Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 9

In quale caso è necessario asportare il dente?

Scritto da eleonora / Pubblicato il
Buongiorno. Vi contatto per chiederVi delle informazioni. Attualmente ho in corso un ascesso nella arcata superiore dx tra i molari, non so dirvi a quale faccia riferimento, cmq per scrupolo ho iniziato sabato a prendere l'antibiotico Agomentin e venerdì mi visiterà il mio dentista. Volevo chiedere in quale caso è necessario asportare il dente? Io sinceramente sento solo un pò di fastidio e un pò di alitosi. La mia intenzione sarebbe quella di drenare il dente e una volta curato l 'infezione ricoprire il dente con una capsula. Punto due, vi ho allegato la mia panoramica un pò vecchiotta, e la mia bocca è variata in questi anni, togliendo i denti del giudizio e raddrizzando i denti con l'apparecchio. Volevo chiedervi se sto procedendo nei miglio dei modi ( intarsi nel 24, capsule nei denti 15, 16, 17 e ponte 35 36 e 37) nel comprendo i molari con le capsule visto le otturazioni estese. Dovrei procedere con le capsule con il 45 46 47 e 25 26 27 necessitano proprio. e' meglio devitalizzarli i denti prima di effettuare le capsule? Grazie mille per le risposte.
Mi scusi ma la sua panoramica è molto datata, lei ci descrive ora una bocca che non corrisponde a quella radiografica per molti aspetti. Ci chiede una diagnosi su un non ben definito ascesso in zona molare superiore destra. Ci dice che vorrebbe fare una capsula su questo molare con ipotetico ascesso, che poi descrive come già incapsulato. Chi è in grado di risponderle non è un Odontoiatra, è un indovino....PS vedo solo due cure canalari non ottimali, che magari avrà rifatto, e qualche lesione cariosa, che magari avrà curato; un dente viene devitalizzato soltanto se necessario per motivi strutturali, non a priori quando si desidera realizzare su di esso una corona completa.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, cara Signora Eleonora. (cmq per scrupolo ho iniziato sabato a prendere l'antibiotico Agomentin). E' pericoloso e diseducativo dirlo via internet, nel web. Non si assumono antibiotici o qualsiasi altro farmaco se non fosse stato prescritto dal Medico o meglio, in questo caso, dallo Specialista: l'Odontoiatra! Spero che le sia stato prescritto proprio dal Suo Dentista che la conosce e quindi potrà "immaginare" l'etiopatogenesi dell'ascesso! Altrimenti avrebbe dovuto visitarla d'urgenza subito, Clinicamente e con una Rx endorale per fare una Diagnosi e prescriverle a ragion veduta i farmaci idonei ad attendere la "logistica" degoli appuntamenti nel suo studio, se impossibilitato ad attuare anche una semplice e "banale" e veloce terapia d'urgenza per affrontare poi l'appuntamento "risolutivo" con maggior correttezza Professionale, Diagnostica e Terapeutica! Sinceramente non La capisco, cara Signora; chiede a Noi di confermare o no una terapia che ha immaginato nella sua fantasia o che le è stata proposta dal Dentista, due giorni prima che la visiti il suo Dentista e, tra l'altro dalla visione di una OPT datata, che non rispecchia neanche la situazione attuale? Ma cosa crede che sia l'Odontoiatria? Stregoneria? Con tutto il Rispetto!!! E dato che parliamo di Rispetto con la "R" maiuscola, premesso che non ci si deve rivolgere a più dentisti ma ad uno solo in cui si abbia Fiducia e Stima! Perché, Le chiedo, questa immane sfiducia nel suo Dentista? Devo ripetere "per filo e per segno" quanto ho già scritto in decine di altre occasioni e vedo che purtroppo non è mai "troppo" il Ripeterlo!!! Perché non su Fida di Lui e non lo Stima? Internet è diventato il Dottor Internet! Consultare così il Web è molto pericoloso! Che brutta abitudine sta ormai dilagando! Non mi piace e purtroppo è figlia di questi tempi "malsani" che stiamo vivendo! Cari saluti e scusi la mia Franchezza ma il Collega che ha dato tutto il suo sapere intellettuale e manuale a Lei per curarla, non merita un trattamento così poco rispettoso! Cari saluti e rifletta attentamente su questo mio scritto e riflettete tutti, cari pazienti a cui noi Medici Dentisti Dedichiamo tutte le Nostre Cure, Tempo, Fatica, Intelletto, Esperienza, Studio, Ricerca, insegnamento, Clinica e tanto a altro! Come minimo vorremmo avere il Rispetto e la Fiducia e la Stima dei Nostri Pazienti! Parlo in Generale perché personalmente l'ho in modo completo tanto che ho pazienti che "soffrono" e si tengono la "Sofferenza" nel Mese di Agosto quando lo Studio è Chiuso pur di attendere Settembre a la Riapertura dello studio per essere curati da Me e da mia Figlia Claudia e da NESSUN ALTRO! Insomma voglio farle capire che noi, almeno io, non siamo qui per confermare o no pianificazioni terapeutiche di Colleghi. Non siamo Giudici, ma Medici Odontoiatri! Il rapporto di Stima e Fuducia Reciproca Medico-Paziente è Fondamentale, dovrebbe capirlo e se io sapessi che un mio paziente va a cercare risposte altrove e addirittura sul Web a terapie già spiegate da me, beh, io quel paziente lo "caccerei" dal mio studio e non lo curerei più perché indegno delle mie attenzioni Cliniche terapeutiche e della mia Cultura e del mio tempo che dedicherei invece a chi sa apprezzarmi!Ci rifletta su quanto le dico! Mi dispiace ma per "Educazione" e "Deontologia" verso il suo Dentista e Professionalità troppo "Radicata" in me" non merita nessuna "Risposta"! Ci ho tenuto però a dirle quanto le ho detto e spero che "abbia compreso" e che comprendano tutti i pazienti che leggeranno le mie parole! Comunque , dato che sono un Medico Specialista in Odontoiatria e Protesi Dentaria e Parodontologia, Serio e Coscienzioso, a suo "beneficio" mi limito a farle notare che la sua "bocca" ha diverse patologie Parodontali, Gnatologiche, Conservative, Endodontiche e Protesiche, Periradicolari e Periapicali osteolitiche di radiotrasparenza ed ossee di radioaddensamento. Si faccia Visitare e curare! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La capsula non cambia la prognosi in funzione di un ascesso risolto con l'antibiotico. Se il dente ha un'infezione " raffreddata" dall'antibiotico, questa si ripresenterà. Dalla panoramica e pure vecchia non si fa diagnosi alcuna necessaria la visita ed eventualmente delle radiografie endoorali che sono molto precise il suo dentista sicuramente le dirà lo stesso. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. ra Eleonora, una panoramica vecchia non serve a nulla. Lei ci riferisce una autodiagnosi, senza dirci perché pensa di avere un ascesso. Un un pò di fastidio e un pò di alitosi possono essere dati da qualsiasi cosa. E' gonfia, drena del pus? Senza altre informazioni non possiamo dare un parere. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.na, anzitutto dovrebbe estrarre i due molare del giudizio, che comprimono l'arvata e affollano i denti inferiori. Per quanto riguarda i problemi sui molari, molto probabilmente si tratta di ascessi parodontali, controlli l'occlusione e sia anche cauta nel voler incapsulare i denti. Per quanto riguarda il resto, ci vorrebbe una visita per vedere se i restauri vanno bene, cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Eleonora, grazie per averci scritto. Laddove avesse "(...) in corso un ascesso nella arcata superiore dx tra i molari (...)" -mi perdoni ma- non 'dovrebbe' "(...) cmq per scrupolo (...) prendere l'antibiotico Agomentin (...) e attendere l'appuntamento del Suo dentista (...)", (ri)cadendo -nel frattempo- nell'errore della c.d. "automedicazione" ("rituale" che mi pare di 'percepire', anche guardando la vecchia OPT ... proprio a dx, non Le sia del tutto "nuovo" e/o che potrebbe aver già "celebrato" in questi anni ...). All'uopo, mi premuro di informarLa che procedure simili, in cambio di un po' di alleviamento dei sintomi ..., contribuiscono solo a creare inutili e crescenti "resistenze batteriche" agli antibiotici ... Resistenze che rendono (poi) più difficoltosi e sintomatici gli opportuni trattamenti del caso di specie. Posto che un "ascesso" è -de facto- un "emergenza medica" (infettiva), sarebbe (a dir poco) più opportuno -a parer mio- dibattersi esclusivamente tra: (1) il chiedere al (e ottenere dal) Suo dentista di fiducia un appuntamento 'urgente' (ovvero in giornata); oppure, laddove oggettivamente non possibile, (2) recarsi (altrettanto 'tempestivamente') presso la struttura odontoiatrica (pubblica o privata) più vicina che eroga un servizio di "Pronto Soccorso", al fine di farsi "visitare d'urgenza" da un medico-odontoiatra, il quale provvederà (in quella sede) a prestarLe tutte le dovute assistenze c.d. "di prime cure" (ovvero quelle emergenti). Solo così potrà (poi) attendere (e me lo lasci dire) in ben altre condizioni ... all'appuntamento fissato col Suo dentista (auspicabilmente entro qualche giorno dall'intervento in P.S.), che avrà l'obiettivo di confermare (o cambiare) la diagnosi e impostare il piano terapeutico. Ma si badi: mentre si è affetti da un "quadro acuto" 'spento' o (in ogni caso) sotto controllo! Mi creda, ne sarebbe felice anche il Suo Dentista! Per quanto riguarda il resto delle domande, invece, certamente il Collega che la segue (e che si appresta a vedere) Le saprà rispondere convenientemente. In ogni caso, se ha piacere di ricevere anche delle nostre "opinioni" in argomento (che naturalmente non sostituiscono la diagnosi medica-odontoiatrica 'diretta' ma forniscono solo informazioni specialistiche e/o orientamenti della disciplina e/o indirizzi clinici), La invito a ripresentare i Suoi quesiti assieme a una radiografia panoramica, o OrtoPanTomografia (OPT), contemporanea (massimo 4-6 mesi). Con l'auspicio di una 'immediata' e 'autentica' risoluzione della Sua "emergenza infettiva"!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Scala
Brescia (BS)
Collaboratore di Dentisti Italia

Buongiorno Eleonora. Credo che lei abbia bisogno di affidarsi seriamente e serenamente ad un dentista. I farmaci non si assumono a caso e in base alle proprie autodiagnosi, ma su prescrizione medica dopo aver fatto una diagnosi. "La mia intenzione sarebbe quella di drenare il dente" è illuminante: lei non deve avere intenzioni sulle sue cure mediche, ma ascoltare la diagnosi di un dentista competente e seguire il piano di trattamento. Nella lista di cure cui si sta per sottoporre non compare l'elemento 36 (primo molare inferiore di sinistra) che invece ha una terapia canalare incongrua e che dovrebbe essere ritrattato prima di essere protetto da una capsula. Non sono chiare le ragioni di eseguire un ponte 35-36-37. Piuttosto, se non mancano elementi dentari, meglio corone singole, più pulibili e più estetiche. Il nostro consiglio è quello di chiarirsi e capirsi con un dentista di sua fiducia. Auguri.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Per sua norma e regola il dentista più bravo è quello che toglie meno denti, e dunque fa meno impianti. Stando solo alla radiografia, il dente superiore destro sembra curabilissimo, ma solo se trattato da mani esperte. Tenga ancora a mente che, per la sconsiderata guerra dei prezzi, la qualità delle cure è attualmente sempre peggiore, e per stare sul mercato di una concorrenza sfrenata quasi tutti i dentisti si regolano secondo parametri troppo commerciali. Tenga ancora a mente, per se stessa, che la salute non si mette all'asta. Circa le tre + tre capsule non si vede la ragione tecnica, dunque sono da fare solo per una ragione commerciale, secondo la tecnica d'approccio dei dentisti da negozio. Nel negozio si fa cassa in un colpo solo, mentre un dentista di vecchio conio si considera candidato ad essere suo amico di famiglia, per tante piccole incombenze negli anni futuri. La cura dei denti non si deve mani discutere come una malattia acuta, ma è un processo cronico dove prevale la fiducia tra le persone, e il mantenimento nel tempo delle buone azioni. Altra questione. I denti non sono da devitalizzare obbligatoriamente prima di chiuderli in una bara, anzi è molto più elegante non devitalizzare. Infine gli intarsi e il derivato delle corone parziali, valgono e costano di più delle corone complete. La ragione è presto detta: pagano un costo biologico più basso, e più è basso questo costo più è alto il valore del manufatto. Sintetizzo a colpi di fulmine. Lei si faccia mettere tutto per iscritto, come precauzione per aiutare l'avvocato e il perito che verranno. Stampi questo mio messaggio a buona e futura memoria, che letto ancora e poi riletto meglio possano aprirsi per lei maggiori orizzonti mentali. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Eleonora, prendere antibiotici per scrupolo e senza prescrizione medica è un gravissimo errore. Venerdì troverà le corrette risposte alle sue domande.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)