Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 8

Sul molare superiore destro mi è stato detto che devo eseguire una devitalizzazione

Scritto da Chiara / Pubblicato il
Salve, sul molare superiore destro mi è stato detto, da due pareri distinti, che devo eseguire una devitalizzazione, trattamento dei canali, posizione di un perno e posizionamento di corona in ceramica (o metallo-ceramica). I due pareri che ho consultato si sono differenziati sul fatto che, secondo uno dei due, sarebbe necessario asportare un parte di osso e gengiva per eseguire una completa pulizia del dente. Potreste cortesemente darmi un vostro parere (allego la relativa radiografia). Grazie e cordiali saluti
Allungamento della corona clinica come descritto nel testo. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Chiara, beh da una Rx per via web non si può certo fare diagnosi. Deve essere completata dalla Diagnosi clinica e la Rx va vista di persona per valutarla bene. Questa non è neanche ben contrastata. In ogni caso da quel che si vede, premesso quanto sopra, il primo molare superiore dx, 16, ha una vasta carie distale che si approfondisce sottogengiva e raggiunge la cresta ossea! Se questo venisse confermato clinicamente, bisognerebbe certamente attuare un allungamento della corona clinica (che la parte del dente che emerge dalla gengiva) con un intervento di chirurgia parodontale che consiste in una gengivectomia palatale ed in un Lembo Mucoperiosteo vestibolare riposizionato apicalmente con osteotomia osteoplastica, in pratica quello che dice il Dentista che vuole"asportare" una parte di osso e di "gengiva"! Questo per portar fuori tutta la parte distrutta del dente e far si che una volta otturato o riabilitato protesicamente con una corona, la gengiva, chiuda sul dente subito al di sotto (apicalmente) di essa e non sulla corona o otturazione che essendo artificiali, non consentirebbero la penetrazione delle fibre epiteliali gengivali con mancata formazione del sigillo gengivale e la formazione di una tasca parodontale iatrogena (a causa del medico) che porterebbe danni parodontali anche seri! Spero di essere stato chiaro, le lascio una foto con un caso simile ricostruito in Amalgama d'Argento (è un caso piuttosto datato ma sempre in bocca e sano e molto didattico)Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Mi sembra che lei sia stata visitata da due medici che conoscono bene il loro mestiere. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Signora, L'immagine radiografica farebbe propendere per un intervento di allungamento di corona clinica: rimodellamento della cresta ossea e riposizionamento della gengiva in posizione migliore, per consentire una corretta riabilitazione del dente. Però come scritto dal collega Petti non si può fare una corretta diagnosi basandosi solo su un immagine radiografica. Cordialmente Dr.Leonardo Bergo Ps. dalla radiografia oltre ala carie si evidenziano anche diverse otturazioni da carie interprossimali (quelle tra un dente e l'altro), generalmente queste sono dovute ad uno scarso utilizzo del filo interdentale. Qualora non avesse già cominciato ad utilizzarlo quotidianamente, la invito ad utilizzarlo con questa frequenza al fine di scongiurare nuove carie e per ridurre la possibiltà che i restauri già presenti possano infiltrarsi con gravi danni ai denti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Leonardo Bergo
Torino (TO)

Gentile paziente, io personalmente avrei programmato un allungamento di corona clinica, per i motivi che sono stati già esplicitati dai colleghi, verificando ovviamente con la clinica.

Scritto da Dott. Giuseppe Murruni
Giussano (MB)

Sig. Chiara lei considera due pareri distinti ma probabilmente non lo sono, perche ci sono professionisti che parlano al paziente di un allungamento della corona clinica con un intervento di chirurgia parodontale che consiste in una gengivectomia palatale e in un Lembo Mucoperiosteo vestibolare riposizionato apicalmente con osteotomia osteoplastica, altri che lo eseguono tranquillamente senza citarlo perché reputano il paziente, un esperto di altre cose. Chieda al primo odontoiatra che sistema utilizzerà per la chiusura vicino alla gengiva e vedrà che ci sarà ben poca differenza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Probabilmente uno dei colleghi consultati le ha rappresentato la necessità di un allungamento della corona clinica del molare mediante gengivectomia ovvero mediante un lembo riposizionato apicalmente. Tali procedure sono talvolta necessarie per migliorare la ritenzione della corona. Cordialità Prof. Dott. Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Molto probabilmente entrambe i molari dovrebbero essere trattati come le hanno suggerito,il 16 e'piu grave e presenta un lesione cariosa che coinvolge la radice e come il collega le ha suggerito correttemente dovrà intervenire anche su osso e gengiva....e'un buone mani!cordialmente

Scritto da Dott. Antonio Aiello
Rossano (CS)

Per darle una risposta bisognerebbe visitarla. In linea di massima però i pareri espressi dai due colleghi sembrano corretti.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)