Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 9

Il mio dente 35 è in condizioni disperate

Scritto da claudio / Pubblicato il
Chiedo cortesemente un vs. parere forse un po’ da fantascienza…, comunque il mio quesito è questo:il mio dente 35 è in condizioni disperate, con carie sotto il colletto, osso quasi inesistente, probabile infezione o forte infiammazione; scuote molto (..balla..), non mi duole, solo fastidio e ciò da poco tempo; esistono tecniche dove sia possibile curare la carie, immettere o rigenerare l’osso nell’alveolo?.Oppure occorre estrarre il dente in quanto irrecuperabile e potrebbe compromettere anche il 34? Grazie C.Verzi
Gentile Claudio, è difficile dare risposte esaustive senza neanche una visita e una radiografia. Comunque dalla sua descrizione sembra che la carie abbia interessato la radice ed inoltre è presente una seria parodontopatia dimostrata dalla grave mobilità. Purtroppo in questi casi non credo si possa far altro che ricorrere alla estrazione del dente. Il 34 potrebbe non essere interessato perchè molto spesso le parodontopatie hanno carattere segmentario e non colpiscono il dente adiacente. Ma per una più precisa valutazione le consiglio di rivolgersi al più presto al suo dentista di fiducia che con gli opportuni accertamenti saprà dare risposta più precise. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Claudio, non conoscendo la reale situazione clinica sarebbe veramente da fantascienza esprimere un parere circa la prognosi del suo premolare che, cmq, a primo acchito, in base alla sua descrizione, sembrerebbe infausta. Sarebbe opportuno, pertanto, che ne parli con il suo dentista che saprà certamente meglio valutare con dati obiettivi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Radici salvate con terapia riabilitativa completa, parodontale, endodontica, chirurgia preprotesica, protesi. Da casistica del Dr.Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliai
Caro Signor Claudio...si, certamente!!! Si può immobilizzare il dente, si può ricostruire o rigenerare l'osso e si può "tirar fuori dalla gengiva e dall'osso la arte distrutta della radice = allungamento della corona clinica per poter poi curare la radice stessa e salvarla con un perno moncone ed una corona in oroplatino porcellana o zirconio porcellana...legga cliccando sul mio nome gli articoli o casi clinici:"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale"...POI....La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!'.....le lascio anche una foto con diverse situazioni patologiche simili a quelle da lei descritte in cui le radici che TUTTI volevano estrarre sono state da me e da mia figlia salvate... e sono in bocca da anni e diverse da oltre 25 anni..............a dimostrazione dell'eccellenza della terapia e della sua efficacia!...............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia, Implantologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig Claudio, non è possibile rispondere alla sua domanda a meno di scrivere un trattato sulla parodontologia, che peraltro lei dovrebbe interpretare. Una semplice domanda durante una semplice visita, basteranno a fugare i suoi dubbi. Cordialità.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Salve Claudio.. una semplice visita odontoiatrica può fugarle tutti i dubbi. In linea di massima quando la mobilità è importante, l'estrazione risulta inevitabile per evitare di compromettere in denti contigui. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Non disponendo di una visita e di radiografie endorali non è immaginabile darle un parere clinico. Tuttavia dal suo racconto sembra che il dente sia affetto oltre che da carie anche da grave parodontopatia, cui, purtroppo, molto spesso segue l'avulsione. Si affidi al suo dentista. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Caro signor Claudio, senza l'ausilio di una radiografia è difficile valutare le condizioni del suo dente. Se mi baso sulla sua descrizione ho la sensazione che si tratti di accanimento terapeutico cercare di salvarle l'elemento. Questo perchè la presenza di carie destruenta in concomitanza di malattia parodontale spesso è letale per il futuro del dente...anche se oggi esistono tecniche che permettono di salvare elementi dentali che solo 10 anni fa era impossibile salvare...esistono ancora casi dove l'unica terapia è l'estrazione . Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Aglietti
Firenze (FI)

Sig. Claudio, le consiglio visita odontoiatrica, dove le saranno fornite tutte le spiegazioni del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Solo con una visita ed un rx è possibile rispondere alle sue domande...

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia