Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 7

Nel 2003 mi è stato devitalizzato il molare 47

Scritto da Laura / Pubblicato il
Nel 2003 mi è stato devitalizzato il molare 47, non ho mai avuto problemi particolari, anche se ultimamente mi dà talvolta noia alla masticazione. Il dente è coperto con amalgama. Mi hanno consigliato di ritrattarlo, mettere 2 perni e la corona. Non mi è chiaro perché ci sia necessità di ritrattamento senza previo controllo con rx. L'altro anno feci la panoramica e il dente non era infettato da granuloma. Grazie saluti
La radiografia è indispensabile per dimostrare al paziente lo stato delle cose, e poi per vederci chiaro senza supporre. Dopo vari anni un ritrattamento è sempre consigliabile, si tratta di rafforzare mediante l'igiene la cura del sito dentario. Per vedere il resto, cioè la necessità dei perni specialmente, ci vuole una buona rx digitale. Questi perni in verità vorrei vederli anch'io, perché per un perno moncone ne basta uno. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Laura, vede, quel suo dire "mi dà talvolta noia alla masticazione" è il punto cruciale per il semplice fatto che non deve accadere ed è quindi sospetto e probabile sintomo di sofferenza periapicale o periradicolare, dopo però aver escluso precontatti gnatologici e la presenza di tasche parodontali espressione di parodontite che, vista anche la sua età che corrisponde a quella tra le più colpite dalla malattia parodontale, si può manifestare coi sintomi da lei descritti! Non basta una visita clinica "spiccia" e neanche una Rx endorale sola. Bisogna sottoporla a due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. E' sempre più prudente che la visiti un Dentista, meglio se Parodontologo. Tenga inoltre presente che la visita Odontoiatrica deve essere totale. Legga, ripeto, nel mio Profilo "Visita Parodontale" che poi è la Visita Odontoiatrica che io Parodontologo ma anche Odontoiatra ed anche Medico faccio sempre, così come mia figlia Claudia, per qualsiasi motivo un paziente venga da noi! Per quanto riguarda i due perni, si faccia spiegare se il suo Dentista si riferisce ad una ricostruzione in amalgama d'argento o in materiale esteticoinserendo due perni endocanalari tipo Dentatus o se intende fare un pernomoncone con doppio perno e relativa corona fissa protesica definitiva ed in quale materiale! Manca l'informazione oltre che la Diagnosi e la Diagnosi differenziale, importantissima se non essenziale! Cari saluti. E' normalissima routine odontoiatrica. Accidenti. Mi scusi per l'espressione!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Laura, la differenza sta tra preventivo e visita che molti studi odontoiatrici propongono gratuitamente. In poche parole se lei richiede una vera visita da un professionista serio le dovrà una congrua parcella, come in qualunque branca della medicina, in odontoiatria dove spesso è gratuita tendono a rendere sinonimi visita con preventivo, per cui non deve meravigliarsi se non le hanno fatto un rx prima della proposta di cura. Provi a ricercare una visita a pagamento e capirà molte cose.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il fatto che "talvolta le dia noia alla masticazione" indica tutto e niente. Nel senso che può esserci una problematica parodontale (tasca gengivale, esposizione forcazione etc etc), piuttosto che un'infezione periapicale (granuloma in fase di ri-acutizzazione) o una frattura radicolare in atto. La diagnosi prevede un'accurata visita clinica, con sondaggio parodontale, test percussione, ed anche sicuramente una radiografia endorale mirata. Solo una volta completata la diagnosi, si può parlare di eventuale ritrattamento e corona.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Alla diagnosi ci si arriva dopo approfondita e completa visita corredata da rx endorale...il ritrattamento endodontico è consigliato quando da un dente devitalizzato ha inizio un processo infiammatorio cronico, di origine infettiva, in corrispondenza dell’apice della radice e consiste nel completo rifacimento della devitalizzazione, con l’obiettivo di eliminare la carica batterica presente nei canali radicolari.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Lei deve rifare l'otturazione del 2003 rivolgendosi ad un dentista più bravo e più caro. Sommando i due importi lei verrà a pagare di più. Essendoci amalgama, rifaccia l'amalgama. Il prodotto finito e lucidato bene deve essere brillante come una posata d'argento. La sua durata è stimata almeno quattro volte la durata di una otturazione di plastica incollata. Almeno avrà un risparmio in futuro. Si ricordi che la salute non si mette mai all'asta. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gent sig Laura ritengo, che la, visita clinica corretta e accurata debba essere completata con indagini radiografiche specie, in un dente come il suo, che talvolta si fa sentire.. Solo chi vede le immagini e chi esamina la sua bocca sarà in grado di proporre la migliore terapia per lei.. Cordialmente.

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)