Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 11

Devo sostituire una corona Richmond inserita nell’ultimo premolare inferiore

Scritto da Ornella / Pubblicato il
Salve, Vi espongo in breve il mio problema. Devo sostituire una corona Richmond inserita nell’ultimo premolare inferiore (dente 35), ormai senza resina e completamente usurata. Vorrei sapere se si tratta di un’operazione di routine, ovvero le eventuali difficoltà riscontrabili durante la rimozione della stessa e, nello specifico, se esiste la concreta probabile perdita della radice dentale. Successivamente, sarà possibile procedere all’applicazione di una corona in oro-ceramica? Oppure quali altre soluzioni di rifacimento conservativo del dente (escludo quindi da subito un impianto) sono ipotizzabili? Segnalo come problematica principale lo spazio di lavoro molto ridotto, nell’ordine di 3-4 mm in altezza, con la possibilità per la larghezza di sfruttare la vicinanza del dente 36, devitalizzato e anch’esso in attesa di corona. Ringrazio anticipatamente per l’attenzione e la professionalità. O.
Cara Ornella. Rimuovere una Richmond alle volte non si rivela un compito semplice. Ma da qui a perdere il dente proprio.. ce ne corre. Pian piano con tecniche multiple il dentista dr. laureato farà del suo meglio e ci riuscirà. Poi si potrà ricostruire con buona tecnica di conservazione, utilizzando lo stesso dente, o meglio, la sua radice. Forse bisognerà fare un ritrattamento endodontico per massima sicurezza, vista la complessità del lavoro.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Ornella, ritengo più opportuno per lei affidarsi alle cure del suo odontoiatra che valuterà con un esame obiettivo e Rx leggibili (quelle allegate sono il 2 novembre) quali possibilità, escluso l'impianto, siano percorribili nel suo specifico caso. Cordiali saluti e tanti auguri

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Pernomoncone in oro e corona in oroporcellana per salvare una radice. Da casistica della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Ornella, le corone Richmond sono costruite purtroppo in una unica fusione col loro perno che va dentro la radice del dente che deve essere quindi devitalizzato. Rimuoverle è molto complesso, si può fratturare la radice e a volte non si può proprio. Infatti non si usano più da almeno 30-40 anni. Al loro posto si usa il perno-moncone su cui si costruisce una corona in oroporcellana o zirconio-porcellana. In ogni caso con grande abilità, spesso si riesce a rimuoverle senza danni. Se andasse così. il dente sarà salvato con un pernomoncone ed una corona come descritto sopra. Le lascio una foto e legga sul mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti". Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Ornella, a volte rimuovere una Richmond non è agevole, ma con un po di pazienza è possibile. Nella mia carriera ho anche visto da parte di un vecchio dentista fresare la corona fino ad ottenere un perno moncone. Personalmente non ho mai usato questa tecnica. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentma Ornella, il rischio di "rompere" la radice è, purtroppo, concreto ma con un pò di pazienza il collega certamente riuscirà nell'intento. Successivamente ritrattamento canalare, perno-moncone e una corona in oro-ceramica o zirconia-ceramica. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Siccome la possibilita' di frattura e' reale,di solito io tratto le richmond come se fossero denti cioe' limandoli fino a una soddisfacente riduzione per accogliere la futura corona. Se nel contesto del lavoro, le vibrazioni fanno muovere il perno, allora lo tolgo; in questo modo evito problemi. Se il dente avesse una lesione periapicale preferisco l'apicectomia che il ritrattamento sempre per non cercare rogne

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile paziente, vista la radiografia, sarebbe saggio, previa rimozione della corona, mettere il 35-36

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Anch' io riduco le Richmond a monconi se non è necessario un ritrattamento canalare..non è una pratica dolorosa, solo un po' noiosa perché bisogna molare la fusione di oro e lisciarla bene prima di prendere l' impronta per il nuovo dente. Come sempre l' ultimo giudizio è del suo curante.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Il rischio zero non esiste, anche se io passo al semaforo con il verde, e come nell'esempio che le ho fatto c'è un rischio di frattura verticale, ma molto remoto. Per una fortuna alla rovescia, il pezzo protesico non è di altissima classe, ed essendo impreciso la stessa imprecisione facilita la rimozione della fusione. Con il trapano bisogna rimuovere il metallo ad ombrello, e sul corpo centrale si crea una fossetta di aggancio per la punta ad ultrasuoni. Guardando la radiografia, dovrebbe avvenire il distacco dopo cinque minuti di tormenti per l'udito. Altrimenti lasciamo perdere, e riproviamo la settimana dopo. Con il distacco, abbiamo conquistato il dente. Ora dobbiamo rifare la cura canalare a regola d'arte, cosa facile e alla portata di qualsiasi dentista di città o di campagna. Poi si deve fare un moncone metallico su perno, precisissimo. Se dico precisissimo lei deve capire costosissimo. Piuttosto, se mancano le forze, faccia una capsula bianca al minimo prezzo, per pochi anni d'uso. Apprezzo moltissimo la sua preclusione per l'impianto, che deve essere considerato una riserva di seconda scelta maggiormente disponibile per i dentisti meno bravi nelle prime scelte. Mi faccia conoscere la conclusione di questa storia, la prego, perché la sua vicenda è intrigante. Tanti auguri, Ornella.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Ornella, lei deve sostituire una corona, è forse una collega? Se cosi non fosse queste problematiche non sono di sua competenza.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)