Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 13

Cura carie in anestesia

Scritto da Antonella / Pubblicato il
Buongiorno. Ho un dubbio terribile. Sono andata da una dentista convenzionata della mia città e mi ha detto che devo curare per delle carie ben 12 denti. Il problema è che mi ha anche detto che lo farà senza anestesia e che questa è una procedura normale. Sono terrorizzata, premetto che lei mi ha devitalizzato un dente (con anestesia) e che è stata costretta a farmene 2 fiale per la mia grande sensibilità. Ma è vero che non si può richiedere l'anestesia per curare la carie (o lo fa solo per rispermiare)? Sto così male e tremo al solo pensiero, vi prego rispondetemi.
Tranquilla, fare delle otturazioni senza anestesia significa che l'operatore ha notato che le carie sono superficiali, quindi il paziente non dorebbe avvertire sensibilità, si ricordi che tutti i farmaci non sono buona cosa per il nostro organismo e,comunque, nulla toglie che se dovesse sentire fastidio può chidere l'anestesia. Non è certamente un problema di risparmio.

Scritto da Dott. Vincenzo Aruta
Pedemonte (VR)

Fare certe cure o anche semplicemente prospettarle senza l'uso dell'anestetico, ottiene l'unico scopo di agitare il paziente, anche il meno ansioso. Sembra che il dolore sia un qualcosa che i pazienti provano per disturbare il medico... vorrei che ogni medico fosse costretto a trascorrere una settimana l'anno nel reparto dove opera, ma da paziente: forse certi comportamenti nei confronti di chi curiamo cambierebbero.

Scritto da Dott. Emilio Francini Naldi
Campi Bisenzio (FI)

Non so fino a che punto le carie di TUTTI E 12 i denti possano essere tanto superficiali da non richiedere l'anestesia, e poi non dimentichiamo che un piccolo puntino superficiale a volte nasconde una carie sottostante molto più grande... Lei ha avuto fastidi su questi denti? Sensibilità particolari a caldo o freddo? Non posso dirle di più senza aver visto nemmeno una radiografia e Le ricordo a tal proposito che se ne è in possesso può allegarla alle domande su questo forum. Ad ogni modo se Lei avverte fastidio il medico DEVE farLe l'anestesia (a patto che Lei sia in codizioni di salute tali da poterla ricevere!). Cordiali saluti Emma Volpe
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Volpe
Siracusa (SR)

Sicuramente non è un problema di risparmio. Una moderna impostazione vuole che se le carie sono superficiali si facciano senza anestesia, lei avvertirà solo le vibrazioni della turbina o comunque l'operatore che lavora. Il fatto di mantenere la sensibilità è un buon metodo invece per capire che non ci sia un interessamento della polpa dentaria durante le manovre.

Scritto da Dott. Roberto Antonio Vernucci
Manduria (TA)

Gentile Antonella, si tranquillizzi perchè il collega avrà sicuramente notato che non è necessario l'uso di anestetici per curare le sue carie. Nulla in contrario se Lei fa esplicita richiesta di essere anestetizzata (localmente), ritengo sia un suo diritto, considerato lo stato di ansia che le produce. Se parla chiaramente col suo dentista sono sicuro che troverete un accordo. Cordialmente Dott. Cristian Romano.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Senza l'anestesia è possibile curare carie superficiali, cioè che interessano solo lo smalto, in quanto quest'ultimo è privo di terminazioni nervose e quindi insensibile. Stia tranquilla perchè la collega saprà curarla al meglio, comunque ne parli con lei e se vorrà le richieda pur di non "tremare" l'anestesia.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonella curare delle carie senza anestesia può risultare difficoltoso e non sempre porta a degli ottimi risultati, specialmente con una paziente irrequieta. Se non ci sono controindicazioni lei può chiedere di essere trattata con anestesia, se l'odontoiatra non è daccordo e non le spiega i motivi di tale scelta cambi struttura. Concordo con la collega Volpe che è difficile stimare la profondità di una carie da una semplice visita clinica. Dott. Diego Ruffoni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Antonella, è vero che ci sono carie che richiedono anestesia ed altre no. Però visto che mi sembri molto ansiosa, richiedere l'anestesia a priori, vuol dire operare nella massima tranquillità, sia per il medico che per il paziente. La cosa invece su cui vorrei focalizzare l'attenzione, sono le 12 carie. Possibile che lei abbia la bocca così mal messa? a 29 anni? Voglio dire che non sempre quei piccoli puntini neri sono significato di carie o comunque di patologie in atto. Alcune carie, cosidette secche per usare vecchie terminologie, sono in realta piccole lesioni che pero' il nostro organismo è riuscito a fermare.Questi puntini, in effetti possono restare tali per anni. Quindi perche toccarli? E' abbastanza raro, oggi, trovare pazienti con ben 12 carie attive, a meno che non si tratti di persone particolari, ma una paziente di 29 anni dubito che abbia tutte queste carie da curare. Però non vedendola non lo posso dire. Il mio consiglio, prima di farsi aprire tutti quei denti, è di farsi vesitare da un altro dentista. Almeno per avere una conferma Distinti saluti dott Giglio Andrea Roma www.studiodentisticogiglio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

03/07/2008 Giuseppe Le dico subito che ho dei dubbi relativamente alla necessità di trattare con delle otturazioni ben 12 carie! O le carie sono talmente superficiali che magari converrebbe trattarle in modo conservativo (ad es. con dei sigillanti fluorati) e quindi monitorarle nel tempo, oppure sono già della dentina ed allora magari è il caso di trattarle con anestesia. In genere queste valutazioni si fanno con Ortopantomografia, con eventuali rx endorali e con un corretto esame clinico spero che... comunque auguri con il S.S.N.!!!!!!!!!!!!!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Messina
Bagheria (PA)

Cara Antonella, non è ammissibile, nel rispetto della salute psico-fisica del paziente, eseguire delle cure senza aver prima eseguito una anestesia, ragion per cui la esigga. Distinti saluti Dr Gerardo Cafaro

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)