Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 4

Ho delle macchie scure sui premolari

Scritto da Daniela / Pubblicato il
Salve ho 2 premolari e su entrambi delle macchie scure. Il dentista dice che sono piccole carie, dette secche, in modo superficiali e di tenerle sotto controllo. Su un premolari dove ho questa macchia ho una certa sensibilità, solo a quando espiro l'aria, non a cose calde o fredde e in più li sempre in questo dente ho un colletto scoperto e il dentista mi ha applicato un gel con fluoro questa cosa serve ad ridurre la sensibilità? Per fermare la carie a parte spazzolino e colluttorio alla clorexidina ci sono altri metodi che posso adottare? Grazie
Innesto libero sutirato per recessione gengivale che aveva scoperto la radice
Cara Signora Daniela... il suo dentista ha ragione per la carie secca...si dice secca perchè l'organismo ...per così dire...l'ha bloccata...e può rimanere tale anche per anni...va solo tenuta sotto controllo perchè prima o poi diventerà florida (attiva) ed andrà curata...la sensibilità non viene da essa ma dal colletto scoperto...e li il suo dentista sbaglia...i gel desensibilizzanti fanno poco effetto o non lo fanno per niente...se il colletto è scoperto, va ricoperto con un intervento di chirurgia parodontale mucogengivale...che si usa per le recessioni gengivali...vada nella mia pagina di presentazione di questo sito cliccando sul nome e legga i casi clinici sulle recessioni gengivali...ce ne sono a decine...così capisce di cosa si tratta...ma le serve un parodontologo...le lascio una mia foto di uno dei tanti interventi che esistono a questo scopo... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora Daniela, la carie attiva si manifesta come una fessura nella quale si impegna lo specillo (sonda del dentista). La carie sospetta invece è un piccolo foro annerito duro al sondaggio, che va controllato nel tempo, in quanto potrebbe evolvere o in una carie vera e propria, o, a seguito di una buona igiene domiciliare, in una CARIE SECCA, cioè una zona dello smalto annerita, ma comunque sana e che per il momento non necessita di cure. Per la sensibilità le consiglio di curare il dente e capire il perchè si è manifestato questo problema. Buon pomeriggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Gentile paziente, fra carie INDUBBIAMENTE secca, e carie INDUBBIAMENTE attiva, ci sta la grande maggioranza delle carie di piccole dimensioni: quelle che non sappiamo se siano secche o attive finché non le apriamo. La cosa fondamentale è che una carie che si SOSPETTA sia attiva e non secca venga trattata come una microcavità. La clorexidina non ferma la carie. Lo può fare solo il dentista. La clorexidina è solo un disinfettante. La clorexidina è un farmaco e come tale va usato. L'uso regolare non fa bene a lei, ma alle case produttrici. Spazzolino, dentifricio al fluoro e filo interdentale sono i presidi necessari e sufficienti per una corretta igiene orale. Il colluttorio no. Però serve a profumare l'alito.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Daniela è difficile discriminare una carie non attiva, da una attiva, o sapere quando diventerà attiva. Molti studi hanno uno strumento Diagnodent, che permette di fare una giusta diagnosi ed eventuale trattamento con ozono.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)