Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 7

L'estrazione è proprio necessaria?

Scritto da Franca / Pubblicato il
Avevo un molare sinistro cariato alla base, che il mio vecchio dentista mi curò dicendomi che l'otturazione sarebbe durata poco. In realtà durò parecchio, e dopo vari anni fu ripetuta. Poi il mio dentista si è ritirato per età, e il nuovo ha detto che quel tipo di carie non si può curare e mi ha estratto il dente (con conseguente dolorosa e lunga alveolite). Ora mi si presenta lo stesso problema al molare corrispondente di destra, cariato alla base per la prima volta. Chiedo se l'estrazione è proprio necessaria o non si possa fare qualcosa. Molte grazie.
Gentile Sig.ra Franca, per decidere se un dente si può salvare bisogna fare una visita accurata, come possiamo dire qualcosa senza neanche una rx. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Franca, solo l'odontoiatra che la visiterà potrà dare la sentenza per il suo dente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

denti molto compromessi Parodontalmente, con fratture, sfondanmenti della camera pulpare, endodonticamente, curati e salvati ed in bocca da oltre 25 anni. Da casistica riabilitativa complessa del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Franca, solo una visita può far dire se il dente in questione è salvabile o no! Detto questo però veda di farsi spiegare tutto di tutto ed il perchè e il percome sulle terapie proposte. I denti si curano e non si estraggono e perchè lei possa intuire o forse capire ma in ogni caso avere un metro di paragone valido le lascio una foto con alcuni casi di denti molto compromessi dal punto di vista Parodontale, fratture, sfondanmenti della camera pulpare, endodonticamente, curati e salvati come deve essere! E non estratti e sostituiti magari con un impianto come non deve essere o meglio deve essere solo in extremis! Se i due denti di cui parla sono in una situazione migliore o simile, devono essere salvati! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

E' necessaria una visita per dirle se deve o meno estrarre il dente. Se ha dubbi che il suo attuale dentista non abbia un approccio abbastanza conservativo ne consulti un altro.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Non sono in grado di risponderle senza almeno una foto ed una radiografia. Se non si fida del suo dentista provi a sentire con un altro collega.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Bene signora Franca. Colgo al balzo la sua domanda per fare una riflessione generale, con la speranza che lei possa comprendere il mio discorso. Un dente cariato e in necrosi o una radice residua, possono permanere in bocca senza causare dolori o ascessi per diversi anni. Questo stato di apparente benessere per il suo corpo, non e' scevro da altro tipo di patologie. Sia locali che sistemiche. Infatti possono instaurarsi fenomeni di osteolisi o ancor peggio complessi antigene - anticorpo che entrando nel sistema circolatorio vanno a colpire organi a distanza. Nel primo caso, si potrebbero avere problemi di cui lei stessa ha sofferto ( alveolite) o in virtu' della perdita ossea, difficolta' nell' eseguire le future riabilitazioni necessarie a sostituire il dente estratto. Nel secondo caso patologie d'organo che per fortuna sono di gran lunga piu' rare del primo. Con questo discorso, che probabilmente non rappresentera' il suo caso, voglio dirle che un odontoiatra o altro specialista medico, decide per un protocollo terapeutico non solo in relazione al benessere apparente che il paziente riferisce, ma bensi' su aspetti molto piu' complessi che un buon clinico capace non puo' e non deve sottovalutare. Dietro scelte per certi versi "impopolari", si nasconde spesso la terapia migliore. Cordialmente, Gianluigi Renda.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Per base si intende il pavimento? Se e' cosi' (come ritengo che sia) la prognosi non e' certamente delle migliori, si potrebbe tuttavia tentare l'otturazione del pavimento con un cemento specifico ( MTA ) e monitorarlo nel tempo. La riuscita dipende da diversi fattori tra cui le dimensioni della carie, la presenza di osteolisi.

Scritto da Dott. Luigi Fasulo
Siracusa (SR)