Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 11

Poco tempo fa, una parte del dente si è spezzata...

Scritto da Paola / Pubblicato il
Buongiorno. Circa una ventina di anni fa, avendo un dente superiore anteriore troppo piccolo, l'ho fatto ricoprire. Poco tempo fa, una parte del dente si è spezzata. Sono andata da alcuni dentisti, che mi hanno prospettato due soluzioni: - rifare la ricostruzione, che però la maggior parte non consiglia in quanto potrebbe durare pochissimo; - fare una coroncina in ceramica. Rispetto a queste due soluzioni vorrei porvi una domanda: - per quanto riguarda la ricostruzione, l'eventuale successiva rottura, potrebbe danneggiare, al momento proprio della rottura, il dente sano e/o la gengiva? - riguardo la corona, quasi tutti i dentisti consigliano di fare anche la devitalizzazione, mentre uno non lo ritiene affatto necessario. Chi ha ragione? Vi ringrazio, in attesa di una Vs cortese risposta
Allungamento corona clinica e regolarizzazione festonatura gengivale per ripristinare denti di lunghezza equilibrata rispetto alle gengive. Da casistica parodontale del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Paola, chi ha ragione, sembra un quiz televisivo! Cara Signora, se la corona clinica che è la parte di dente che emerge dalla gengiva è piccola ed il dente corto, bisogna allungarlo con una chirurgia Parodontale Estetica ricreando la giusta festonatura ed il giusto rapporto in tutto il settore frontale da premolare a premolare per ricreare il Natural smile, ossia il sorriso naturale, giusto equilibrio tra Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale, che probabilmente, se ha denti piccoli, ha e il White smile, ossia sorriso bianco, dovuto alla giusta proporzione tra gengive e denti, in parole povere bisogna ripristinare la giusta ed armoniosa forma dei denti e forma delle gengive che dipende in ultima analisi da una giusta ed equilibrata forma della festonatura dell'osso sottostante, che a sua volta dipende dalla forma del colletto del dente a livello della giunzione amelocementizia! Questi problemi li risolve un Parodontologo che procederà poi a ricostruire il dente con un perno-moncone dopo averlo devitalizzato ed una corona in zirconio porcellana o in oro porcellana o altro materiali che ritenesse validi! Legga nel mio profilo:La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale e Restaurazione protesica di un elemento dentale, fratturato, recuperato con un piccolo intervento parodontale e Restauro conservativo di un elemento dentale recuperato con intervento parodontale gengivale e osseo.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Paola, senza alcun elemento di valutazione difficile poterla aiutare. Non è chiaro comunque con che cosa è stato già ricoperto 20 anni fa se con una corona o una semplice ricostruzione in composito. Nel secondo caso è possibile che a distanza di tanti anni si sia infiltrata e sia necessario rifarla se la quantità di dente è sufficiente ad accogliere l'otturazione. Se il tessuto dentario è scarso è necessario devitalizzare il dente applicare una ricostruzione con perni in fibra di vetro e protesizzarlo con una corona in ceramica. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Paola, se tutti i professionisti concordano per la corona, non ci sono dubbi, per il trattamento canalare dovrebbe i pro e i contro, quando lei è correttamente informata, entrambe le procedure sono corrette.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Paola, francamente non capisco cosa ha fatto vent'anni fa. Se ha ricostruito il dente in composito perché il dente era troppo piccolo (denti conoidi) ma sano e questo si è staccato e/o rotto, ma il dente è sano, potrebbe rifare il composito, oppure fare una faccetta in ceramica (in questo caso non si deve eseguire la devitalizzazione), o una corona (per dirle se la devitalizzazione è necessaria bisogna fare una visita). Se invece si è spezzato il dente per una carie, può darsi che il dente vada devitalizzato e poi ricoperto con una corona. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Paola, lei parla di ricopertura ma a quanto pare si è trattato di una ricostruzione. Procedendo con ordine : per quanto riguarda se devitalizzare o meno il dente, la scelta può essere fatta solo dopo aver visto una lastra radiografica. Per quanto riguarda la scelta della corona, vale una regola generale : se le dimensioni della parte di dente che mancano superano di un terzo la intera superficie dell'incisivo, vale la pena effettuare una riabilitazione protesica con corona zirconia-ceramica. sperando di esserle stata d'aiuto, le porgiamo i nostri più cordiali saluti, dott. Stefano Squillante
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Squillante
Napoli (NA)

Gentile paziente, per avere maggiori garanzie, ed una migliore resa estetica, sarebbe saggio un nuovo elemento in ceramica integrale magari, per la devitalizzazione non è sempre necessaria, bisogna fare una radiografia e rendersi conto della situazione clinica attuale. cordiali saluti Dr. Tommaso Giancane

Scritto da Dott. Tommaso Giancane
Noci (BA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Paola, i diversi dentisti da lei consultati e, che, pertanto, hanno avuto la possibilità di un esame obiettivo, hanno dato risposte diverse, però vuole conoscere da noi via web la soluzione più ortodossa o parodossalmente chi ha ragione dei colleghi. Ma stiamo scherzando? Sappia che la diagnosi è una cosa seria e sortisce dopo un esame clinico e strumentale approfondito. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se non c'è motivazione endodontica non si devitalizzano i denti da ricoprire. Anche buone ricostruzioni possono essere una soluzione al problema e in genere non compromettono il dente sottostante in caso di ulteriore rottura. Una soluzione protesica è comunque sicuramente più definitiva.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Preferisco partire dall'ultima sua domanda. Ha ragione chi effettua il restauro che dura di più, ma lei ha soltanto un tentativo, e non potrà mai dire "se avessi seguito l'altro consiglio" senza entrare nel campo delle pure ipotesi, e quindi restando con la domanda senza risposta in eterno. Mi rendo conto che sto demolendo i suoi dubbi, ma la cosa più importante di un rapporto medico paziente è la fiducia. Cerchi un dentista che le dà quella, e poi lo lasci lavorare come crede. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

L'eventuale rottura di una nuova ricostruzione in composito non compromette la validità dell'elemento dentale. Questa sua domanda mi fà dedurre che il suo dente non sia poi così mal messo! i colleghi che l'hanno visitata le avrebbero prospettato soluzioni esclusivamente protesiche. Per quanto riguarda la devitalizzazione sono dell'idea che un dente debba rimanere vitale finchè si può: NON è UN OBBLIGO TERAPEUTICO DEVITALIZZARE SOLO PERCHè SI DEVE PROTESIZZARE! Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisabetta Antonelli
Roma (RM)