Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 7

Da 1 settimana ho messo sugli incisivi anteriori 2 capsule in metal free

Scritto da antonella / Pubblicato il
Buona sera, da 1 settimana ho messo sugli incisivi anteriori 2 capsule in metal free, un dente era già devitalizzato l'altro è stato limato e dopo quasi un mese di provvisori senza alcun fastidio, da 1 settimana ho finalmente 2 belle capsule in ceramica integrale (cosi' le ha chiamate il mio dentista) soltanto che da qualche giorno nel dente non devitalizzato ho qualche fastidio quando bevo qualcosa di freddo oppure durante la sera anche se non sto mangiando. Ho fatto presente questa cosa, ma il mio dentista sostiene che sia la reazione del dente sano al cemento. io mi chiedo se anche questo andava devitalizzato e se il fastidio (che non è continuo al momento) non dovesse smettere è possibile fare eventualmente in un secondo momento la devitalizzazione? senza rovinare la capsula?
Cara Signora Antonella...fare una diagnosi in una situazione così è semplicissimo:prove termiche (una lastra endorale, una visita con percussione assiale e trasversale e carina d'articolazione, le prove termiche che stabiliscano se il dente è in pulpite, in iperemia attiva, in iperemia passiva o in necrosi, un sondaggio di eventuali tasche parodontali ed un esame gnatologico).... che le descrivo:........le prove termiche si fanno con il caldo e con il freddo...esistono liquidi che spruzzati su un batuffolino di cotone con cui toccare il dente abbassano la temperatura improvvisamente da 37° a -4° e le garantisco che se c'è patologia pulpare...la si scopre...il dente risponde con un dolore immediato: 1- se dura qualche secondo...il processo è reversibile e si aspetta, 2- se dura molti minuti, il dente è in Pulpite e bisogna devitalizzarlo subito. 3- Se non risponde al dolore vuol dire che il dente è in necrosi, è morto per infezione e bisogna devitalizzarlo in un modo particolare subito sotto protezione antibiotica! 4- Se non risponde al freddo ma risponde allo stimolo con "guttaperca" molto calda, allora significa che il dente è in necrosi, ma non completa..qualche zona di polpa vicino all'apice è ancora vitale (si chiama sintomatologia radicolare della polpa) e il dente va devitalizzato...ovviamente si deve fare una Rx endorale in diverse proiezioni se necessaria...ed una visita clinica accurata con percussione assiale e trasversale...una analisi occlusale-gnatologica del dente e stia sicuro che si arriva ad emettere una diagnosi certa ed a formulare una terapia idonea...ora LE SPIEGO LE ORIGINI ED IL SIGNIFICATO DI UN DOLORE PULSANTE: il dolore è dovuto semplicemente ad un maggior afflusso di sangue nel dente tramite l'arteria che lo porta, dovuto ad un meccanismo di difesa nei confronti dello stimolo irritativo, questo maggior afflusso causa una pressione dentro il dente che è inespandibile e comprime le terminazioni nervose causando dolore esacerbato dallo stringere i denti...o dal "picchiettarvi sopra"...o dagli stimoli termici...in questo caso (che si chiama iperemia attiva) il processo è reversibile...la polpa si abitua ed in qualche giorno o settimana tutto scompare!...se invece il danno causato dalle tossine dei microbi continua si ha una alterazione della vena che fa uscire il sangue dal dente e succede che il sangue arriva con l'arteria e non esci più con la vena danneggiata...si ha pressione che può anche scatenare dolori forti...o essere talmente leggera da non causare dolori in questo caso anche molto lenta..le cellule della polpa del dente, arterie, vene, linfatici e tessuto nervoso, muoiono= necrosi...e si può formare una zona di osteolisi periapicale (pallina nera alla Rx) intorno all'apice della radice = granuloma, cisti...IL DOLORE DA NECROSI O DA FRATTURA MICROSCOPICA DI UN DENTE DEVITALIZZATO è invece sordo profondo e non pulsante... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonella, la devitalizzazione preprotesica andrebbe eseguita solo se indicata, com’è successo giustamente nel suo caso. La sensibilità al freddo è un buon segno, peggiore sarebbe stata la sensibilità al caldo. Attenda e faccia mantenere sotto controllo il dente in questione. Un’eventuale devitalizzazione futura è possibile sia con la corona cementata oppure rimuovendo la corona, senza compromettere l'estetica vestibolare o frontale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Antonella, i denti da incapsulare, contrariamente a quanto spesso si sente, non vanno necessariamente devitalizzati prima di mettere la corona. Anzi, la devitalizzazione è da rimandare il più possibile. Come dice il termine "devitalizzazione", andiamo a togliere la vita e questo non può essere bene. Però in presenza di sintomatologia spontanea (dolore) e non su stimolo (caldo/freddo), dopo aver valutato con i farmaci antinfiammatori che non regredisce, può rendersi necessaria la cura canalare. E' possibile eseguire la cura anche attraverso la sua corona e poi ricostruirla in modo estetico. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Antonella.. la pulpectomia preventiva non è necessaria.. la vitalità del dente è condizione necessaria per mantenere un buon trofismo dentale. è possibile che la cementazione debba essere ripetuta.. ma non a scapito dell'integrità della capsula.. ne del dente. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Signora Antonella i sintomi che riferisce potrebbero essere una reazione al cemento definitivo che di solito ha una reazione acida. Spesso il quadro regredisce spontaneamente,ma è opportuno tenere sotto controllo il dente interessato per escludere una eventuale "morte del nervo". No, se la cementazione è definitiva è quasi impossibile rimuovere una capsula in ceramica integrale senza danneggiarla, o forarla; Saluti

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Se il problema dovesse persistere, dovrà farsi devitalizzare il dente previa Rx endorale che confermi la necrosi del dente. Basterà semplicemente fare un foro posteriormente per eseguire la cura canalare, per poi fare una otturazione estetica; il tutto in un unica seduta..... ma in genere le sue problematiche dovrebbero sparire in qualche giorno; al limite chieda che tipo di cemento ha usato? Saluti a risentirci....

Scritto da Dott. Vincenzo Zuccaro
Sannicandro di Bari (BA)

L'endodonzia è procedura assolutamente non auspicabile sotto una protesi fissa, se la si può evitare ciò va fatto. Detto questo a volte la sintomatologia clinica induce a farlo. Comunque una corona in ceramica integrale impedirebbe l'accesso endodontico e andrebbe senza dubbio ad essere danneggiata nel tentativo di estrazione. Cordialmente

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia