Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 8

SEGUITO ALLA DOMANDA: Devo sostituire una corona Richmond inserita nell’ultimo premolare inferiore

Scritto da Ornella / Pubblicato il

Innanzi tutto, ringrazio per la consulenza relativa alla sostituzione di una corona Richmond. Vorrei un'ulteriore delucidazione. Il mio dentista, in concerto con l'odontotecnico, mi ha detto che lo spazio di lavoro sul dente 35 è molto ridotto, nell’ordine di 3-4 mm in altezza, per cui è impossibile mettere una corona: materialmente non ci sta una corona fatta a regola d'arte. Premetto che mi fido moltissimo del mio dentista ma, poichè mi ha prospettato unicamente l'ipotesi di un impianto, vorrei sapere se è davvero l'unica soluzione percorribile in caso di spazio ridotto. Ringrazio anticipatamente per l’attenzione e la professionalità. O.

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/corone/4947_sostituzione-corona-richmond.html

Gentile Ornella, reitero quanto già detto nel mio post precedente aggiungendo che se ha moltissima fiducia al suo odontoiatra non è corretto nei suoi confronti chiedere altri pareri rispetto a quello che già è stato pianificato a seguito di una valutazione obiettiva del suo caso clinico e che senz'altro è il più attendibile. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentma Sigra Ornella, nessuno meglio del suo dentista può darle un adeguato consiglio in merito al problema che ha prospettato. Continui ad avere sempre la medesima fiducia. Buone Feste.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Questo e' il motivo per cui c'era una richmond: la mancanza di spazio. Quindi o rifa' una richmond oppure un impianto; tenendo presente che lo spazio sara' ridotto anche per l'impianto; probabilmente il suo dentista ha fatto un'analisi dell'occlusione ed e' arrivato a questa conclusione

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Ornella, purtroppo non possiamo sapere quanto è corta la corona clinica e se non è possibile effettuare eventualmente un lembo a riposizionamento apicale per aumentarla. Se il suo dentista le ispira fiducia si affidi alle sue cure. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Ascolti il suo dentista

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Allungamenti di corone cliniche in varie terapie. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Ornella, è vero che senza conoscere la situazione clinica non si potrebbe rispondere ma ragioniamoci su. Se lo spazio è poco per un pernomoncone ed una corona in lega aurea o zirconio e ceramica che sia, è anche vero che la stessa corona sarebbe insufficiente in altezza anche e a maggior ragione su un impianto. Dico a maggior ragione perchè se è vero che è insufficiente lo spazio, ciò significa che gnatologicamente non ci sono le condizioni per fare niente nè la corona su perno moncone, nè quella su impianto e un impianto fatto in queste condizioni è destinato ad avere patologie anche gravi. Quindi sia nell'un caso che nell'altro bisognerebbe creare questo spazio. Nel caso della radice, si fa un semplice intervento Parodontale di allungamento della corona clinica, ossia una facilissima gengivectomia se siamo in presenza di una banda sufficiente di gengiva aderente o un lembo mucoperiosteo con osteotomia osteoplastica (rimodellazione ossea) e riposizionamento apicale del lembo, se fossimo in presenza di una banda insufficiente di gengiva aderente o fornice insufficiente in profondità! Per creare spazio per un impianto si farebbe un lembo mucoperiosteop con osteotomia per abbassare la cresta ossea e creare lo spazio, ovviamente rispettando od aumentando con altri interventi eventualmente la banda di gengiva aderente. Tra le due soluzioni, la prima, ossia conservare la radice allungandola è l'intervento di elezione ed è risolutivo. Il secondo, fare un impianto è il risultato di una "sconfitta" terapeutica, quindi un "ripiego"! Le lascio una foto di tante fratture curate con allungamento di corona clinica e con pernimonconi e corone in oroporcellana.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ornella, se il suo odontoiatra le scrive che non c'è spazio per una corona e c'è il corretto spazio per impianto, moncone e corona, va bene.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara sig.ra, non sapendo quanto spazio ci sia, non posso darle un giudizio........... ma sicuramente il collega avrà pianificato il trattamento adeguato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Gianpaolo Caputi
Pozzuoli (NA)