Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 4

Il perno moncone si cura in questo modo?

Scritto da enrica / Pubblicato il
Buongiorno, Ho da circa 4 anni un perno moncone (il mio dente rimpicciolito e ricoperto dalla corona) sul molare 17 che mi si era fratturato (spero di non sbagliarmi con il numero, è l ultimo superiore a dx prima del molare del giudizio che non ho ancora), da ieri ho cominciato ad avvertire un forte fastidio al dente sento che mi fa male "sotto", ed ho la gengiva un po gonfia in prossimità del molare e non riesco a masticare. Oggi sono andata dal dentista, che mi ha detto che c'è un infezione in atto e che presumibilmente il dente a suo tempo non è stato Devitalizzato del tutto e adesso la radice si è infiammata. Mi ha dato un antibiotico e poi mi ha detto che bisogna intervenire...curando il dente senza togliere la corona. Praticamente da ciò che mi ha spiegato deve bucare la corona , ritrattare i canali eseguendo quindi una nuova devitalizzazione poi ricostruire il dente con un perno in fibra e fare l otturazione. Io sinceramente mi aspettavo che mi dicesse togliamo la corona e curiamo il dente, sono rimasta quindi dubbiosa. La mia domanda è...il perno moncone si cura in questo modo? Il trattamento che mi ha proposto il dentista è quello usuale ?? E' una metodica conservativa Buona o attualmente vi sono delle metodiche alternative? Vi ringrazio anticipatamente, Enrica
Pernomoncone e sua corona in oroplatinoporcellana. Da casistica Dottor Gustavo Petti Parodontologo Protesista di Cagliari
Cara Signora Enrica, buongiorno. "il mio dente rimpicciolito e ricoperto dalla corona" non è un perno-moncone ma solamente il suo dente preparato protesicamente per ricevere la corona protesica fissa! Infatti il suo Dentista prevede di "forare la corona per rimuovere la vecchia terapia canalare e fare la nuova terapia endodontica, cosa che non potrebbe fare se ci fosse un pernomoncone! " ricostruire il dente con un perno in fibra e fare l otturazione": questo è il pernomoncone anche se le è stato spiegato male perché il perno in fibra si integra nel pernomoncone preparato non con normale materiale da otturazione ma con materiale idoneo a coistruire un pernomoncone. Chieda al suo Dentista di informarla bene e meglio perché Lei non ha capito molto di quanto le viene proposto di fare! Lo dimostra la sua domanda che non ha nessun significato e riporto "il perno moncone si cura in questo modo?". Rispondo, il pernomoncone non si cura. Il pernomoncone è solo il mezzo con cui si ricostruisce il moncone mancante del dente. Le lascio una foto di un perno moncone in oro fatto su una radice e poi ricoperto con una fusione in oroplatino a sua volta ricoperta con la ceramica. Spero che sia stato chiaro! C'è molta confusione in Lei. Se il Dentista deve ricostruire la radice del dente con un perno moncone deve per forza aver rimosso prima la vecchia corona. Non vorrei che invece per perno in fibra e otturazione intendesse proprio una otturazione su un perno inserito nel canale, lavorando attraverso l'apertura fatta nella corona. In questo caso sarebbe veramente molto "azzardata" come terapia conservativa e personalmente non la farei perché non certamente di qualità! Chiarisca il tutto col suo Dentista. Se non ha problemi di costi, l'Ideale è tagliare la corona, rimuoverla, curare , ricostruire il moncone o fare un pernomoncone a seconda della situazione clinica e rifare la corona Protesica definitiva in materiale idoneo scelto in base alla sua situazione clinica ed ai "costi" che può affrontare! Se la corona si rimuovesse con l'estrattore significherebbe che potrebbe avere problemi di "qualità di preparazione". Una corona Protesica costruita bene e con qualità su un moncone dentale preparato bene, con parallelismo delle pareti, altezza giusta e spalla adeguata, non si può rimuovere con un estrattore ma solo tagliandola con una fresa diamantata o al carburo di tungsteno (detta proprio tagliacorone)! Parli col suo Dentista :) Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Enrica, è evidente che c'è un problema causato dalla presenza del perno moncone (come lei dice) che effettivamente impedirebbe un ritrattamento senza la rimozione dello stesso. Non sapendo nulla del suo caso è bene che si faccia spiegare attentamente i particolari del suo problema e sul modo di intervenire. Il problema fondamentale è la presenza o meno del perno moncone che essendo cementato anche nei canali impedisce un ritrattamento per via ortograda convenzionale. Si faccia spiegare bene con un sereno colloquio col suo dentista. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Enrica, probabilmente ha capito poco delle cure proposte, noi a distanza forse facciamo ancor più confusione; si faccia rilasciare una relazione poi ce la invii e noi le risponderemo se le cure sono corrette.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Tutto corretto. Il Collega perfora la corona, ha accesso diretto alla struttura dentale (il suo "moncone" dentale, senza perno), ritratta i canali radicolari infetti, pulisce e successivamente ricostruisce con perno diretto ed otturazione. In diversi casi, per ragioni di scarsa visibilità, la corona viene rimossa (e quindi solitamente rifatta); quando è possibile evitarlo, tanto meglio per le sue tasche.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia