Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 6

Nel 2007 ho messo due perni e due corone in ceramica definitiva...

Scritto da ramona / Pubblicato il
Salve, sono una ragazza di 30 anni;avrei bisogno di alcune informazioni. Nel 2007 ho messo due perni e due corone in ceramica definitiva, nell'arcata superiore il 15dx e 26sx. Il mio dentista mi aveva assicurato che non avrei più avuto problemi, invece nel 2010 iniziai a notare che la gengiva del 15dx (era grigia e emanava cattivo odore) alla visita di controllo il dottore mi disse che si era ritirata la gengiva, e il perno andava rimosso e la corona sostituita;mi consiglia di fare un impianto in titanio con la corona in zirconio. Dopo l'impianto durante l'igiene di routine, mi dice che tra il 26sx e il 27, si era formata una "tasca"(in effetti quando passavo il filo interdentale mi sanguinava) mi consiglia di fare uno splint e di rimodellare la corona, perchè con l'accumulo di cibo rischiavo di perdere e danneggiare l'osso. Dopo circa 10giorni dalla rimozione dei punti di sutura, mi inizia a comparire intorno alla gengiva un bordo metallico, sia interno che esterno. Preciso che prima dello splint , il bordo della corona era bianco. Ritorno dopo un mese per un controllo, e il dentista mi dice che non và bene, e che dovrei sostituire la corona con una in zirconio, anche perchè secondo lui c'è troppo spazio tra i due denti(spazio che si è creato dopo che ha rimodellato le corona). Curo l'igiene e lavo molto i denti uso anche il collutorio ogni giorno. Ma è possibile che una corona non duri neanche 3 anni ,visti i costi??!! grazie per la cortese attenzione, distinti saluti Ramona
Mi sembra ci siano un pò troppi problemini con il suo curante e glielo faccia notare; in effetti la durata dei lavori dovrebbe essere maggiore senta anche un parere da altro collega che la possa visitare, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Pernomoncone da Casistica della Dr.ssa Claudia Petti e del Dr. Gustavo Petti di CAgliari
Cara Ramona, il suo racconto è purtroppo molto confusionario. Le uniche cose certe sono che in tre anni non si può ritirare la gengiva e non si può formare una tasca parodontale tanto profonda da creare mobilità dentale e quindi la necesstà di una legatura parodontale (splint termine errato. La tasca parodopntale per provocare una mobilità deve essere misia a più pareti infraossee di almeno 7 mm. e quindi, poichè l'approfondirsi della tasca è di circa 1/2 mm l'anno, occorrono una media di 14 anni per provocarla. Lei ha 30 anni, quindi la malattia Parodontale di cui la Tasca parodontale è la massima espressione clinica, è iniziata intorno ai 16-18 anni, in ogni caso molto prima dell'inizio della cura. Evidentemente a suo tempo il Dentista non ha fatto una visita Parodontale e totale preprotesica con sondaggio parodontale ed Rx endorali valitative e Preparazione iniziale della bocca e Rivalutazione Parodonto-preprotesica della stessa. Non è che si9 decide così di fare protesi. Bisogna fare una Diagnosi della situazione clinica, evidenziare e risolvere tutte le patologie e poi fare protesi, in paricolare se con un Perno moncone che però mi lascia perplesso, perchè un Perno moncone non lo rimuove! Temo allora che abbia fatto un semplice perno endocanalare con ricostruzione del moncone in loco ed allora si spiega la non durata di tutto ed i problemi sul moncone. Non ho capito poi se vuole estrarre il dente e fare un impianto o se vuole fare un pernomoncone vero! Non faccia estrarre il dente, nel caso. Senta il parere di un DEntista esperto, noto, bravo. L'Odontoiatria sembra facile ma è più complessa di quanto il paziente possa credere e occorre molta professionalità e serietà e cultura nell'eserrcitarla con competenza e perizia!Occorre che la visiti un Parodontologo esperto in Riabilitazione Orale Completa.Le lascio una foto di un pernomoncone con corona in oroporcellana (ma può essere benissimo anche in Zirconio-porcellana). Legga anche nel mio profilo in pubblicazioni ed artivcoli tutto quello che ho scritto sulla tasca parodontale, parodontite e protesi fissa. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

In effetti il racconto da lei esposto non è molto chiaro,fra perni capsule ed impianti non si capisce molto. Sicuramente una capsula, se dopo pochi anni, mostra il bordino grigio metallico, significa che ha avuto un carico occlusale non corretto.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Qualcosa potrebbe forse andare meglio. Poi si possono fare corone senza metallo. In tutto il racconto, poi, come dice il dr. Petti, c'è da valutare bene la situazione delle gengive e delle tasche etc, che alla sua età si stanno presentando troppo precocemente.. Il timore è che il danno parodontale sia stato causato invece proprio da corone incongrue, con trauma occlusale o con bordo impreciso. Questi lavori richiedono anche che il dentista si rivolga ad un buon laboratorio e che il manufatto sia preparato a regola. Se vuole un mio parere siamo a poca distanza.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

La descrizione delle terapie praticate e dei disturbi riferiti non è del tutto comprensibile. Sicuramente posso dirle che una corona dovrebbe durare di più di tre anni. Per altre valutazioni ci sarebbe bisogno di un esame clinico e di esami radiografici. Consulti un altro collega e gli esponga tutte le perplessità che ha in mente. Cordialmente

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Sig. Ramona, forse per darle una corretta risposta occorre conoscere anche il parere del suo odontoiatra. Controlli se chi ha applicato le corone, è iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)