Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 18

Come si riconosce una carie?

Scritto da katia / Pubblicato il
Buona sera, ma come si riconosce una carie? noi ad occhio nudo possiamo riconoscerla? che aspetto ha? Un dentista dice forse c'è una carie, fa la lastra e ... mi sbagliavo! Un'altro forse c'è una carie, fa la lastra e .... non si vede nulla. Guarda nuovamente a occhio nudo e... e già è all'inizio! A chi credere? qual'è il dentista onesto? Posso vedere foto sul Vs. sito dove si vedono delle carie in fase iniziale, così verifico con quello che ho potuto vedere nella mia bocca con la telecamera usata dal dentista! Grazie
Gentile Sig.ra, la diagnosi di carie dentaria è di competenza dell'odontoiatra che spesso si avvale di varie metodiche per riconoscerla. Le consiglio di recarsi periodicamente dal dentista per i semestrali controlli periodici. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Katia, le carie possono presentarsi macroscopicamente in 2 modi; quelle che hanno un aspetto scuro e quelle che hanno un aspetto biancastro che di solito sono più aggressive. Inoltre con uno specillo si può verificare che questo si impegna o meno nel punto sospetto. Se si hanno dei dubbi, soprattutto in presenza di una zona interdentale, è necessario eseguire una radiografia endorale con centratore. Se le procedure sono eseguite in maniera corretta si giunge tranquillamente e sicuramente alla diagnosi. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Katia, come ha potuto constatare di persona c'è difficoltà (incomprensibile ed inammissibile) per due dentisti diversi nel vedere o no una carie e la vuole vedere lei dopo una descrizione. Ci sono capitoli interi da studiare sulla carie! Vada da un Dentista noto e si affidi a lui! Detto questo, la diagnosi di carie è solo clinica, con l'esame dello smalto, del suo colore e con l'uso di uno specillo per "sentirne" la rugosità o lucentezza! Con le prove termiche, con la percussione assiale e trasversale e a li9mite con una o più Rx endorali in una o più proiezioni per evitare le sovrapposizioni di immagini ( ma se la carie si vede nella Rx, stia certa che prima ancora si vede clinicamente) Se la carie non si vede nella Rx invece la si vede clinicamente quindi la diagnosi è essenzialmente clinica. Esistono anche dei separatori da usarsi negli spazi interprossimali dove è più disagevole vedere una carie iniziale, benche un occhio esercitato se ne accorgerebbe dall'aspetto traslucido e con riflessi particolare che assume lo smalto a livello crestale interprossimale. La carie profonda e florida (ossia attiva) ha un aspetto traslucido che solo un occhio molto esperto ed esercitato sa individuare (qui serve, in presenza del dubbio diagnostico una Rx endorale di conferma) oppure se più superficiale può avere, sempre se florida un aspetto bianco gessoso e questa la si diagnostica facilmente per l'aspetto e per la rugosità sotto lo specillo0. Oppure può avere un aspetto nero o brunastro ed è la cosiddetta carie secca che l'organismo, per così dire ha temporaneamente fermato. Qui la diagnosi non è agevole perchè è vero che una carie secca deve solo essere tenuta sotto controllo e si può evitare di curare, ma è anche vero che se passando lo specillo questo penetra anche di poco nella carie secca, soprattutto se rimuove materiale brunastro, significa che la carie secca si è riattivata e bisogna curarla! E' assurdo che non si sappia fare diagnosi certa di carie. Quindi vada da un dentista bravo e noto e abbia fiducia solo in lui!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Solo il professionista con la visione diretta e radiologica è in grado di fare una diagnosi corretta. Non può purtroppo mettersi lei a confrontare caso per caso le assicuro che talvolta anche per noi risulta difficile. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Per vedere se c'è una carie si va da un vero dentista. Se c'è, lui la troverà semplicemente visitando. Per inciso la visita comprende l'ispezione ( visiva e con sonda e specchietto) eventualmente dopo aver rimosso depositi di tartaro che possono celare una cavità cariosa; Poi si passa eventualmente all'esecuzione di radiografie Bite-wing (se ben eseguite consentono di scovare carie anche nel loro esordio primissimo). Spessissimo le carie in radiografia sono apprezzabili anche ad un occhio non esperto. Le foto permettono secondo me di apprezzare solo carie evidenti o comunque in avanzato stadio. E il loro scopo è quasi solo didattico. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Signora, deve fidarsi del dentista che sceglie non può pretendere di sostituirsi a lui...la telecamera intraorale è uno strumento per avere un dialogo interattivo con il paziente, punto.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Katia, le sembrerà banale ma solo l'esperienza ti insegna a riconoscere una carie iniziale. Lo specillo e le rx endorali aiutano molto (ma a volte sottostimano il danno), ma diagnosticare una carie quando si apprezzano solo macchie scure o macchie bianche non è facile, serve l'esperienza. Si affidi alla persona che le dà più fiducia. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

I mezzi per diagnosticare la carie dentale sono soprattutto l'esame ispettivo clinico, aiutato da eventuali radiografie endo-orali e, ultimamente tramite una sonda laser che permette di "vedere" carie precoci in fase iniziale, quando cioè lo smalto è apparentemente sano. Non sempre la radiografia ha una risoluzione tale da permettere di individuare una carie iniziale, la quale peraltro spesso non è distinguibile ad un occhio non esperto , dallo smalto integro. Si affidi ad un buon dentista che abbia le attrezzature adeguate per la diagnosi precoce della carie. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Paradiso
Nichelino (TO)

Spero di aver capito male il riferimento a quale sia "Il dentista onesto", mi pare veramente fuori luogo .... a parte questo, la diagnosi di carie è tutt'altro che semplice, soprattutto per le lesioni iniziali; si valutano visivamente aree di smalto discromiche e/o opache, che vanno ispezionate con una sonda per valutare se siano dovute a semplici pigmentazioni oppure se la superficie sia demineralizzata. Nei casi dubbi può aiutare una radiografia bite-wing, ottima per diagnosticare carie interprossimali ma spesso non dirimente per lesioni iniziali dei solchi. Scelga un collega di sua fiducia e eviti manovre di autodiagnosi dal dubbio risultato; cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile signora, non è un problema di "dentista onesto" quanto piuttosto di "dentista esperto e meticoloso". I miei colleghi hanno quasi completamente esaurito l'argomento per quanto si possa spiegare al paziente. Personalmente ho anche provato dei rivelatori di carie elettronici che non si sono rivelati affidabili quindi sono tornata alla clinica ed alle radiografie bitewing soprattutto per individuare le carie interprossimali che sono le più insidiose essendo poco accessibili anche visivamente e sotto il punto di contatto . IO sono di Torino se ci capiterà di incontrarci le illustrerò ben volentieri il contenuto delle sue "foto". In effetti anch'io utilizzo una telecamera per interagire con il paziente e...alle volte per vedere meglio io stessa, grazie al potere di ingrandimento di quest'ultima. Non saprei come esserle ulteriormente di aiuto. Distinti saluti A. Lojacono
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Alessandra Lojacono
Torino (TO)