Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 11

Cura carie in strutture pubbliche

Scritto da ANDREA / Pubblicato il
Buongiorno, con tutto il rispetto che riservo alla vs. categoria che dal punto di vista professionale la trovo inecepibile, quale possibilità ci sono di farsi curare da un dentista/odontoiatra per una persona che si trova in condizioni di indigenza economica. Ho sentito che è possibile anche morire per una carie non curata e questo mi sembra francamente un sacrificio esagerato verso la vs. categoria. Andrea
Egr. sig. Nicoletti, in parte ciò che riferisce è vero: ovvero importanti ascessi possono portare a morte se non si interviene tempestivamente, però in questi casi il medico di famiglia può richiedere il ricovero in ospedale. Inoltre tenga presente che gli interventi d'urgenza vengono gestiti da strutture pubbliche. Adesso non sono a conoscenza della situazione a Genova però ci sono strutture pubbliche che trattano anche pz in situazioni disagiate (sia da un punto di vista economico sia di salute generale) prestando tutte le cure necessarie e, a volte, anche cure riabilitative protesiche. Buona serata
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Pallavera
Cornegliano Laudense (LO)

Caro signor Andrea si rivolga con fermezza alla sua ASL competente, devono darle le cure!!! ... Anche la Caritas ...senza "inopportuna vergogna" ... può aiutarla in tal senso!... si rivolga anche ai Conventi dei frati Cappuccini ... che o personalmente o sapendola indirizzare si occuperanno di Lei io di più non posso proprio fare!... Mi dica però i problemi che ha . Cordialmente Le posso proporre se non trovasse soluzione...CRISTIANAMENTE...porgendo la mia mano ad un "Fratello" in difficoltà... venga nel mio studio di Cagliari con appuntamento, la visiterò senza farle pagare niente e le farò la cura a "PREZZO DI PURO COSTO" ... ma tenga presente secondo quello che deve fare, che dovrebbe fermarsi più giorni o addirittura venire più volte...fare il viaggio più volte...non so...veda lei...penso che sarebbe costoso lo stesso...forse di più...non so che altro dire o fare! Buona fortuna! Mi dica però prima i suoi problemi .dipende molto da cosa deve fare se posso aiutarla e se le conviene visti i costi che deve affrontare per venire qui! Quindi sia chiaro per ora non prometto nulla Lei prima provi le altre strade poi mi dica bene cosa ha ( e se ha patologie particolari generali)...e poi io le confermerò se Etc .io la mia buona volontà Le garantisco ce la metto tutta! Cordialmente suo Gustavo Petti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Andrea, in Italia fortunatamente esiste un servizio sanitario nazionale per le cure urgenti evitando complicanze settiche generalizzate. Con pazienza può rivolgersi all'ASL di zona e richiedere le cure odontoiatriche.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Andrea, il "diritto alla salute", inteso come "diritto ad essere curati", è un diritto costituzionale! Quindi è lo Stato che garantisce le cure primarie dei cittadini italiani. Il Sistema Sanitario Nazionale, attraverso i Sistemi Sanitari Regionali, ha messo a disposizione dei cittadini gli ospedali e gli ambulatori delle Aziende Sanitarie Locali, oltre a convenzionare studi privati accreditati con le ASL con livelli di qualità base, di qualità intermedia o di qualità di eccellenza. A queste strutture possono accedere tutti, pagando una quota fissa di poche decine di euro, mentre per gli indigenti le cure sono totalmente gratuite. Inoltre, solo per gli indigenti ed in quasi tutte le città importanti, sono presenti gli ambulatori odontoiatrici gestiti dalla Caritas o da altre associazioni di volontari. Questo significa che "di carie si muore" solo per trascuratezza! Provi a cercare sull'elenco telefonico o su internet i recapiti della sua ASL o della Caritas e chieda maggiori informazioni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro sig. Andrea, si rivolga al suo medico di base. Alcune terapie (urgenze) sono gestite in ambiente ospedaliero con i costi a carico del servizio sanitario nazionale. Purtroppo la chirurgia ambulatoriale privata (noi dentisti facciamo parte di quel' insieme) ha costi di gestione incredibili (500 - 1000€ al giorno per studio!), per essere mantenuta al livello di eccellenza cui in italia siamo abituati. Ovviamente non ricevendo noi alcun sussidio da parte dello stato, tutto questo costo, più il nostro giusto guadagno, naturalmente, è a carico del paziente. Un consiglio, che sembra lapalissiano, ma troppo spesso totalmente disatteso: Visto che nel campo odontoiatrico la PREVENZIONE funziona al 100% ed ha costi bassissimi, impari perfettamente a lavarsi i denti (in questo sito già trova dei testi a riguardo, in sidp per quanto riguarda le gengive), insegni l' igiene orale ed igiene alimentare corretta (gestione zuccheri) ai suoi figli e piccoli parenti. Così risparmierà davvero denti e denaro. Questo, sì, sarebbe giusto lo insegnasse lo stato. Cari saluti!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessio Bosco
Sanremo (IM)

Sacrificio verso la nostra categoria? Da parte di chi? Siamo lavoratori come gli altri e viviamo di ciò che producono le nostre mani. Anche di freddo si può morire ma nessuno si permette di dire che "si sacrifica alla categoria dei venditori di cappotti". L'odontoiatria non è completamente a carico dello stato semplicemente perchè non gli conviene, non può permetterselo. L'odontoiatria costa (non il dentista!). esiste comunque un servizio pubblico, un'assistenza anche odontoiatrica presso gli ospedali a Genova sia a S. Martino che al Galliera e anche al Gaslini (per i bambini). Mi spiace per la sua condizione, sono solidale con Lei e concordo che a tutti dovrebbero essere garantite gratuitamente le terapie di base, ma non accetto questo Suo atteggiamento come se fossero i dentisti a "farla morire di carie".
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Condivido pienamente quanto già scrittoLe dai Colleghi che mi hanno preceduto. Anche se umanitariamente Le sono molto vicino (il sottoscritto come Medico e come Uomo è stato tante volte in Missioni Umanitarie in Paesi del Terzo Mondo) e ritengo che il Suo diritto di essere curato dal Sistema Sanitario Nazionale sia sacrosanto ,mi rendo conto che in questo esistono varie disfunzioni ,ovvero tempi di attesa inprevedibili. Se lo ritenesse opportuno , mi contatti privatamente per valutare il Suo specifico Caso Clinico e la possibilità di aiutarla. La saluto Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

La nostra è una libera professione al 100%. Funziona così, come quella di un notaio, di un avvocato, di un architetto etc. Io spesso però aiuto gente che ha davvero bisogno. Certo, non posso permettermi di eseguire loro gratis un ponte in oroceramica, ma qualche cura, specie sui bambini, non la nego. Una specie di piccolo volontariato nostrano. E sempre verrà di peggio, visto che il livello di povertà in Italia sta aumentando vertiginosamente. Non credere che i dentisti liberi professionisti come tutti noi qui, oggi se la passino bene come tanti anni fa. I tempi sono radicalmente diversi, molti di noi... devono CHIUDERE i battenti. Gli studi si chiudono, oggi. Non se ne aprono. Quindi l'idea del dentista in Porsche, è legata a decenni precedenti a questo. Ora è dura per tutti. Tutto ciò mi ricorda la cazone del medico di De Andrè, anche lui Genovese: te la ricordi? "la diagnosi in faccia e per tutti era uguale..."
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Andrea, capisco il tuo stato d'animo, come ti hanno suggerito gli altri colleghi devi cercare di rivolgerti alle strutture pubbliche riuscirai sicuramente a curarti al meglio spendendo quasi niente. Non ti preoccupare di carie non si muore in ogni caso nelle cliniche e negli ospedali c'è sempre un pronto soccorso per cui stai sereno. E' chiaro che le liste d'attesa saranno molto lunghe porta pazienza... cordialmente

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Può rivolgersi alla Caritas, ad esempio quì a Firenze esiste un centro odontoiatrico gestito dalla Caritas diocesana che si occupa di fornire assistenza a pazienti come lei e altre persone straniere purchè munite di STP cioè foglio di permesso di soggiorno, vi effettuiamo tutti i tipi di trattamento escluso la protesica. Saluti

Scritto da Dott. Raffaele Evangelisti
Firenze (FI)