Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 8

Volevo chiedere un parere su la scelta di un materiale ceramico

Scritto da stefano / Pubblicato il
Salve. Volevo chiedere un parere su la scelta di un materiale ceramico. Devo realizzare un intarsio onlay sull'ultimo molare inferiore (che ha perso una cuspide ed ha un amalgama ma è ancora sensibile) ed ho letto che la ceramica presenta un problema di usura del dente antagonista (che nel mio caso è un dente sano con una piccola amalgama centrale). Ora i materiali che il mio dentista mi ha proposto sono la ceramica rinforzata con leucite o l'innovativo disilicato di litio che saranno lavorate con tecnologia CAD/CAM. Io ho cercato delle informazioni e mi sembra che se l'usura è determinata dalla durezza dei materiali rispetto a quella dello smalto, il disilicato la ha leggermente più bassa della ceramica con leucite, e in più mi sembra fornisca dei valori più alti di resistenza che è l'ottimale per un dente che va protetto. Vorrei chiedere cosa ne pensate e se è corretta la mia analisi. Grazie
Sig. Stefano, non è lei che si deve porre e studiare questi problemi, altrimenti non troverà mai la soluzione. Questa risposta la deve dare solo il professionista che conosce il suo caso clinico e che poi si assume le responsabilità del suo operato.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Stefano, sicuramente il suo dentista conosce bene il suo problema e sa giudicare meglio di qualunque altro, anche di nozioni apprese sul web, quale sia il materiale adatto al suo caso. Stia tranquillo e si affidi ai consigli del suo dentista. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Caro signor Stefano, chiariamo subito che non deve farsi "abbagliare" dalla tecnologia Cad/Cam come se fosse fantascientifica, perchè è vero si che questa tecnologia è computerizzata, ma la cavità la prepara sempre il Dentista, sul dente in bocca e l'impronta la prende sempre il Dentista, quindi se il Dentista non è più che compèetente, ha voglia a fare poi in laboratorio la tecnologia Cad/Cam!Sappia inoltre che la tecnologia CAD/CAM si riferisce all'impiego congiunto e integrato di sistemi software per la progettazione assistita da computer (Computer-Aided-Design = CAD) e fabbricazione assistita dal computer (Computer-Aided-Manufacturing = CAM). L'uso di sistemi integrati di CAD/CAM rende più semplice il trasferimento di informazioni dalla prima alla seconda fase del processo. TECNOLOGIA CAD, Computer-Aided-Design L’Odontotecnico, scannerizza al computer il modello dei monconi preparati dal Dentista, ricavando una immagine tridimensionale perfetta, con un software di acquisizione. A questo punto inizia la fase di TECNOLOGIA CAM, Computer-Aided-Manufacturing Essa si realizza tramite un altro software computerizzato con cui si procede ad una fresatura con una macchina del materiale usato. Se la tecnica è precisa, come ha letto, la Tecnologia Cad, permette all'Odontotecnico discannerizzare al computer il modello dei monconi preparati dal Dentista! Preparato dal Dentista significa che se il moncone o la cavità per intarsio non fosse preparato a regola d'arte, anche la corona definitiva non sarebbe a regola d'arte! Quindi la tecnica Cad-Cam è precisa se è preciso il Dentista nella preparazione protesica del moncone o di quant'altro! Ma veniamo alla sua domanda. Il disilicato di litio, in pratica è una Ceramica integrale Pressofusa, per semplificare il concetto è che dovrebbe essere più resistente in particolare alla "flessione".La ceramica rinforzata con leucite non è altro che una vetroceramica, come dice la parola stessa, rinforzata con leucite. Esiste da circa due decenni! Ha una resistenza alla flessione molto bassa. Quindi preferirei tra le due la Ceramica al disilicato di litio! Quanto all'azione abrasiva sui denti antagonisti, non è vero per il semplice fatto che non esiste in natura, nel corpo umano, niente di più resistente dello Smalto all'abrasione e alle forze assiali o addirittura patologiche tangenziali, pericolose per il parodonto e pericolose per il dente solo se esercitato da altro dente ossia da altro smalto di pari durezza. Tantovero che lo smalto lo si perfora, per fare per esempio una terapia della carie o un molaggio selettivo o una preparazione protesica, solo con una fresa diamantata ad altissima velocità. Il diamante è infatti l'elemento più duro che esista in natura al di fuori della bocca!Il solo, più duro dello smalto! Quindi stia tranquillo. In ogni caso, volendo sottilizzare, l'elemento migliore in assoluto per un intarsio su un molare, che ricostruisca una o più cusoidi in particolare di tipo onlay, ma anche inlay, è l'oro giallo che ha la durezza giusta ma anche l'elasticità giusta! Ovvio che oggi giorno, così come non vengono più accettate le otturazioni in Amalgama d'argento sui denti posteriori masticanti, che rimane il materiale in assoluto mogliore ed ancora insuperato, ovviamente se di eccellente qualità, non vengono accettati più neanche gli intarsi in oro che però sono più complessi da fare perchè dipendono unicamente dall'abilità umana del Dentista e poi in laboratorio dell'Odontotecnico che devono avere una precisione, entrambi, uguale o maggiore alla tecnologia CAD/CAM che tanto "scalpore" desta in lei. Tecnologia che personalmente uso ed usa mia figlia Claudia, eccellente protesista, proprio per le protesi in Zirconio ceramica. Ma il buon esito delle stesse dipende solo dall'abilità del Dentista nel fare il suo lavoro!Per completezza le dirò anche che quello che si può fare con un intarsio, lo si può fare ed ottenere con una semplicissima, se la si sa fare naturalmente, otturazione ricostruttiva anche di cuspidi, meglio se in amalgama d'argento ma anche in materiale estetico! Le indicazioni per l'intarsio, sono rare. Di regola e sufficiente una ricostruzione conservativa. Ma questa comporta il presupposto di cultura e manualità odontoiatriche non tanto comuni! L'intarsio è più "semplice". Si ricordi che non esiste il facile o il difficile ma solo quello che si sa fare e quello che non si sa fare! Spero di averle dato informazioni utili! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sono in piena sintonia con le risposte dei colleghi. Se proprio vogliamo entrare nel merito ritengo che la scelta di un disilicato monolitico ovvero non stratificato sia una ottima scelta. Cordialmente

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Qualsiasi, e sottolineo qualsiasi materiale odontoiatrico si usi per una qualsivoglia ricostruzione protesica è studiato per assolvere al suo compito senza che venga lesa nessuna parte antagonista. E' semmai l'errore di fare una cuspide non a regola d'arte la causa che crea una erosione da usura. Il computer fa dei pregevoli pezzi di materiale bianco che il medico cementa in bocca con risultati assolutamente sovrapponibili alle tecniche tradizionali, ma se poi il medico con la sua esperienza non controlla adeguatamente gli svincoli di masticazione del pezzo cementato, l'errore potrebbe essere dietro l'angolo. Da questo forse si è intuito che non amo particolarmente le nuove tecnologie cad-cam, anche se non posso negare che alle volte semplificano la vita. Ciò che voglio comunicare è che quello che non deve mancare è il cervello del medico che controlla l'operato del cervello elettronico.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Buonasera, spetta al dottore decidere che tipo di materiale deve essere utilizzato in base a diversi fattori riferiti non solo al dente in questione ma anche alle condizioni dell'antagonista e della sua bocca in generale. Saluti Alessio Battistini

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Il disilicato di litio potrebbe essere una scelta sventurata sull'ultimo molare inferiore, dove l'estetica è secondaria, e la scelta di altissima classe dovrebbe essere l'intarsio fuso in oro zecchino. Purtroppo la fusione è opzione molto ardua per quasi tutti dentisti, che ripiegano su un'altra opzione ingannevolmente semplice come la copiatura tramite cad-cam. Come seconda scelta si potrebbe usare l'amalgama d'argento, che solo se fatta bene dura decenni. Come ultima scelta esiste la plastica, non durevole ma poco costosa, e certamente più affidabile del disilicato (sul secondo molare!), che ha diverse controindicazioni, ciascuna di per se stessa sufficiente. Il miglior consiglio sarebbe di cambiare dentista, e di affidarsi ad una persona seria e serena. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Buonasera, credo che l'unica persona in grado di fugare i suoi dubbi sia il suo dentista. Il quale essendo di sua "fiducia" sarà sicuramente in grado di ascoltare i suoi legittimi dubbi e rispondere ad ogni sua domanda. Cari saluti

Scritto da Dott. Giovanni Battista Menchini Fabris
Pisa (PI)