Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 9

Prima di inserire una corona in lega preziosa-ceramica è obbligatorio fare il test metallo sul paziente?

Scritto da Roberto / Pubblicato il
Prima di inserire una corona lega preziosa-ceramica è obbligatorio fare il test metallo sul paziente o solo i più scrupolosi lo fanno? Vale lo stesso discorso per il perno moncone, siccome non si può scementare facilmente?
Perni moncone in oro sulle radici separate di un molare inferiore dopo intervento di chirurgia parodontale ossea
Caro Signor Roberto...no non è obbligatorio fare un test...ma è nella Professionalità del Dentista, durante la visita e la progettazione della protesi fare una accuratissima anamnesi clinica da cui si evince se lei potrebbe avere allergie, intolleranze a sostanze componenti della protesi...in ogni caso se la protesi è in oro platino porcellana non corre nessun rischio ...ovviamente della migliore qualità ossia a titolo altissimo di questi metalli...è suo diritto ed è obbligatorio per legge rilasciarle un certificato di conformità col materiale usato ed il numero di partita da cui deriva per risalire alla lavorazione e produzione stessa. Questo discorso vale anche per il perno moncone...o in oro ...o in carbonio con leghe particolari...sono assolutamente anallergici!...cordialmente Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Perfettamente d'accordo con il collega che mi ha preceduto, è una questione di anamnesi accurata ed alta qualità dei materiali. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Ferruccio Morandi
Pistoia (PT)

Sig.Roberto, non è obbligatorio, ma a volte consigliato dall’odontoiatra scrupoloso, che da alcuni parametri sospetta eventuale allergia. Le ricordo che le allergie all’oro sono rarissime ma possibili. http://digilander.libero.it/dudos999/Protocollo.htm

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signor Roberto, non è obbligatorio ma quando dall'anamnesi il paziente riferisce allergie di diverso tipo, sarebbe opportuno richiedere le prove allergiche. Stia tranquillo perchè credo sia una prassi comune in tutti gli studi. Cordialmente

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Buongiorno Sig.Roberto, confermo quanto hanno detto i colleghi in precedenza; ma vorrei sottolineare di più il problema "meccanico": il controllo della fusione per la futura corona non è obbligatorio ma serve ANCHE a verificare che non ci siano state distorsioni nei passaggi precedenti che hanno portato ad una corona che non si adatta perfettamente al moncone. In questa fase si effettuano piccole correzioni per migliorare l'adattamento inevitabile al moncone dentale (troppi passaggi che causano imprecisioni sono obbligatori da effettuare, dall'impronta alla colatura del modello fino alla fusione). Qualora l'adattamento sia insufficiente sarà necessario riprendere un'impronta. Questo passaggio evita al tecnico di fare due volte il rivestimento estetico nei casi "sfortunati", ma permette anche al medico di valutare se la struttura eseguita dal tecnico corrisponde anche alle esigenze cliniche. Distinti saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Fabrizio Andolfi
Givoletto (TO)

Non è obbligatorio fare test, è obbligatoria invece un'anamnesi scrupolosa, finalizzata a far emergere sospetti per potenziali allergie.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

In genere il paziente allergico riferisce al proprio medico dentista pregressi episodi allergizzanti anche perché ritengo molto piu' perniciosa una reazione anafilattica all'uso di guanti in lattice o la temutissima reazione anafilattica alla sommistrazione di anestesia che possono complicare seppur in misura non elevata i nostri trattamenti. Raccolgo quindi sempre minuziosamente un'anamnesi che se pur precompilata esigo mi venga sempre consegnata prima di eseguire cure di qualsiasi genere. Nei pazienti con allergie ai metalli l'uso di monili e quant'altro che possano far presumere un coinvolgimento allergizzante degli stessi va seguito con maggior zelo testando eventuali materiali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianfranco Paolini
Milano (MI)

Ci fu una ragazza che morì di allergia quando andò a trovare la nonna che aveva una mucca ed aveva fatto il formaggio. Solo entrando nella stalla. Lei però sapeva che doveva morire, e portava in auto con se una fiala pronta di adrenalina per lo shock anafilattico. Se c'è stato questo, allora può anche esserci una allergia all'oro. Ma lei.. va in giro con l'adrenalina. Sa che .. può servirle??

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, le fusioni in lega preziosa sono anallergiche, mentre così non si può dire di quelle in lega vile. Un test metallurgico è assolutamente superfluo, utilizzando metalli ad alto titolo nobile. Uno studio odontoiatrico è scrupoloso NON QUANDO FA EFFETTUARE INUTILI PROVE ALLERGOLOGICHE, ma quando utilizza leghe di alta qualità. Tenga inoltre conto che per pazienti che segnalano episodi di allergia accertata o sospetta, vi è la possibilità di utilizzare per la parte metallica della protesi il titanio, assolutamente totalmente biocompatibile, o anche di effettuare protesi metal-free, costruendo corone in sola ceramica, o ceramica e allumina, o zirconio-ceramica. QUESTA E' PROFESSIONALITA', non esami di fumosa e dubbia utilità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia