Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 10

Dopo la devitalizzazione di un molare il dentista mi ha consigliato di applicare una corona

Scritto da mario / Pubblicato il
Salve, la settimana scorsa ho devitalizzato un molare (arcata inferiore), causa carie. Dopo la ricostruzione il mio dentista, mi ha consigliato di applicare una capsula. Avendo un testa a testa degli incisivi (di cui ho già discusso col dentista circa gli eventuali futuri interventi), mi chiedevo come viene preso il calco. Infatti dato il testa a testa, ho una irregolarità nel morso per cui dopo la ricostruzione, sono dovuto ritornare per risolvere un problema di precontatti. Dovendo andare fra una decina di giorni per la limatura e il calco del molare, mi chiedevo per curiosità: come si interviene e quali sono i passaggi per prendere in maniera precisa il calco nel caso di un testa a testa, per evitare che dopo l'applicazione della capsula possano esserci dei precontatti?
Arco facciale di trasferimento
Caro Signor Mario...lei ha molta confusione in testa...i precontatti si evitano, durante una otturazione, scolpendo il dente a regola d'arte e modellandolo in base all'occlusione statica e dinamica in cui si trova il paziente...per questo esistono delle cartine ultrasottili e di vari colori...i9n genere blu, viola e rosso...che servono per individuare durante la modellazione i precontatti. Quindi, terminata l'otturazione...precontatti non ce ne devono essere più. La stessa cosa e gli stessi concetto gnatologici si applicano alla modellazione di una protesi fissa (corona)... ...per quanto riguarda le impronte ed i modelli su cui si prepara la corona..prima si prendono delle impronte per costruire una corona provvisoria in resina...poi si prendono le impronte definitive di precisione (che sono doppie) per costruire dopo avere preparato il dente, la corona definitiva nel materiale scelto dal dentista...il fatto che lei abbia un morso in testa...non crea problemi nel rilevare le impronte...sono impronte come le altre di una bocca "normale"...piuttosto le parla di terapia del morso in testa... quindi di terapia ortodontica...si ricordi che la corona sul molare va costruita solo dopo aver risolto il problema ortodontico e gnatologico...di precontatti..in un caso come il suo sarebbe molto ma molto utile usare un arco facciale di trasferimento ed un articolatore a valore semiindividuale o almeno medio...le lascio una foto...perchè è il solo modo per rilevare la posizione nello spazio della sua base cranica, solidale con l'arcata superiore e studiare e quindi ricreare i suoi tragitti condilari...nei movimenti occlusali gnatologici sia statici che dinamici di relazione centrica, guida canina e guida incisiva... allora il dentista riesce a costruire veramente una corona senza problemi gnatologico-occlusali...a sua misura perfetta!...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari, Ortodontista (la figlia Claudia) e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Mario, l'impronta (calco) viene rilevata nel modo normale e la sua occlusione (rapporto testa a testa) non richiede una tecnica specifica. Piuttosto è importante rivelare un giusto rapporto di riferimento tra le due arcate. La corretta occlusione della capsula (meglio detta corona) sarà normalizzata durante la realizzazione da parte dell'odontotecnico, per poi essere controllata dal dentista in fase di chiusura della bocca, ma in modo paricolare durante la funzione masticatoria. E' consigliabile un controllo dopo una settimana. Non stia in ansia non deve riabilitare tutta la bocca... è solo una corona, ma giustamente se non eseguita bene, può fare insorgere patologie a carico dell'articolazione temporo mandibolare. Buona serata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Non si faccia problemi! La procedura è la stessa in tutti i casi. Lasci al suo dentista la libertà di procedere come meglio pensa. Naturalmente, a lavoro finito, tutto andrà per il meglio.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Buonasera Sig.Mario Non deve preoccuparsi per la presa dell'impronta, dato che non viene presa a bocca chiusa...Per quanto riguarda i precontatti, è compito del suo dentista preparare il dente in modo adeguato al fine di dare gli spazi giusti per l'esecuzione della corona.

Scritto da Dott.ssa Paola Sapienza
Roma (RM)

Non c'e nessuna differenza perchè l'impronta non e' vincola dal tipo di occlusione. Sarà compito del suo dentista e dell'odontotecnico effettuare un manufatto protesico che si adatti alla sua situazione

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Il Suo morso testa testa degli incisivi non altera la presa dell'impronta dei suoi denti. Quando costruiranno la corona protesica controlleranno gli eventuali precontatti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Mario, concordo su quanto detto dai miei bravi colleghi fin adesso. Per sua tranquillità , Le dico che se il suo dentista seguirà un iter protesico corretto, prima della corona definitiva, Le verrà consegnata una corona provvisoria in materiale resinoso (esistono anche possibilità di provvisori "armati" metallo/resina). Questa a tutti gli effetti sarà una protesi, che è importante per valutare l'occlusione e quindi i precontatti eventuali, oltre ad aver una funzione importante per il sostegno dei tessuti molli. Vedrà che se in questo "periodo di prova" sarà soddisfatto, la trasformazione del provvisorio in corona definitiva (mediante le procedure sopra descritte dal Dott.Petti ) non sarà un problema, anche con il suo tipo di occlusione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marcello Messina
Trieste (TS)

Le impronte sono sempre le stesse, i precontatti si ritoccano nella seduta di prova della protesi, prima del successivo appuntamento che prevede la consegna e la cementazione.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Non posso che rispondere in maniera un pò ironica: prendendo una buona impronta (come sempre) e facendo una corona "fatta bene" (come si dovrebbe fare sempre). Fare in modo di non avere precontatti è contatti deflettenti è la quotidianità per un dentista, e il problema è il medesimo per un "testa a testa" o per un "morso coperto". Anzi, nel suo caso le cose potrebbero anche essere più facili del solito.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Mario se il suo dentista è un vero odontoiatra, non avrà nessun problema per risolvere un precontatto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)