meccaniche ed estetiche superiori alla resina acrilica tradizionale a causa della sua fase dispersa che è diversa.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Signora, la differenza apparente tra una corona provvisoria in resina ed una provvisoria in composito è che quella "in resina" ha l'aspetto della plastica, mentre quella in composito ha l'aspetto della porcellana. Entrambe inizialmente sono delle paste modellabili, a base resinosa, che poi induriscono e diventando solide. Quella "di resina" è una pasta formata da una polvere e da un liquido detto monomero (dimetilmetacrilato), miscelati insieme. Quella di composito è formata da una pasta con matrice resinosa, riempita da particelle di "porcellana" (silice), che indurisce quando viene attivata da una fonte luminosa. Il composito per corone provvisorie è lo stesso (cambia poco) di quello utilizzato per le otturazioni di denti cariati, solo che le otturazioni di cavità cariose vengono solidificate con una fonte luminosa applicata sul composito già posto nel dente, mentre le corone provvisorie in composito vengono solidificate al di fuori della bocca ed applicate intorno al dente quando sono già dure. Dal punto di vista commerciale, le corone provvisorie in composito sono di qualità migliore e più costose rispetto a quelle "in resina". Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Solitamente le corone provvisorie semplici sono in resina (resina acrilica), le corone in composito (che è comunque sempre una resina, la differenza consiste nella componente di riempitivo - la granulometria e nelle tempistiche di polimerizzazione) generalmente sono più resistenti e durature rispetto alle prime (sempre senza metalli). Se il collega ha valutato questa opzione è proprio per queste loro caratteristiche, ma sicuramente glielo potrà confermare non abbia paura a chiederglielo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Bisogna vedere se si parla di provvisori o definitivi. I provvisori vanno bene con i materiali descritti. Il definitivo se è ororesina o orocomposito potrebbe non essere del tutto estetico. Se viene usato composito a ricopertura del metallo, va bene per l'estetica, ma puo' essere o è inferiore alla ceramica per durata.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia