Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 3

Lo scorso settembre ho effettuato un'otturazione al dente 14...

Scritto da nico / Pubblicato il
Buongiorno. Lo scorso settembre ho effettuato un'otturazione al dente 14 che, al momento, non sembrava sporgere di molto e quindi creare problemi nell'occlusione. Pochi minuti dopo, però, ho notato che il dente antagonista toccava un po' prima degli altri e questa sensazione è durata qualche giorno per poi sparire del tutto. E' possibile che le arcate si siano adattate a questa (scorretta) nuova posizione nel giro di pochi giorni? Ci sono metodi per verificare l'eventuale malocclusione (peraltro molto lieve)? Nel frattempo ho effettuato altre otturazioni nel lato sinistro che non mi hanno dato problemi. Grazie. Cordiali saluti.
Ricostruzione in Amalgama d'Argento, più adatta didatticamente per mostrare la modellazione di solchi, cresta marginale e versanti cuspidali, fatti in modo corretto dopo allungamento della corona clinica con chirurgia parodontale. Da casistica del Dottor Gustavo Petti Parodontologo di Cagliar
Buongiorno a Lei caro Signor Nico, si ci sono metodi infallibili per valutare l'occlusione ed in particolare i precontatti come nel suo caso. Si usano le cartine d'articolazione, prima più grossolane e poi sempre più fini per valutare che i contatti siano contatti e non precontatti ossia contatti precoci come quello che ha avuto lei. Dire se sia "sparito" per una variazione di occlusione che creerebbe patologia o per il consumarsi del materiale specialmente se era resina composita estetica e probabilmente, vista la inusuale velocità, uno straterello o sbavatura di resina fluida, non è possibile via web ma solo con una analisi gnatologica clinica. Sappia che il concetto fondamentale è che tutto in Natura é Forma e Forma significa Funzione. Massima espressione di Forma che svolge una funzione è proprio l'apparato stomatognatico, ossia la bocca e le sue unità dentali. Le spiego i concetti basilari di forma dei denti, gengive ed osso e quindi corone gengive ed osso, che devono esere armoniosi e giusti perchè dipendenti l'uno dall'altro, quindi se una corona fosse fatta male come forma e il cibo si "impigliasse per questo", sarebbe "sbagliata" con compromissione di forma gengivale ed ossea. La Gengiva ha una forma a festone, che ripete la forma a festone dell’osso sottostante e replica la forma del Dente che circonda a livello della linea di giunzione amelocementizia (che unisce lo Smalto alla radice). Addirittura il piano inclinato formato dai versanti cuspidali dei denti, formano con la linea ideale del piano occlusale, masticatorio, un angolo che è uguale all’angolo formato in un movimento particolare, dalla Testa del Condilo e un punto preciso della Cavità Glenoide della ATM (Articolazione Temporo Mandibolare). Questi quattro Organi Stomatognatici, Gengiva, Osso, Dente e ATM, sono quindi in un rapporto talmente stretto di forma e funzione che è sufficiente che cambi la forma uno solo di essi per farla cambiare anche agli altri, creando patologie anche gravi, oltre che inestetismi spesso molto seri. Ecco perché è semplicistico fare paragoni tra una Otturazione od una Corona Protesica o qualsiasi altra terapia Odontoiatrica, di un Dentista anziché di un Altro, con costi che possono essere anche 10-20 volte maggiori o minori tra l’uno e l’altro. Quindi dubitate altamente delle "prestazioni" Low Cost = a basso costo!!! Basta non modellare una otturazione con i giusti piani inclinati dei versanti cuspidali per causare una alterazione della forma del Condilo della Mandibola o dell’intera ATM, con deviazione della Mandibola, formazione di Precontatti, spostamento dei denti, Instaurarsi di una Patologia Occlusale Gnatologica. Stesse considerazioni per la forma delle otturazioni e/o delle corone protesiche su monconi naturali. legga nel mio profilo:"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" se vuole approfondire questi argomenti!. Se poi la distruzione della corona dentale si estendesse sottogengiva, allora bisogna prima della conservativa, attuare un allungamento della corona clinica. Le lascio un piccolo poster di una frattura così curata, ma su un molare. La ricostruzione è in Amalgama così vede meglio la modellazione di Cuspidi, fosse, solchi, cresta marginale e versanti cuspidali, fatti in modo corretto! In bocca al Lupo! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Nico, nel suo caso deve solo controllare se chi le aveva eseguito le otturazioni era iscritto all'ordine dei medici, se così fosse non dimentichi la visita semestrale che nella sua bocca è basilare per una corretta prevenzione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Probabilmente non ha una malocclusione conseguente ad una eventuale otturazione eccessiva in quanto il ligamento parodontale e quindi il tessuto osseo si può rimodellare. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia