Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 9

Faccio bene a continuare con l’acqua ossigenata o dovrei smettere?

Scritto da Giuseppe / Pubblicato il
Salve a tutti i gentili dottori! Premetto che sono in cura da un vostro collega, del quale mi fido e che finora mi ha curato più che bene. Ho incapsulato dei denti, facendo due ponti nelle arcate superiori, rispettivamente 14-15-16 e 24-25-26. Il curante ha optato per fare ponti perché nell’arcata sinistra c’erano tre denti devitalizzati, di cui uno abbastanza danneggiato, da incapsulare e temendo per la stabilità ha deciso di cementare le capsule insieme. Nell’arcata destra invece c’è un premolare (il 15) completamente distrutto di cui è rimasta solo la radice. Per anni c’è stata una ricostruzione che l’anno scorso ha ceduto (fatta da un altro dentista che ho cambiato perché temporeggiava nella soluzione del problema, basti pensare che non faceva altro che ricementare la ricostruzione che cedeva!) e dal momento che anche i due denti vicino avevano otturazioni profonde, si è optato per un ponte. Il dentista (attuale) però non mi ha estratto la radice, dicendo che stava in buone condizioni. Ha messo un perno e ricostruito il moncone. Fin qui tutto bene. Ora però, è successo che proprio sul colletto della capsula che copre il perno, quindi in corrispondenza del 15, si è creata una sorta di ferita scura, a tratti maleodorante, che non si riesce ad eliminare. Mi è stato prescritto un trattamento prima con clorexidina, poi con flurbiprofene e infine mi ha parlato di acido ialuronico (che non è stato ancora messo però!). Attualmente, leggendo anche i consigli sul vostro sito, sto trattando la “ferita” con acqua ossigenata (ce la spruzzo con una siringhetta, o con un cotton fioc imbevuto), oltre ovviamente alla normale igiene orale con spazzolino, filo e collutorio. Devo dire che con l’acqua ossigenata la ferita si è ritirata ma comunque la situazione non è affatto risolta e continua ad emanare cattivo odore. Secondo il mio dentista è una banale gengivite, dice che la capsula sta bene e non filtra e ha pulito con il trapano per la pulizia dentale (non so esattamente come si chiama) la zona, però, per ora, non sta facendo altro. Spero di essere stato chiaro ed esaustivo nella spiegazione, anche se mi rendo perfettamente conto che senza una visita è difficile capire bene la situazione. Da quanto vi ho esposto secondo il vostro parare, di cosa si potrebbe trattare? E come potrei eventualmente risolvere la situazione? Faccio bene a continuare con l’acqua ossigenata o dovrei smettere? Le stesse domande le ho, ovviamente, poste al mio dentista, ma mi sembra che stia un po’ sottovalutando questa situazione (secondo lui, disinfettando e aspettando, passa tutto) ed è più di un mese che le cose non migliorano e vorrei un secondo parere. Grazie per le vostre risposte! Giuseppe
Sig. Giuseppe, le ricordo che le lesioni dei tessuti molli del cavo orale che non regrediscono in 15 giorni devono essere accertate (OMS). Perciò non deve cercare il fai da te con l'acqua ossigenata, ma deve semplicemente ritornare dal suo odontoiatra. Le ricordo, che l'acqua ossigenata al pubblico è consigliata per il solo l'uso esterno, per cui senza prescrizione in bocca non si usa.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Impossibile stabilire la natura della lesione di cui lei parla. Probabilmente si risolve ogni cosa ribasando il provvisorio con più cura.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Giuseppe, rispondo in ordine citando le sue osservazioni e domande. "mi rendo perfettamente conto che senza una visita è difficile capire bene la situazione." Infatti si può risponderle solo visitandola clinicamente e strumentalmente e con Rx endorale."di cosa si potrebbe trattare?". D i tutto da una corona che si estende sottogengiva ad una Gengivite, ad una frattura del pernomoncone, a malacia o frattura della spalla del moncone, a presenza di una tasca parodontale (per curiosità è stata sondata la gengiva in sei punti del dente e di tutti i denti e non solo di quello in questione?. E come potrei eventualmente risolvere la situazione?. Non potendo fare diagnosi è impossibile risponderle! Faccio bene a continuare con l’acqua ossigenata o dovrei smettere?.Smetta, non serve a niente qualsiasi cosa abbia!"mi sembra che stia un po’ sottovalutando questa situazione (secondo lui, disinfettando e aspettando, passa tutto) ed è più di un mese che le cose non migliorano e vorrei un secondo parere." Se le cose stanno così, senta un altro parere ma non certo via web!Mi dispiace di non poter fare di più per lei, forse se postasse una Rx endorale e una foto in macro, potrei dirle di più ed aiutarla!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giuseppe, come anche lei ha affermato è impossibile darle una risposta senza una visita ed analisi di radiografie. Potrebbe trattarsi di una semplice gengivite o di una patologia a carico della radice del 15. Solo il suo dentista dopo una accurata visita può darle risposte più sicure. Se non la soddisfa nulla le vieta di sentire un altro parere. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Giuseppe, una lesione che dopo un mese e una igiene professionale non regredisce mi sembra sicuramente qualcosa di più di una gengivite. Non posso dire cosa si tratti, ma deve insistere presso il suo dentista a fare una diagnosi certa. Dopo si può prescrivere una terapia..Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Il cattivo odore non promette nulla di buono, in qualsiasi parte del corpo umano. Servono mani esperte, e subito. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, per quanto accurata, la sua descrizione non può consentire una diagnosi via web. Potrebbe essersi fratturata la radice del 15 in cui è stato inserito un perno (di che tipo?), ma potrebbe essere un altro problema. Sarebbe necessario un esame clinico. Cordialmente Prof. Dott. Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia.

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Difficile darle un parere senza visitarla ma probabilmente si tratta di un problema parodontale. Gli antisettici riducono la carica batterica ma se non viene eliminata la causa non possono risolvere il problema.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Gentile paziente, come Lei ben dice, bisognerebbe visitarla. L'unica cosa a cui si potrebbe pensare, potrebbe essere una tasca parodontale, questo spiegherebbe il drenaggio di sostanze, il cattivo odore e il fatto che scompaia con "Acqua Ossigenata". Le consiglierei di farsi fare un sondaggio parodontale in quell'area. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)