Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 10

Cura delle carie con l'ozono o con il laser.

Scritto da anna / Pubblicato il
Buongiorno ho letto le interessanti informazioni di questo formidabile sito e ho appreso che esiste la cura di carie con l'ozono. Presumo sia un metodo nuovo. Esiste a Brescia un dentista che lo usa? Come funziona di preciso? E' sufficiente una seduta (come nel metodo tradizionale) per sistemare il dente? E il metodo con il laser? Sono entrambi efficaci e non pericolosi? Da preferire al classico metodo? Vi ringrazio molto per il tempo che mi dedicate.
Sig. Anna, l'ozono e il laser sono utilizzati da diversi dentisti, anche della sua regione. Può ritrovare le mail personali dei vari professionisti anche in questo portale. L'ozono è utilizzato, principalmente, in piccoli pazienti o nei casi di carie sospetta o iniziale, risulta poco indicato nei casi di carie destruenti. Il laser a erbio riesce a rimuovere la carie dal dente, ma con tempi maggiori, rispetto le tecniche tradizionali. Entrambe le metodiche sono sicure e non pericolose. Non è possibile definire qual'è il miglior sistema, perche la carie si presenta in forme e dimensioni diverse in soggetti diversi Normalmente è l'odontoiatra che, dopo la visita, consiglia il paziente a sottoporsi alle cure, utilizzando le tecniche più appropriate per l'intervento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Anna, hanno risposto già i Colleghi Dr. Diego Ruffoni e Paolo Passaretti ... concordo con loro ... tenga solo presente che sia il trattamento con Ozono che con Laser trovano indicazioni nelle carie molto piccole e superficiali ricostruibili poi con materiali estetici che non hanno bisogno di "ritenzione" ma aderiscono con sistemi particolari allo smalto del dente. Nelle carie restaurate in Amalgama d'Argento o in tutte le carie molto distruttive in cui con qualiasi materiale si ricostruiscano i denti è necessaria una accurata preparazione della cavità del dente con pareti parallele, perfettamente squadrate e soprattutto con una ritenzione accurata. Personalmente trovo più indicato il "vecchio buon trapano" che garantisce risultati eccellenti. Preciso: RITENZIONE significa creare sul fondo della cavità preparata nel dente per accogliere il materiale da ricostruzione, dei sottosquadri ... come un tassello nel muro ... in modo che l'otturazione o ricostruzione non possa saltare...e questo lo può ottenere in modo "perfetto", solo col "Vecchio buon Trapano"...ma è poi "vecchio"?...direi di no!! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'uso del laser per la cura delle carie consente notevoli vantaggi: -permette trattamenti nella maggior parte dei casi indolori -non si avvertono vibrazioni -le superfici trattate risultano decontaminate -selettività d'azione che si traduce in interventi più conservativi nei riguardi del tessuto sano Non è vero che con questo metodo si possano curare solo carie di piccole dimensioni essendo peraltro più facile lavorare in presenza di carie destruenti con dentina ricca di materiale organico. E' però indispensabile che il professionista sia munito di un laser Erbium:YAG o di un laser Erbium, Chromium:YSGG, gli unici strumenti ad oggi capaci di lavorare sui tessuti duri dentali. Non basta perciò l'uso di un laser "qualsiasi"! Un altro consiglio è quello di accertarsi che il dentista a cui ci si rivolga abbia seguito corsi di aggiornamento professionale sugli usi dei laser in odontoiatria con certificazione che ne attesti il conseguimento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuseppe Iaria
Brescia (BS)

Signora Anna, sia l'ozono che il laser hanno la peculiarità di "basso impatto emotivo"...è da selezionare ciò che si può curare con successo con queste tecniche che quindi possono essere un'alternativa non assoluta al trapano. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Anna, il metodo tradizionale con il trapano è ancora il sistema migliore, il più efficace, il più economico. Nel campo dentale, come in tutti i campi medici e non, spesso ci sono delle "mode", che non sono altro che un tentativo dell'industria di "vendere" un prodotto che non ha significativi vantaggi clinici, ma grossi vantaggi economici per chi ha i diritti del brevetto e l'industria che propone. Il tempo sarà un giudice imparziale. Per il momento non resta che il buon senso per districarsi nella giungla, e separare le rose dai carciofi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Le confesserò che io preferisco aggredire le carie con il vecchio trapano!. Sono aperto comunque a tutte le innovazioni scientifiche ma non troppo...! Saluti

Scritto da Dott. Luciano Rita Maria Amelio
Catanzaro (CZ)

Gentile Anna, l'ozono e il laser sono sistemi innovativi ma non in grado di sostituire sempre i metodi tradizionali. Pochi sono oggettivamente i casi trattabili esclusivamente con queste tecniche. Se sono lesioni iniziali e che non sarebbero da trattare con il trapano, cioè da non trattare, si può pensare all'ozono. Se sono carie conclamate, occorre ancora il vecchio trapano. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Confermo quanto detto dai mie colleghi. Posso suggerire, per orientarsi nella scelta del dentista abilitato all'uso del laser, di visitare il sito  www.aiola.it  Saluti

Scritto da Dott. Michele Paradiso
Nichelino (TO)

Non posso che concordare con quanto già detto dall'amico Iaria. Sia io che lui abbiamo abbastanza esperienza nel campo del laser per sapere che queste apparecchiature sono particolarmente vantaggiose per il paziente in termini di tempo, comfort e risultati solo se utilizzati da operatori esperti. Oggi l'odontoiatria laser ha raggiunto livelli altissimi anche perchè l'aggiornamento tecnologico è sempre più sofisticato. Con il laser si possono affrontare tutti (e dico tutti) i tipi di carie, anche le più complesse. L'unico problema è che il laser come apparecchiatura ha un certo costo e che l'odontoiatra deve seguire corsi di formazione adeguati. Spesso sono necessarie esperienze all'estero con i relativi costi. Questi sono i motivi per cui questa tecnica non è molto diffusa. Penso comunque che il dr. Iaria, che opera a Brescia, le possa essere di aiuto. Cordili saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Francesco Scarpelli
GORIZIA (GO)

Cara signora, come vede la medicina non è una scienza esatta e spesso ognuno la pensa in maniera diversa. Forse non è stata messa in risalto la miglior terapia sul mercato , la meno dispendiosa e più semplice nei tempi e nei modi. Quale? La PREVENZIONE , cioè fare frequenti e costanti visite di controllo .

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)