Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 15

E' normale che tra 2 otturazioni non vi sia spazio e che io abbia quest'alone scuro in un dente appena otturato?

Scritto da Gaetano / Pubblicato il
Salve, settimana scorsa mi sono recato dal dentista perchè avevo un premolare a cui era saltato un pezzo di smalto e appariva scuro sotto la superficie anche se ancora non mi dava alcun fastidio. Durante la visita il mio dentista ha trovato altre 2 carie: una al molare adiacente al dente scheggiato e l'atra tra il premolare superiore e il molare contiguo. Ha allora eseguito la rimozione delle 3 carie col trapano e uncini vari, mi ha medicato i denti con un'otturazione provvisoria e mi ha dato appuntamento per lunedì, cioè ieri. Arrivato a casa, ho notato che sul dente scheggiato, si poteva vedere sotto la superficie ancora un alone scuro. Ho fatto presente la cosa al mio dentista che mi ha detto di non preoccuparmi e mi ha otturato i 3 denti. Adesso, oltre ad avere quest'alone nero che non mi convince per niente, mi sono accorto che tra il premolare e il molare inferiore non vi è spazio per passare il filo interdentale...il composito forma un'unica superficie tra i 2 denti. Secondo voi è normale che tra 2 otturazioni non vi sia spazio e che io abbia quest'alone scuro in un dente appena otturato? Vi ringrazio per le risposte che vorrete darmi.
Gentile sig. Gaetano, la foto che ha allegato è talmente sfocata da rendere impossibile qualsiasi valutazione, non c'è nulla di interpretabile... nè la forma dei denti, nè i margini dell'otturazione, nè il colore. Per quanto riguarda il punto di contatto invece, dovrebbe consentire il passaggio del filo interdentale per permettere una corretta igiene. La persona giusta alla quale rivolgere i suoi dubbi è comunque il collega che le ha effettuato la terapia. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Buongiorno sig. Gaetano la fotografia non è molto chiara per dare un giudizio SULL'ALONE NERO come da lei descritto, LA INVITO PERTANTO, AD INVIARE UNA FOTOGRAFIA PIù CHIARA. Cordialmente Dott. Francesco Cimò

Scritto da Dott. Francesco Cimo'
Palermo (PA)

STANDO AL TESTO SCRITTO. Non è normale, perché il filo deve passare senza sfilacciamenti. Posso supporre che lei abbia avuto una prestazione a basso prezzo. Se è così, cerchi un dentista più caro che dia di più. L'alta qualità è carissima, anche presso i dentisti. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Gaetano la foto non è chiara per l'alone non so rispondere guardando la foto per quanto riguarda il punto di contatto fra due denti deve esserci tale da dover passare il filo interdentale comunque penso che queste domande può rivolgerle al collega che ha eseguito il lavoro le darà risposte soddisfacenti "lo spero", rimango a sua disposizione cordiali saluti dott. Angelo Di Mauro

Scritto da Dott. Angelo Di Mauro
Sant'Agata li Battiati (CT)

Caro Gaetano, un alone scuro che si percepisce attraverso la trasparenza dello smalto può indicare la presenza di dentina cariata rimasta nel dente. Le otturazioni in composito devono ricostruire l'anatomia del dente nella sua interezza, ricreare i punti di contatto con i denti adiacenti e devono essere rifinite e lucidate e consentire il passaggio del filo interdentale, senza che questo si sfilacci. Ogni dentista sa come curare un dente ed eseguire alla perfezione la sua ricostruzione. Controlli se il suo è un vero dentista iscritto all'Albo dei Medici e degli Odontoiatri e, in caso positivo, torni da lui per una correzione o rifinitura dei restauri. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Come già segnalato dai colleghi la foto non è ben visibile, l'alone scuro non necessariamente indica una dentina cariata ma anche dentina terziaria di colore brunastro dura e resistente quindi valida, cosa che invece va rivalutata dal suo dentista è la qualità dell'otturazione marginale e del punto di contatto che deve permettere il passaggio del filo interdentale, quindi... ne riparli con il suo dentista.

Scritto da Dott. Claudio Scuro
Cassino (FR)

Gentile Sig. Gaetano, non è possibile valutare le otturazioni dalla foto che ha mandato. Comunque sicuramente bisogna rivedere il punto di contatto perché il filo deve passare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente non è affatto normale che un'unica otturazione coinvolga due denti contigui che andrebbero invece ricostruiti ripristinando un fisiologico punto di contatto. Cordialità

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Arco Facciale di Trasferimento per Valutazione Gnatologica con cui si può valutare la correttezza di forma delle otturazioni e creste marginali e versanti cuspidali oltre che clinicamente. Da casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Caro Signor Gaetano, il filo deve passare con un click di scatto tra i punti di contatto dei denti. Se si sfilaccia significa che anzichè un punto c'è una superficie e se non passa il suo sospetto che sia stata fatta una doppia otturazione unica tra due denti è legittimo e andrei subito a chiarirlo col Dentista. non vorrei però che tutto dipendesse da una carie ineterprossimale non curata o dalla sua incapacità ad usare il filo o da una mancata rifinitura interprossimale delle otturazioni. Deve sapere che se così fosse vorrebbe dire che non è stato realizzato a regola d'arte il punto di contatto, cosa molto disdicevole, sbagliata e nociva per il parodonto e la gengiva marginale libera,legga il mio articolo e di mia figlia Claudia "La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" che le spiegheranno i concetti basilari di forma dei denti, gengive ed osso e quindi corone gengive ed osso... che devono essere armoniosi e giusti perchè dipendenti l'uno dall'altro....quindi se una corona fosse fatta male come forma e il cibo si "impigliasse per questo", sarebbe "sbagliata" con compromissione di forma gengivale ed ossea.......La Gengiva ha una forma a festone, che ripete la forma a festone dell’osso sottostante e replica la forma del Dente che circonda a livello della linea di giunzione amelocementizia (che unisce lo Smalto alla radice). Addirittura il piano inclinato formato dai versanti cuspidali dei denti, formano con la linea ideale del piano occlusale, masticatorio, un angolo che è uguale all’angolo formato in un movimento particolare, dalla Testa del Condilo e un punto preciso della Cavità Glenoide della ATM (Articolazione Temporo Mandibolare). Questi quattro Organi Stomatognatici, Gengiva, Osso, Dente e ATM, sono quindi in un rapporto talmente stretto di forma e funzione che è sufficiente che cambi la forma uno solo di essi per farla cambiare anche agli altri… creando patologie anche gravi, oltre che inestetismi spesso molto seri. Ecco perché è semplicistico fare paragoni tra una Otturazione od una Corona Protesica o qualsiasi altra terapia Odontoiatrica, di un Dentista anziché di un Altro, con costi che possono essere anche 10-20 volte maggiori o minori tra l’uno e l’altro. Quindi dubitate altamente delle "prestazioni" Low Cost = a basso costo!!! Basta non modellare una otturazione con i giusti piani inclinati dei versanti cuspidali per causare una alterazione della forma del Condilo della Mandibola o dell’intera ATM, con deviazione della Mandibola, formazione di Precontatti, spostamento dei denti, Instaurarsi di una Patologia Occlusale Gnatologica. Stesse considerazioni per la forma delle otturazioni e/o delle corone protesiche su monconi naturali o su impianti, legga anche:"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" .Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Gaetano, lei non parla di anestesia locale,ma di tre otturazioni in un unica seduta, per cui controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)