Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 11

Che materiale usereste per l'intarsio?

Scritto da Valerio / Pubblicato il
Sull'ultimo molare inferiore che richiede una grossa otturazione ma non è devitalizzato, il mio dentista avrebbe deciso per un intarsio. L'unica cosa è che in studio davanti a me mi sembra abbia avuto delle divergenze con l'odontotecnico sul materiale con cui effettuare l'intarsio dal momento che il molare antagonista non è nella solita ceramica, ma in metallo (praticamente non si usano più, non so bene di cosa sia ma a vederla sembra di acciaio per intenderci). Voi mi sapete dire che materiale usereste per l'intarsio considerando anche che il molare davanti (ossia il 36) è una corona in ceramica e appunto quello superiore antagonista è di "metallo"? Grazie
Ceramica o composito sono i due materiali normalmente utilizzati e la scelta dipende anche dalla situazione clinica del dente interessato, che non possiamo sapere ovviamente, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Penso che la sua domanda via internet e fuori luogo, nessuno di noi conosce il suo caso. Nessuno ha mai visto la sua bocca con una visita obiettiva. I materiali per gl'intarsi sono vari ed ognuno ha la sua teoria l'unico che sappia valutare il suo caso e' il suo dentista, del quale mi sembra che lei non si fidi più di tanto .

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Caro signor Valerio, il consiglio intanto è di rimuovere la "pessima " corona in acciaio che ha sopra e che è irrazionale e deleteria, poi rifatta la superiore in oro ceramica o zirconio ceramica, può fare l'intarsio inferiore in oro o in ceramica! A parte l'estetica non esiste niente di meglio dell'oro! Comunque se tenesse la corona in acciaio allora non la farei in oro perché potrebbero crearsi correnti galvaniche dannose per gengive, denti, materiali dei manufatti e la sua salute! Ed allora farei in ceramica! Legga sul mio profilo cliccando il mio nome "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti".............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sottoscrivo quanto detto dal Prof. Finotti, aggiungo solo che la scelta deve essere del suo dentista in base al caso clinico. Buona giornata

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Egregio Signore, lei si è fatto troppo influenzare dalla discussione tra il suo dentista e l'odontotecnico, alla quale ha assistito. La presenza dell'odontotecnico in sala operativa, accanto al dottore durante una visita, in veste poi di "consigliere" del dottore stesso, fa nascere anche in me il dubbio sulle capacità professionali del suo dentista! Comunque, se è lei che deve scegliere il materiale con il quale verrà preparato l'intarsio, scelga tranquillamente la ceramica, che un materiale inerte nei confronti dei metalli, ed è di migliore qualità rispetto al composito (anche se leggermente più costoso). Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Valerio, gli intarsi come tutte le cure odontoiatriche devono essere decise dall'odontoiatra, non dall'odontotecnico perché egli non può assumersi le responsabilità delle cure e delle riabilitazioni. Applicare uno splendido intarsio in una bocca vissuta curata da più professionisti non sempre da buoni risultati duraturi, forse un’otturazione applicata con la diga, utilizzata per cementare gli intarsi, è una scelta semplice e duratura.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La scelta merceologica di un restauro dipende solo in piccolissima parte dalla natura del dente antagonista o di quello adiacente. L'importante semmai è realizzare un restauro correttamente. Certo, un intarsio in oro in quella zona farebbe a pugni con l'estetica, ma in odontoiatria non deve comandare l'estetica, ma la salute. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent sig VALERIO non ho chiara la situazione da lei descritta, ma concordo con alcuni miei colleghi che i due materiali oggi usati dalla maggior parte dei dentisti sono il metallo (oro bianco o oro giallo) la ceramica o le resine composite.. le consiglio inoltre di seguire le indicazioni del suo dentista, anche se non ho capito se il dialogo tra lui e l'odontotecnico era un dialogo ed un confronto costruttivo oppure uno "scontro" per l'impostazione terapeutica da adottare.. è sempre il dentista colui che decide e il collaboratore odontotecnico ne segue le indicazioni.. se non è così.. lascio a le altre considerazioni.. cordialmente.. dott. Franco Tarello, dentista in Torino
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Personalmente prediligo il composito, lo ritengo più maneggevole da utilizzare, cementare e non da poco riparare. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Premesso che l'odontotecnico deve fare ciò che gli dice il dentista, mi sento di consigliarle l'oro come materiale d'eccellenza, ma se lo volesse bianco, allora utilizzerei il composito.  http://www.dentisti-italia.it/casi_clinici/restaurativa/485_intarsio-in-composito-dente-36.html

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia